HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Animazione arrow I racconti di Terramare
Domenica 9 Agosto 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
crawl_banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
jumanji2-728x140.png
I racconti di Terramare PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Monica Cabras   
domenica 29 aprile 2007

I racconti di Terramare
Giappone: 2006. Regia di: Goro Miyazaki Genere: Animazione Durata: 115'
Interpreti:
Recensione di: Monica Cabras

raccontileggero.jpgMiyazaki, autore regista di alcune dei più conosciuti cartoni animati giapponesi, tra cui "Conan - Ragazzo del Futuro" e "Anna dai capelli rossi", e vincitore dell'Orso d'Oro a Berlino per "La Città Incantata". Dopo un simile pedigree è inevitabile il confronto, e in effetti la prima cosa che colpisce nel vedere la pellicola sono le similitudini con le opere del padre. A cominciare dai tratti somatici dei personaggi, che ricordano quegli eroi con cui è cresciuta tutta la generazione degli anni '70. La passione poi per la magia e per la natura che impregnano fortemente il film è una cosa già vista e amata del grande Miyazaki.
La cosa che colpisce nel vedere il film sono i colori sgargianti, il verde e l'azzurro in particolare che vivacizzano e rendono viva una città che sembra sopravvissuta a una guerra atomica. Tra le rovine di case, cupole di chiese distrutte e strade dissestate la vegetazione cresce rigogliosa e il mare splende di quel suo blu intenso sotto un sole abbagliante. Tutto questo da un senso di pace, ottimismo e speranza, che poi sono anche i punti fondamentali del film. Anche quando sembra che le tenebre ci penetrino l'animo fino a distruggerci dall'interno, c'è sempre un raggio di luce, che se pur fievole ci può riportare sulla retta via. Questo è il messaggio trasmesso. Altra cosa che appassiona sono i personaggi non particolarmente rifiniti nel corpo quanto invece sono accurate e particolareggiate le espressioni e i loro sentimenti, tanto che non si può non entrare in contatto con loro e sentirne le emozioni. La storia poi è coinvolgente e affascinante quanto sanno esserlo le storie di fantasia dove i draghi misteriosi portano la luce e la magia può essere un dono meraviglioso ma anche un'arma potente e distruttiva, che può essere controllata solo con amore e altruismo.
Un film che non delude le aspettative degli amanti del genere, che cadendo nell'inevitabile trappola del confronto non possono non affermare che anche se ha ancora da lavorare per raggiungere la perfezione del suo geniale genitore, Miyazaki Goro ha saputo realizzare una buona pellicola, coinvolgente, divertente e commovente. In ogni caso nulla gli vieta, (e noi glielo auguriamo vivamente!), di prendere una strada diversa da suo padre, creandosi uno stile personale differente ma avvincente, per farci dimenticare la loro parentela.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere