HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Animazione arrow A scanner darkly – Un oscuro scrutare
Domenica 9 Agosto 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
crawl_banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
jumanji2-728x140.png
A scanner darkly – Un oscuro scrutare PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 7
ScarsoOttimo 
Scritto da Daniele Mancuso   
domenica 03 giugno 2007

A scanner darkly – Un oscuro scrutare
USA: 2006. Regia di: Richard Linklater Genere: Animazione Durata: 99'
Interpreti: Keanu Reeves, Robert Downey Jr., Winona Ryder, Woody Harrelson, Rory Cochrane, Dameon Clarke, Marco Perella
Sito web: www.warnerbros.com/ascannerdarkly
Voto: 7
Recensione di: Daniele Mancuso

42.jpgQuanta film, libri, dossier sono stati dedicati alla droga, fenomeno più vivo che mai, soprattutto negli ultimi tempi?
Gli appassionati di letteratura e fantascienza però ricorderanno il romanzo di Philip K. Dick Un oscuro scrutare, apparso verso la fine degli anni 70’. Lo scritto fu acclamato da critica e pubblico, e decantato come uno dei migliori romanzi alla droga. Poteva mancare la trasposizione cinematografica di un capolavoro del genere? Ovvio che no, e infatti il regista Richard Linklater, assieme a personaggi del calibro di Keanu Reeves, Wynona Rider e Robert Downey jr, sfornò il film basato sull’omonimo romanzo. Le vicende sono ambientate in California, e il protagonista, Fred Actor, coabita con un gruppo di smidollati assuefati dalla sostanza M, una letale droga in grado di “scindere” i due emisferi celebrali del cervello, separando sentimenti e emozioni dalla parte razionale della mente. In realtà Fred è un poliziotto infiltrato che deve sorvegliare Barris, il trafficante di droga con cui vive; durante i rapporti poi alla stazione polizia Bob (il reale nome di Fred) indossa una speciale tuta in grado di far assumere a chi la indossa milioni di fisionomie differenti, confondendole e mescolandole tra loro in modo da rendere impossibile l’identificazione dell’indossatore. Tale espediente viene utilizzato anche dai colleghi di Bob, in modo che nessuno possa spifferare sull’identità degli infiltrati. Sfortunatamente il povero Fred/Bob finirà per diventare dipendente dalla sostanza M, e comincerà a perdere il contatto con la realtà, non sapendo più distinguere il falso dal vero. Un vero e proprio smarrimento che poterà il malcapitato in una comunità di recupero in Messico, dove poi verrà a galla tutta la verità.
Quello che colpisce a primo impatto della pellicola è la particolare tecnica del rotoscope, in grado di fornire connotazioni cartoon a un filmato reale. Una tecnica efficace, che coinvolge fin da subito nell’atmosfera del film, il quale, tra situazioni buffe, deliranti dialoghi filosofici e crisi d’astinenza oscilla tra il tragico e il comico. Tutto questo calderone lascerà lo spettatore disorientato, ma l’intento del regista è proprio questo: far immedesimare chi guarda il film nella mente di Fred/Bob, sempre più confuso, debole e non in grado di connettere: una vera discesa verso l’inferno, rappresentata dalla comunità di recupero messicana.
Nonostante gli eventi si dipanino in maniera lenta e a tratti sia un po’ difficoltoso stare appresso alle strampalate vicende, A scanner darkly resta un titolo di grande interesse, dotato di una profondità non indifferente e che lascia lo spettatore arricchito. Aggiungendo un cast d’eccezione, con un ottimo Keanu Revees calato alla perfezione nella parte, il film di Linklater è assolutamente consigliato

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere