HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Azione arrow Sin City - Una donna per cui uccidere
Domenica 28 Febbraio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Sin City - Una donna per cui uccidere PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 36
ScarsoOttimo 
Scritto da Emanuele Sacchi   
venerdì 03 ottobre 2014

Titolo: Sin City - Una donna per cui uccidere
Titolo originale: Annabelle
U.S.A.: 2014. Regia di: Frank Miller, Robert Rodriguez  Genere: Azione Durata: 102'
Interpreti: Mickey Rourke, Jessica Alba, Josh Brolin, Joseph Gordon-Levitt, Rosario Dawson, Bruce Willis, Eva Green, Powers Boothe, Dennis Haysbert, Ray Liotta, Stacy Keach, Jaime King, Christopher Lloyd, Jamie Chung, Jeremy Piven, Christopher Meloni, Juno Temple, Marton Csokas, Jude Ciccolella, Julia Garner, Lady GaGa
Sito web ufficiale: www.sincity-2.com
Sito web italiano: www.sincity3d.it
Nelle sale dal: 02/10/2014
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Emanuele Sacchi
L'aggettivo ideale: Riuscito
Scarica il Pressbook del film
Sin City - Una donna per cui uccidere su Facebook

sin_city_2-leggero.pngDopo nove anni trascorsi a rimandare il progetto per contraccolpi finanziari (l'insuccesso dell'operazione Grindhouse con Tarantino) e ripensamenti, Sin City 3D - Una donna per cui uccidere approda sugli schermi come se nulla o quasi fosse cambiato dal tempo del primo episodio.

Fedeltà rigorosa alla graphic novel originaria, con additivi concepiti ex novo da Frank Miller in continuità di spirito e plot, stessa estetica e cast con qualche cambiamento forzato (Josh Brolin per Clive Owen, Jamie Chung per Devon Aoki).
Il "quasi" è rappresentato dal 3D, ormai immancabile nelle produzioni ad alto budget, che risulta stranamente forzato, quasi ossimorico per illustrare le sporche faccende di Basin City. Difficile infatti concepire un'opera più orgogliosamente bidimensionale del fumetto di Frank Miller - incentrato sulla stilizzazione delle silhouette e sui chiaroscuri, sui tratti netti - e un film meno adatto al 3D di quello di Rodriguez, dominato dai primi piani e raramente in cerca di una profondità nella direzione dello spettatore.

Al contrario sembrano ricercare tutt'altro effetto le sequenze più riuscite di Sin City, a partire dal tuffo "speculare" di Ava Lord/Eva Green (non eccezionale il doppiaggio italiano, che cambia il nome del personaggio in Eva, come l'attrice che lo interpreta, quando era Ava Gardner la prima ispirazione) sviluppato orizzontalmente e non verticalmente. 3D a parte, Sin City 3D - Una donna per cui uccidere è ciò che il pubblico della Sin City più grande, quella intorno a noi, chiede a gran voce: donne stupende dalle curve mozzafiato, generosamente discinte e irrimediabilmente sexy, sia quando indifese che quando letali; eroi che calpestano la legge per inseguire brandelli di principi o vendette personali secondo un personale concetto di giustizia; villain privi di scrupoli, spietati e moralmente abbietti.

La formula più antica del mondo, immancabilmente tacciata di misoginia, senza che sia mai messa in discussione da Rodriguez/Miller la visione totalmente maschile della vicenda e il gioco postmoderno (come si diceva un tempo) sugli stereotipi del noir hollywoodiano: una femme fatale tratteggiata unendo i puntini, come in un gioco enigmistico, perché stilizzazione di uno stereotipo, rivissuto attraverso una doppia crossmedialità (cinematografica e fumettistica).

Pretendere verosimiglianza, pari opportunità o una visione equilibrata suona ridicolo prima ancora che fuori contesto.
È altrove che si misura la riuscita o meno del film di Rodriguez: nel bilanciamento delle sue sezioni, riuscito, nella forza dei personaggi (Eva Green perfetta per il ruolo, così come Brolin, Rourke e i mille caratteristi, mentre Jessica Alba denota tutti i suoi limiti nell'episodio più debole del lotto), nell'impatto e nel coinvolgimento della componente action (inferiore al primo episodio). Ma soprattutto nella risposta alla domanda principale: il pubblico ha ciò che vuole dopo un viaggio nella sudicia Città del Peccato? Perché se la risposta è sì, forse il processo alle intenzioni, con annesse le sue capziosità, merita una sospensione.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere