Giovedì 6 Ottobre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
L'uomo con i pugni di ferro PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 16
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
venerdì 10 maggio 2013

Titolo: L'uomo con i pugni di ferro
Titolo originale: The Man with the Iron Fists
USA: 2012. Regia di: RZA Genere: Azione Durata: 96'
Interpreti: Rza, Gano Grills, Eli Roth, Rick Yune, Russell Crowe, Lucy Liu, Pam Grier
Sito web ufficiale: www.universalstudiosentertainment.com/man-with-the-iron-fists-the
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 09/05/2013
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Liberatorio
Scarica il Pressbook del film
L'uomo con i pugni di ferro su Facebook

luomo_con_i_pugni_di_ferro_leggero.png“Quando forgi un’arma ti servono tre cose: il metallo giusto, una temperatura di 400 gradi e qualcuno che vuole uccidere. Qui nel Villaggio Selvaggio le abbiamo tutte e tre”. Questo è l’incipit col quale inizia “L’Uomo con i Pugni di Ferro”, che conferisce il tono di tutto il film.
Al suo debutto dietro la macchina da presa, RZA ricopre un ulteriore triplice ruolo: quello di sceneggiatore, insieme a Eli Roth, di attore, alla sua prima interpretazione come protagonista, e compositore delle musiche, affiancato da Howard Drossin.

Nel Villaggio Selvaggio clan rivali si danno battaglia per l’affermazione del proprio territorio.
È il fabbro a forgiare le loro armi sanguinarie e lo fa con uno scopo ben preciso: raggranellare il denaro necessario per lasciare quel luogo violento con la sua amata Lady Seta.
Quando si viene a sapere che un grosso quantitativo di lingotti d’oro arriverà al villaggio, gli animi si smuovono.
Il capo del Clan dei Leoni viene ucciso a tradimento dal suo braccio destro, Leone d’Argento che, preso il suo posto, trama per rubare l’oro. Sulla sua strada si frapporrà Zen Yi, figlio del capo assassinato.

La pellicola è attraversata da strepitose e visivamente appaganti sequenze d’arti marziali, eseguite da alcuni tra i maestri delle discipline mostrate dal regista e congegnate dal coreografo di fama mondiale Corey Yuen, confermando che alla creatività non c’è mai fine quando un lavoro si mette nelle mani di un talento.
La squadra di tecnici si avvale della bravura del direttore della fotografia Chan Chi Ying. La colonna sonora vede una coesione ben bilanciata tra le musiche composte da RZA e Drossin e le canzoni di artisti come The Black Keys, Kanye West, Isaac Hayes e molti altri. I due compositori hanno dato vita a delle sonorità perfette per ogni momento della narrazione.
La musica accompagna lo sguardo in simbiosi con le immagini, producendo “una sorta di film sonoro”, come definisce RZA le sue composizioni.

Prima di essere un rapper famoso, tra gli anni ’70 e gli ’80, Robert Fitzgerald Diggs ha fatto una gran scorpacciata di film sulle arti marziali, accrescendo la sua passione verso questo genere. Con questa pellicola realizza un progetto immaginato da tempo. Sul set di “Kill Bill Volume 1” – per il quale ha composto le musiche – RZA si convince che farà il film da lui tanto desiderato. “La provenienza di questo film è da rintracciare in un ragazzo, che si rifugiava nella cinematografia e che ora ha realizzato davvero il film che tanto ha sognato” spiega a tal proposito il produttore Marc Abraham.
Per quanto riguarda gli interpreti, visti i personaggi variegati che affollano il Villaggio Selvaggio, scegliere gli attori ha portato il regista e la produzione ad avvalersi di una rete che va dalla Cina all’America, dall’Australia al Vietnam. Per il ruolo di Jack/Mr. Coltello è stato chiamato Russell Crowe, amico del regista, fin dall’incontro sul set di “American Gangster”.
Con “L’Uomo con i Pugni di Ferro” RZA ha voluto rendere omaggio ai maestri leggendari che gli hanno fatto amare questo genere, tra questi c’è Gordon Liu, uno dei suoi eroi, al quale ha proposto di partecipare al film nei panni del vecchio monaco, mentore del protagonista. Il regista è stato meticoloso con gli stili di combattimento, richiedendo che ogni scontro fosse diverso dall’altro e che ipnotizzasse lo spettatore. Per gli amanti dei combattimenti, questo film è una vera manna.
Molto bella la sequenza d’azione che vede scontrarsi i Gemelli Killer e il Clan dei Leoni nella locanda. Non solo le coreografie, ma anche le inquadrature enfatizzano l’evento, con una ripresa poetica dall’alto a perfetta conclusione della sequenza.

“L’Uomo con i Pugni di Ferro” non mette in evidenza unicamente la forza e la potenza maschile, ben rappresentata è anche l’energia femminile: donne che solo in apparenza subiscono passivamente, ma che al momento opportuno tirano fuori gli artigli. Nella pellicola si possono riscontrare parecchie peculiarità di un altro genere: l’heroic bloodshed (eroico bagno di sangue). Se non ci sono tutori della legge e killer che si fronteggiano come nei primi film di John Woo, al quale si fa risalire la nascita del genere sopracitato, c’è l’elemento centrale, la violenza, lo sconfinamento dell’unico difensore della legge nell’amoralità della figura negativa e la vendetta.
Il sangue che sgorga dai corpi diventa, nelle sapienti mani di RZA, persino coreografico in alcuni momenti, tracciando dei disegni. Il bagno di sangue è una sorta di liberazione metaforica per i personaggi. Altri aspetti presenti sono l’approfondimento dello spettro emotivo del protagonista e di un dramma che esige vendetta.
Il regista ha attinto da tutto il cinema fagocitato negli anni, dai film hongkonghesi a quelli di Quentin Tarantino, realizzando la sua personale visione, che potrà piacere o meno, ma non si può dire che non sia elaborata e curata in ogni sua parte.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere