HOME arrow HOME VIDEO: arrow Azione arrow Skyscraper (Blu Ray)
Martedì 11 Dicembre 2018
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
jurassic_world_il_regno_distrutto_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Il caso Fitzgerald News
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Prossimamente
Skyscraper (Blu Ray) PDF Stampa E-mail
Scritto da Luca Orsatti   
domenica 02 dicembre 2018

Titolo: Skyscraper
Titolo originale: Skyscraper

Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 14 Novembre 2018.

Il film.
Un grattacielo alto oltre un chilometro, al cui confronto il vecchio Empire di Kong pare una villetta bifamiliare, ed il tantoskyscraper_blu_ray.jpg esagerato Burj Khalifa di Dubai come un ostacolo ambizioso, ma abbondantemente superato. Ad Hong Kong viene inaugurato il grattacielo non solo più alto al mondo, bensì il più sicuro ed avveniristico. Will, corpulento ex soldato ed agente FBI congedato dopo aver perso metà di un arto in un attentato, viene incaricato tramite un altro suo ex collega sopravvissuto, di presiedere il controllo di sicurezza i giorni prima della inaugurazione. Per questo vi si reca con moglie e due figlioletti, non sapendo che è stato organizzato un attentato volto a distruggere l’ambiziosa opera architettonica, e a rendere colpevole di tutto ciò egli stesso....
L’esperto di commedie da pronto incasso Rawson Marshall Thurber si butta sull’avventura e l’adrenalina da altezza, anzi vertigine, e tenta di riprodurre l’atmosfera altamente incandescente che opere basilari ed anche indimenticabili produssero attraverso le majors nei decenni precedenti. "Inferno di cristallo" è il riferimento, anche se qui manca il cast “all star” e molto altro, ma anche "Trappola di cristallo" del mitico John Mc Tiernan con quello splendido personaggio di John McClane e consorte sono assai lontani, pur se la volonterosa coppia composta dal colosso Dwayne Johnson e Neve Campbell, reagisce con dignità alla malvagità e all’organizzazione impeccabile di una banda di malviventi armata sino ai denti.
Peccato che tutto risulti così perfetto ed avveniristico, dal grattacielo all'organizzazione criminale, da togliere l’emozione, la meraviglia, e pure quel sano senso di vertigine che, sin dalla locandina, pareva un valore aggiunto su cui poter francamente contare. E Johnson, più che puntare all’ironia del personaggio esemplare di Willis, punta inesorabilmente alla propria fisicità da nuovo Swarzy quale effettivamente è, premiandosi una volta in più al botteghino, presso cui ormai non sbaglia mai un colpo. Un giocattolone impecccabilmente confezionato, ma senza vero istinto né capacità, probabilmente, di creare qualla emozione genuina che i due citati e notissimi predecessori, riuscivano invece largamente a far propria....

Video.
Il film prodotto da Legendary Entertainment e distribuito da Universal Pictures viene presentato nel formato di 2,40:1 con codifica a 1080 p. Il packaging, come da tradizione, è una semplice Amaray, graficamente accattivante ma priva di Artwork interno. All'interno della confezione troviamo una cartolina contenente le indicazioni per partecipare al concorso Ready for action e un codice univoco necessario per la partecipazione. "Skyscraper è stato interamente girato in digitale con telecamere Arri Alexa 65, Arri Alexa mini e Arri Alexa XT Plus. Successivamente riversato su tre Master Intermediate differenti: 2.8K, 3.4K e 6.5K. Tutto questo, unito a un Bitrate medio corposo che si attesta sui 28 Mbps, ci forniscono un disco dalla qualità entusiasmante, con un quadro video estremamente ricco di informazioni. Tutto è riprodotto con una dovizia di particolari che denota un lavoro certosino svolto in fase di encoding. Riusciamo a cogliere con grande facilità gli oggetti in primo e secondo piano, le ferite sui volti, la barba trasandata, le texture dei vestiti, il sudore, gli oggetti d'arredo e persino i granelli di polvere durante le scene più concitate. I colori sono sempre luminosi e corposi per tutta la durata del film, con una predominanza di blu che, in più situazioni, trasmette una sensazione di freddo.
La prima parte del film, dove gli effetti in CGI sono praticamente inesistenti, è portentosa. Ci troviamo così dei neri perfetti, ricchi di ombre che donano all'immagine un piacevole senso di profondità. Tuttavia, quando lo spettacolo si sposta all'interno e diventa ovvio che un certo numero di scene sono state girate sullo schermo verde, l'immagine, tende ad assumere una tinta "grigio scuro" insolita che in più punti perdere di smalto. Sono situazioni che si possono cogliere solo in alcune sequenze e che non vanno a rovinare la visione complessiva che resta ottima e appagante. Anche per "Skyscraper" si consiglia la visione su grandi schermi!

Audio.
Comparto audio composto
da quattro tracce: Italiano, Francese, Spagnolo Dolby Digital Plus 7.1, Inglese Dolby Atmos. La traccia in lingua italiana è potente e dalla buona dinamica e riesce a rendere coinvolgente ogni situazione. Certo non si può paragonare a qualla in lingua originale però se la cava in modo egregio. Nelle molteplici scene d'azione riscontriamo ottimi effetti di ambienza con un uso massiccio di tutti i canali che intervengono repentinamente ricreando un campo sonoro preciso e ricco d'informazioni. Tutte le scene, dove l'adrenalina sale, vengono rese al meglio e in più di un'occasione si posso cogliere anche i rumuri più fini. L'uso del Subwoofer è prepotente, e ogni qualvolta entra in azione, sferra colpi allo stomaco dello spettatore. Canale centrale impeccabile che regala dialoghi puliti anche nelle stiuazioni concitate!

Extra.
Extra corposi e sfiziosi, con circa quaranta minuti di materiale da visionare:
"Scene eliminate con il commento del regista Rawson Marshall Thurber" (12,07′)
"Scene prolungate con il commento del regista Rawson Marshall Thurber" (10,17′)
"Dwayne Johnson: impersonare un eroe" (4,04′) Featurette dove ci viene mostrato come Dwayne Johnson è riuscito a portare in scena l’intenso personaggio di Will Sawyer.
"Ispirazione" (4,12′) Featurette che ci parla dell'incontro tra Johnson e Jeff Glasbrenner, una vera persona amputata. Questo ha permesso e aiutato, attreverso la sua consulenza, Johnson di interpretare al meglio il personaggio di Dwayne.
"Forze contrastanti" (2,35′) Featurette che ci illustra la preparazione di Neve Campbell e Hannah Quinlivan per poter combattere al meglio durante le scene d'azione.
"Non più amici" (3,21′) Dietro le quinte dell’intensa scena di lotta nell’appartamento tra Dwayne Johnson e Pablo Schreiber, i due ex amici, Will e Ben.
"Ragazzini in azione" (2,40′) Sul set con Noah Cottrell e McKenna Robert per scoprire le mosse dietro i loro stunt.
"Un ananas per dire si" (1,38′) Senti da Dwayne Johnson come il regista/scrittore Rawson Marshall Thurber ha riassunto per lui l’idea di Skyscraper.
"Commento al film del regista Rawson Marshall Thurber"

Trailer
 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Non ci resta che vincere
Tito e gli alieni
Perfetti sconosciuti
Il sacrificio del cervo sacro
Orecchie
Searching
Una vita spericolata
E' nata una stella
La terra dell'abbastanza
Dante va alla guerra
BlacKkKlansman
The Infiltrator
La profezia dell'armadillo
Sulla mia pelle
Gotti – Il Primo Padrino
Il tuttofare
The End? L'inferno è fuori
Ride
Io sono tempesta
Io c'è
Stronger, io sono più forte
Schegge di paura
Broadway Danny Rose
Il giovane Karl Marx
Come un gatto in tangenziale
La truffa del secolo
La truffa dei Logan
Monitor
Dogman
Un sogno chiamato Florida
Ippocrate
End of Justice - Nessuno è innocente
Ogni maledetta domenica
Paterno
Made in Italy
Rimetti a noi i nostri debiti
Abracadabra
Benvenuto in Germania
Avengers: Infinity War
I segreti di Wind River
Molly's Game
Il premio
Tonya
Strange Days
Omicidio al Cairo
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere