Mercoledì 17 Agosto 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
Faster PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 55
ScarsoOttimo 
Scritto da Dario Carta   
venerdì 11 marzo 2011

Faster
Titolo originale: Faster
USA: 2010. Regia di: George Tillman Jr Genere: Azione Durata: 98'
Interpreti:  Dwayne Johnson, Micaela Johnson, Billy Bob Thornton, Carla Gugino, Maggie Grace, Jennifer Carpenter, Tom Berenger, Moon Bloodgood, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Matt Gerald, Courtney Gains
Sito web ufficiale: www.faster-movie.net
Sito web italiano: www.sonypictures.it/film/faster
Nelle sale dal: 15/04/2011
Voto: 5
Trailer
Recensione di: Dario Carta
L'aggettivo ideale: Riletto
Scarica il Pressbook del film
Faster su Facebook

FasterAccondiscendenza e indulgenza possono a volte accompagnare i prodotti in vendita sul mercato dello spettacolo,come in un bazaar di ampia disponibilità alle merci per palati di facile soddisfazione.
Dwayne Johnson è un consumato residente nei botteghini di distribuzione dei tickets d'ingresso agli showcases del cinema dell'avventura minore,con compagni come Jason Statham e Vin Diesel,nipoti d'arte del Governatore della California nel fisico,ma non nello spirito.

Incastrata fra "Doom" e "Il re scorpione",la "corsa a Witch Mountain" non è servita a Johnson a recuperare le posizioni di "Be Cool",forse unico termine di onore e gloria di un trono abdicato a beneficio di un volumetrico cinema di sola carne. Appesantito da un vago senso di determinismo morale,"Faster",una regia di George Tillman Jr,è una meditazione ibrida sull' umano riscatto,la vendetta e la salvezza di un individuo.

Sono tre  termini che il regista lascia galleggiare su una superficie di vacuità filmica di un racconto da cui non trapela alcuna densità creativa. Driver (Dwayne Johnson),esce di galera dopo dieci anni di reclusione per rapina.
Non varca i cancelli del carcere,che già corre incontro  alla vendetta verso chi gli ha ucciso il fratello anni prima.
La sua pista si incrocia con quella di Cop (Billy Bob Thornton),poliziotto a due passi dalla pensione,ma tossicodipendente e per questo allontanato dalla sua famiglia,e di Killer,ricco e vizioso criminale (Oliver Jackson-Cohen),assoldato da una misteriosa figura per impedire a Driver di portare a termine la sua vendetta. Non compare nulla in fatto di novità sulla scena di questo lavoro confezionato nei canoni usuali di un action movie di ordinaria manifattura.

A chi raccoglie qualche memoria delle pagine della trilogia western di Leone,non sfuggirà un sospetto di reato nella lunga introduzione al film (17 minuti),troppo ammiccante ai paragrafi in apertura del "Buono,il brutto,il cattivo",con tanto di titolazione personalizzata ("Driver", "Cop" e "Killer").
La suoneria del cellulare del cattivo,confermerà il sospetto,sulle note del tema di Morricone.
"Faster" è un film che il suo regista vorrebbe rivestito di quell'abito psicologico necessario per consentirgli l'accesso ad un'apparenza analitica,ma sono proprio la struttura,l'energia e il respiro,che tolgono al film lo spessore di un'ispezione interiore di personaggi che si arenano nelle secche di figure già viste e conosciute prima,in mille altri luoghi.

"Faster" è scandito dal ritmo abituale dei revenge movies,impostato sui clichès masticati a noia nelle cucine degli Studios dello smercio. Killer e Cop sono incaricati da Tillman di conferire al racconto un sottotesto,ma l'intento si blocca spaesato in ombre di personaggi inconsistenti,in una trama di poco tessuto.
Il crescendo imposto dal regista alla narrazione,passata la prima ora del film,in un processare verso il climax finale del confronto a tre (ancora Leone?),non sortisce l'effetto sperato e l'obiettivo è mancato di buona misura.

Nel suo film,Tillman non fissa lo spessore dei protagonisti,indulgendo sul movimento figurativo e sonoro ( Iggy and the Stooges,Kenny Rogers,fino a Blind Willie Johnson),ma perdendo di vista l'anima dei personaggi.relegati ai margini di un dramma senza brividi che implode in un nullismo narrativo,nonostante la sua ambizione.

 

Commenti  

 
-1 #1 Umberto 2011-04-20 03:49
Senza sprecare troppe parole: è la tipica recensione/masturbazione in cui il solito critico frustrato ed insoddisfatto si autocompiace nel criticare un ottimo film (volgarmente "filmone"), oltre che nel trovare l'espressione nauseantemente ricercata a puro fine di esercizio retorico. Esercizio che non riesce a, e non potrebbe, nascondere la pochezza delle motivazioni alla base del giudizio e del critico stesso. Incompetente.
Giudizio sintetico? La classica recensione che ti avrebbe fatto perdere un gran bel film, se , per caso, l'avessi letta prima.
Film: 9/10.
Recensione 1/10.
Citazione
 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere