HOME arrow IL CINEMA ASIATICO arrow Azione arrow The Machine Girl
Martedì 27 Ottobre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
The Machine Girl PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 8
ScarsoOttimo 
Scritto da Nicola Picchi   
domenica 08 giugno 2008

The Machine Girl
Titolo originale: The Machine Girl
Giappone: 2008. Regia di: Noboru Iguchi Genere: Azione Durata: 96'
Interpreti: Minase Yashiro, Asami, Ryosuke Kawamura, Nobuhiro Nishihara, Kentaro Shimazu
Sito web:
Voto: 6
Recensione di: Nicola Picchi

machine_girl_leggero.jpegAmi vive con il fratello più giovane, Yu, ed è l’unica a prendersi cura di lui da quando i loro genitori si suicidarono perché sospettati d’omicidio. Quando Yu e il suo amico Takeshi vengono uccisi da una banda di studenti capitanata da Kimura Sho, viziato primogenito di una famiglia di yakuza, Ami giurerà di vendicarlo ad ogni costo. Dopo un primo scontro in cui rimarrà mutilata di un braccio la giovane Ami, con l’aiuto di Miki e di suo marito, genitori di Takeshi, riuscirà ad avere la sua vendetta.
E’ singolare che un film come “The Machine Girl”, ultimo lavoro dell’irregolare Noboru Iguchi prodotto dalla Nikkatsu, ignori completamente la benemerita tradizione nipponica del cinema cosiddetto “estremo”, a favore di una visione più ludica e conciliante. Il disturbante intreccio di sesso e violenza che, per limitarci a tempi più recenti, informava pellicole come la serie degli “Evil Dead Trap”, “Guts of a Virgin” o il letale “Naked Blood” di Hisayasu Sato, appare del tutto abbandonato. Nonostante il genere non sia del tutto estinto, come dimostra l’inguardabile “Crazy Lips” (film che i suoi estimatori osano apparentare a Miike Takashi) o l’ironico “Meatball Machine”, riciclaggio delirante dell’estetica cyberpunk fuori tempo massimo, “The Machine Girl” guarda altrove, e precisamente alla riesumazione dell’exploitation messa in atto dal duo Tarantino/Rodriguez, nonchè agli esordi ipersplatter di Peter Jackson, con “Bad Taste” e “Braindead”.
Il risultato è un curioso ibrido transculturale, una sorta di crossover che, attraverso la struttura da revenge-movie unita a numerose strizzatine d’occhio, vuole essere in primis un omaggio a Tarantino e a “Kill Bill”. E’ quantomeno paradossale che un’opera che omaggiava decenni di cinema giapponese debba essere assunta come modello di riferimento da un regista nipponico, in un gioco di specchi che potrebbe estendersi all’infinito o, come direbbero i più colti, in un’estenuante mise en abyme, eppure la genuflessione è evidente sin dai titoli di testa in stile anni ’70 (A Tokyo Shock Production!), per tacere del fatto che la famiglia Kimura sostiene con un certo orgoglio di discendere dai ninja del clan di Hattori Hanzo.
La giovane Ami, rigorosamente abbigliata da studentessa di scuola media, se ne va in giro con una mitragliatrice innestata nel moncherino, emula della Rose McGowan di “Planet Terror”, ma non disdegna, quando il gioco si fa duro, di ricorrere alla sega elettrica o alla più tradizionale katana.
Malgrado “The Machine Girl” sia girato con un budget ridotto all’osso ed alcune delle attrici protagoniste, come Asami, e lo stesso regista provengano dall’ambiente dei pinku eiga, il risultato è senz’altro meritevole di una visione. Il tono è quello leggero della commedia e, nonostante le fontane di sangue che inondano l’obiettivo e il profluvio di arti mozzati, le teste tagliate, il sushi di dita umane, e persino una una ghigliottina volante e un irresistibile reggiseno rotante alla “Tetsuo”, ha una sua inaspettata levità ed è impossibile non guardarlo con tenerezza. La violenza è esasperata e fumettistica, e perciò innocua, ed in più il film risulta estremamente divertente, pieno di invenzioni visive al limite con la demenzialità e di effetti speciali di buon livello, a patto, ovviamente, di essere estimatori del genere. Minase Yashiro, anche se la recitazione non è certo al primo posto tra le priorità del regista, è un’Ami molto convincente, e anche gli altri attori coinvolti non scendono mai sotto il livello di guardia. L’unico appunto che si potrebbe muovere a Noboru Iguchi è semmai quello di aver realizzato un film troppo consapevolmente orientato verso un’audience internazionale, sacrificando così le proprie peculiarità culturali. Da vedere, in attesa di “Tokyo Gore Police” di Yoshihiro Nishimura, che qui ha curato gli effetti speciali..

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere