Venerdì 26 Febbraio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Spectre - 007 PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 18
ScarsoOttimo 
Scritto da Luca Orsatti   
lunedì 02 novembre 2015

Titolo: Spectre - 007
Titolo originale: Spectre
USA 2015 Regia di: Sam Mendes Genere: Azione Durata: 148'
Interpreti: Daniel Craig, Léa Seydoux, Ralph Fiennes, Ben Whishaw, Naomie Harris, Dave Bautista, Christoph Waltz, Monica Bellucci, Andrew Scott, Rory Kinnear, Jesper Christensen, Detlef Bothe, Brigitte Millar, Marc Zinga, Stephanie Sigman, Alessandro Cremona, Peppe Lanzetta
Sito web ufficiale: www.007.com
Sito web italiano: www.007spectre.it
Nelle sale dal: 05/11/2015
Voto: 6,5
Recensione di: Luca Orsatti
L'aggettivo ideale: Tradizionale
Scarica il Pressbook del film
Spectre - 007 su Facebook

spectre_leggero.pngUna cosa che non sfuggirà senz’altro guardando Spectre è che il concetto di tempo è centrale. Tempo che passa, epoche che si avvicendano. Riprendendo il discorso approntato in Skyfall, qui si fa ancora più leva su tale elemento, quasi che la serie interrogasse sé stessa circa la proponibilità di una saga che oramai i cinquant’anni li ha superati.
In un mondo in cui le informazioni sono a portata di mano più o meno a chiunque, come mai prima d’ora, ha ancora senso una sezione come la doppio zero?
Spectre, è vero, per certi versi è più incisivo a porre la questione che a dirimerla, e questo James Bond numero 24 pare più una via di mezzo in attesa della bomba Skyfall anziché il suo successore. Nel bene o nel male, infatti, la seconda iterazione della serie diretta da Sam Mendes è altra cosa rispetto al primo, chi perciò si aspettasse uno Skyfall 2 farà bene a rivedere le proprie priorità. Laddove il penultimo 007 rappresenta un'evoluzione tremendamente accattivante, tutt'altra che avulsa dalle origini ma in una veste inedita, più in linea coi tempi, a 'sto giro ci troviamo dinanzi ad un episodio più convenzionale.

Un bene? Un male? Trattasi di domande che non esauriscono il discorso, né si avvicinano a farlo. Spectre è più asciutto, riappropriandosi di certi cliché della saga senza troppo girarci intorno, per cui, più che delle eventuali sorprese, è del viaggio, dei continui spostamenti dello spericolato Bond che s'ha da godere. Al centro della trama abbiamo un gruppo di altissimo livello, lo Spectre, che sta lavorando per accentrare in un unico organo tutti e nove i servizi segreti sparsi per il mondo: un'entità dotata di un potere assurdo, che non dovrà rispondere a nessuno. Manco a dirlo, è nuovamente Bond a vederci più lungo di tutti, ancora una volta indisciplinato, votato alla risoluzione del caso quasi per lui fosse un riflesso incondizionato.
Ma è ancora sull'asse vecchio/nuovo che ci si muove, perciò attenzione anche a certe chicche, certi rimandi, sia interni alla storia di questo specifico 007 che pure qualche concessione alla saga tutta. D'altra parte, come lascia chiaramente intendere il titolo, Spectre è anche un film di fantasmi, ovvero persone appartenenti ad un passato che, volente o nolente, Bond ha dovuto rimuovere. Peccato che su questo versante la sceneggiatura non riesca a convogliare con maggiore convinzione le qualità insite in un incipit del genere: 007 qui non si batte solo col villain di turno bensì con tutti coloro che si è lasciato alle spalle, della cui scomparsa è, per un verso o per un altro, responsabile. Un territorio che purtroppo resta per lo più inesplorato, oltre ad un Bond che dà l'impressione di essere un pelo più logorroico del solito.

Tuttavia il mood è lì e non bisogna nemmeno sforzarsi troppo per coglierlo. Notevole la partenza, immancabilmente rocambolesca, a Città del Messico; raffinato il segmento a Roma; il resto del film delega sempre meno alle location per concentrarsi sui personaggi, oltre a Craig la Seydoux. Anche qui, per lo più regolare amministrazione, sebbene, tastando il polso di Spectre, è innegabile che il battito tenda ad essere quello giusto, prerogativa che sino ad ora, nel corso Daniel Craig, è mancata solo a Quantum of Solace. Ecco, Spectre, che eppure si colloca un gradino sotto rispetto a Casino Royale, dunque ancora più in là rispetto a Skyfall, resta comunque sopra il capitolo del 2008. Più incline ad uno schema decisamente tradizionale, dove esplosioni e scazzottate vengono intervallate da pillole inerenti lo sviluppo della vicenda, giusto per portare avanti la storia quel tanto che basta.

Insomma, di questo 007 resteranno delusi solo coloro che ancora non hanno smaltito la seppur comprensibile sbornia post-Skyfall. Gli altri potrebbero serenamente godersi un buon action, che, forse paradossalmente, rischia non poco nel non manifestare troppe pretese dopo il successo riscosso tre anni fa.
Spectre perciò è anzitutto intrattenimento, prendere o lasciare. Altrove avremmo anche potuto avere da ridire verso certi passaggi forzati, solo che qui la natura del prodotto consente quel briciolo di leggerezza che in taluni frangenti emerge attraverso licenze umoristiche, british, dunque controllate. La classifica, per chi è addentro a certe cose, l'abbiamo stilata sopra. Confermando una chiave di lettura che denota una certa sensibilità al cambiamento in atto, qui riversato nel modo di fare spionaggio, ma che in realtà tende ad andare ancora più in profondità. Ecco perché, malgrado tutto, Spectre resta comunque un interessante 007, il cui valore è attenuato giusto da chi l'ha preceduto, tutto qui.

Trailer



 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere