HOME arrow ARTICOLI CINEMA arrow Cinema e Cinema arrow Mario Salvucci: Un compositore italiano per l'horror americano!
Sabato 28 Marzo 2015
Cinemalia Menù
HOME
ANTEPRIME GRATUITE
FILM GRATIS
RECENSIONI NOVITA'
RECENSIONI FILM
RECENSIONI DVD
I FILM CHE USCIRANNO
GLI INEDITI
CULT MOVIE SCI-FI
SORRIDI CON NOI
PROSSIMAMENTE
LUOGHI COMUNI
ARTICOLI CINEMA
CINEMA E CURIOSITA'
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI E CINEMA
COLLABORA CON NOI
CONTATTACI
STAFF
FEED RSS
NEWS & RUMORS
SERIE TV
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Newsletter Cinemalia
Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.
Ricevi HTML?
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prossimamente
Mario Salvucci: Un compositore italiano per l'horror americano! PDF Stampa E-mail
Scritto da Federico Albani   
venerdì 28 ottobre 2011

Mario Salvucci: Un compositore italiano per l'horror americano!

Dopo l’esordio nel lungometraggio in “Jessicka Rabid” diretto da M. Reel nel 2010, il compositore italiano Mario Salvucci è sempre più richiesto come firma autorevole negli score statunitensi.
silent-night-zombie-night_leggero.pngA ottobre è uscito in blu-ray “Silent night zombie night” di S. Cain, con il quale Salvucci sta formando un vero sodalizio, in quanto autore anche delle musiche della nuova fatica del regista americano dal titolo “Breath of hate”, interpretato dal noto Ezra Buzzington.

Per “Breath of hate” la colonna sonora passa da sonorità cupe a momenti grotteschi, sviluppando timbriche a metà fra l'elettronica e l'orchestrale.
Altro progetto internazione è “Sand sharks” diretto da Mark Atkins e prodotto dalla Asylum, in cui Salvucci ha giocato con l’elettronica e contaminazioni rock e dance, per sottolineare anche il tono umoristico della pellicola.

Ai recenti progetti americani si affianca anche a un progetto internazionale (ma di produzione italiana) come il documentario “The dark side of the sun” diretto da C. Hintermann (in concorso al Festival del film di Roma), pellicola in cui è costante un dialogo tra il mondo reale (l’esperienza dei bambini al centro del film) e il mondo immaginario, che prende vita attraverso raffinate sequenza in computer animation.
Film-maker e autori italiani escono indubbiamente rafforzati da questo tipo di collaborazioni internazionali e c’è da augurarsi che anche tra produttori e registi si concretizzino progetti che possano trovare spazio in un mercato più vasto di quello nazionale, ormai povero di idee e di validi progetti, se non nel vasto mondo indipendente.

Trailer di “Breath of hate” di S. Cain

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_home_1.png twitter_home_1.png facebook_home_1.png SiteBook


dvdstore_banner.png


Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Box Office
Cenerentola (2015)
Insurgent
Ma che bella sorpresa
Latin Lover
Focus - Niente è come prima
La solita commedia - Inferno
Suite francese
Nessuno si salva da solo
Spongebob - Fuori dall'acqua
La prima volta di mia figlia
In Blu-Ray questo mese
Sin City - Una donna per cui uccidere
I pinguini di Madagascar - Il Film
Joe
Pasolini
Halo - Nightfal
Big Bad Wolves
Nymphomaniac - Director's Cut
Archivio per genere
Sondaggi
Il prezzo dei biglietti aumenta, cosa ne pensi?