HOME arrow Fantascienza arrow Mad Max: Fury Road
Lunedì 8 Agosto 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
Mad Max: Fury Road PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 48
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
venerdì 15 maggio 2015

Titolo: Mad Max: Fury Road
Titolo originale: Mad Max: Fury Road
USA, Australia 2015 Regia di: George Miller (II) Genere: Azione Durata: 120'
Interpreti: Tom Hardy, Charlize Theron, Rosie Huntington-Whiteley, Zoë Kravitz, Nicholas Hoult, Riley Keough, Nathan Jones, Josh Helman, Hugh Keays Byrne, Debra Ades, Abbey Lee, Angus Sampson, Megan Gale, Courtney Eaton, Melissa Jaffer, Richard Norton, John Howard
Sito web ufficiale: www.madmaxmovie.com
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 14/05/2015
Voto: 7
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Rinvigorente
Scarica il Pressbook del film
Mad Max: Fury Road su Facebook

madmaxfuryroad_leggero.pngLa serie post-apocalittica creata quasi per caso dal suo ideatore e regista George Miller è iniziata nel 1979 con “Interceptor” (Mad Max), proseguita nel 1981 con “Interceptor – Il guerriero della strada” e conclusasi nel 1985 con “Mad Max – Oltre la sfera del tuono”.
Questa trilogia ha riscosso un notevole successo tanto all’uscita in sala dei tre film quanto in home video.
Oggi a 30 anni di distanza George Miller riprende il suo progetto e rimette su strada il suo leggendario protagonista.

Ossessionato dal passato, Max Rockatansky viaggia da solo per le strade desertificate del globo. Viene però catturato dai Figli della Guerra - alle dipendenze di Immortal Joe, che governa con tirannia la Cittadella - e usato come sacca di sangue vivente.
L’imperatrice Furiosa fugge col prezioso tesoro di Immortal Joe e questi lancia i suoi uomini all’inseguimento. Max liberatosi dalle catene si convince ad aiutare Furiosa.
La guerra ha inizio. “Mad Max Fury Road” mantiene inalterate le tematiche presenti nella trilogia.

La pellicola mette subito in luce la manipolazione della volontà altrui attraverso il possesso di un bene fondamentale per l’essere umano: l’acqua, a cui si aggiungono il carburante, la vegetazione, il cibo. Di immediato impatto è la sequenza in cui dall’alto della sua postazione Immortal Joe apre i tubi dell’acqua che come una cascata arriva sulla gente sottostante, la quale cerca con barattoli e secchi di fortuna di raccoglierne quanta più possibile. Solo pochi attimi per dissetarsi e sentirsi dire dal tiranno che non bisogna lasciarsi condizionare dal desiderio dell’acqua, instillando l’idea che non sia necessaria.
Certo non parla per lui che la utilizza per i suoi scopi strettamente personali. In tutto ciò ritroviamo un Mad Max inasprito dal passato, inizialmente determinato solo a salvarsi la vita, scettico sul possibile cambiamento della situazione vigente. L’incontro con Furiosa attiva quel mutamento interiore che lo porta a lottare per lei e il tesoro che protegge.
In questa pellicola sono presenti elementi del film d’exploitation: sesso e violenza. Sono parte integrante e di un certo peso immagini e simboli che richiamano il sesso in momenti non necessari, che procurano, però, più di un sorriso.
Lo sguardo maschile apprezzerà. Poi le uccisione di uomini come fossero semplici figure interscambiabili fanno la loro parte.

La pellicola è un’interminabile serie di battaglie su strada con mezzi corazzati e motociclette che si inseguono.
Il ritmo non cede mai il passo e grazie all’ottimo utilizzo della musica - a scandire ogni momento degli scontri - la concentrazione dello spettatore è sempre alta. Un particolare che farà divertire i più è l’uso della musica diegetica.
Quella che sembra in alcune sequenze una musica di commento, proveniente da un altrove che i personaggi non odono, si scopre essere diegetica, quando viene inquadrato un carro con su un chitarrista vestito con una tutina rossa e grossi alto parlanti alle sue spalle, che la diffondono.
“Mad Max Fury Road” ha diversi elementi ben confezionati, da supplire ai pochi che appaiono solo un pretesto, una strizzatina d’occhio, non necessaria alla narrazione, ma sicuramente voluta dal suo creatore proprio per questo: per creare una dicotomia.

Trailer



 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere