HOME arrow PROSSIMAMENTE: arrow Stasera in tv su Italia 1: "World War Z" con Brad Pitt
Venerdì 21 Gennaio 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Stasera in tv su Italia 1: "World War Z" con Brad Pitt PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
giovedì 25 febbraio 2016

Stasera in tv su Italia 1: "World War Z" con Brad Pitt

Italia 1 stasera alle ore 21,10 propone "World War Z", thriller-horror del 2013 diretto da Marc Forster e interpretato da Brad Pitt, Mireille Enos, Daniella Kertesz, James Badge Dale e David Morse.

Trama
In un giorno come tanti altri, Gerry Lane (Brad Pitt) e la sua famiglia si trovano in auto bloccati nel traffico metropolitano.
Lane, un ex-impiegato delle Nazioni Unite, ha la sensazione che non si tratti del classico ingorgo. Il cielo da lì a poco si riempie di elicotteri della polizia, e gli agenti in motocicletta sfrecciano all’impazzata da tutte le parti: la città è in preda al caos.
Ovunque per le strade, orde di persone si avventano ferocemente tra di loro, contagiandosi con un morso di un virus letale che trasforma gli esseri umani in creature irriconoscibili e feroci.
I vicini di casa si rivoltano tra di loro, le persone innocue diventano improvvisamente nemici pericolosi.
Le origini del virus sono sconosciute, mentre il numero delle persone infette cresce di giorno in giorno, raggiungendo rapidamente i livelli di una pandemia globale.
Le ipotesi che questa epidemia possa sopraffare gli eserciti di tutto il mondo ed arrivare a distruggere i governi e le popolazioni, fanno scendere in campo Lane che deve decidere se mettere in salvo la propria famiglia o combattere in prima persona, memore del suo pericoloso passato di agente ONU, nel disperato tentativo di raccogliere informazioni in giro per il mondo su questa terribile epidemia che minaccia la sopravvivenza del genere umano, e fermarla.

Trailer

Considerazioni
Dopo le notizie di un copione pesantemente rimaneggiato in corsa, di riprese aggiuntive, di conflitti quotidiani sul set tra regista e troupe e dei numerosi problemi di budget sorti durante le riprese pensavamo di trovarci di fronte ad un vero disastro, invece World War Z si è rivelato un film godibile, in cui i debordanti effetti visivi utilizzati per gli zombie / infetti, mostrati alla stregua di uno sciame di locuste / formiche, alla fine si sono rivelati coerenti con l'idea di apocalittica pandemia veicolata nel film.
E' anche vero che chiunque si aspetti, un po' ingenuamente, di ritrovare i morti viventi tradizionali afflitti da "rigor mortis" del maestro Romero o le dinamiche della serie The Walking Dead ha decisamente sbagliato film, mentre chi ha apprezzato gli zombie centometristi del remake L'alba dei morti viventi e l'apocalisse zombie con rabbiosi infetti di 28 giorni dopo riuscirà ad apprezzare l'impegno profuso nel tentare di dare più ampio respiro al genere "zombie".
In conclusione, pur non trattandosi di un capolavoro, World War Z supera ampiamente la sufficienza e si dimostra un dignitoso rappresentante del genere capace di regalare dell'intrattenimento di alto profilo grazie anche ad un protagonista, il carismatico Brad Pitt, particolarmente efficace.

Curiosità sul film....
La pellicola è la trasposizione cinematografica del romanzo del 2006 "World War Z. La guerra mondiale degli zombi" scritto da Max Brooks.

È il film di maggior incasso della carriera di Brad Pitt.

Peter Capaldi interpreta un medico dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ed è accreditato come "W.H.O. Doctor". I produttori di film erano a conoscenza, grazie a notizie interne, che Capaldi avrebbe presto interpretato da protagonista la serie tv Doctor Who (2005). La BBC ha annunciato pubblicamente il casting dell'attore due mesi dopo che World War Z era uscito nelle sale.

La sceneggiatura originale di J. Michael Straczynski era molto diversa. Il film sarebbe stato un mockumentary che avrebbe raccontato in una serie di interviste e flashback l'epidemia di zombie a dieci anni dal contagio. Il film avrebbe esplorato i postumi psicologici e i cambiamenti sociali avvenuti (la cremazione diventata nuova norma e la sepoltura diventata un tabù). Marc Foster pensava che la storia di Straczynski fosse troppo intellettuale così ha chiesto a Matthew Michael Carnahan di riscriverla.

Max Brooks ha dichiarato pubblicamente che il film ha ben poco in comune con il suo libro al di là della trama centrale.

"Segen" in ebraico significa letteralmente "Tenente".

Un totale di 85 armi di scena (mitragliatrici, fucili e pistole) a bordo di un trasporto aereo proveniente da Londra e da utilizzare sui set in Ungheria sono state confiscate dai funzionari doganali dell'antiterrorismo di Budapest. Le autorità ungheresi hanno riferito che le pistole potevano essere rese operative ​​semplicemente rimuovendo le viti di riempimento inserite nelle canne. La legislazione ungherese ritiene tale tipo di armi effettivamente innocue solo se il processo per renderle inutilizzabili è irreversibile. Il supervisore alle armi del film, Bela Gajdos, ha commentato che un permesso per le armi era stato rilasciato dalla polizia ungherese. Secondo alcuni articoli l'attore Brad Pitt era "furioso" riguardo al sequestro, ma i produttori hanno riferito che l'incidente non aveva ritardato le riprese.

La sceneggiatura di questo film è stata inserita nella "Black List 2007", un elenco delle migliori sceneggiature in cerca di produttori.

La battaglia per accappararsi i diritti del romanzo di Max brooks ha visto contrapposte Warner Bros. e la Appian Way di  Leonardo DiCaprio contro Paramount e la Plan B di Brad Pitt.

Agli executive Paramount Marc Evans e Adam Goodman non piaceva il montaggio originale (che ha il finale russo) poiché ritenevano che fosse incoerente e brusco. Hanno così reclutato Damon Lindelof per visualizzare un nuovo montggio e lui ha suggerito loro di aggiungere nuove scene per migliorare la coerenza o fare una completa riscrittura del terzo atto.

Il direttore della fotografia originale era Robert Richardson che ha lasciato il film verso la fine delle riprese per iniziare a lavorare su Django Unchained, quindi le riprese sono state completate da Newton Thomas Sigel e nuove riprese sono state girate da Ben Seresin. Richardson in seguito ha voluto il suo nome rimosso dal film perché la pellicola era stata convertita in 3D contro la sua volontà, così quello di Seresin è l'unico nome accreditato.

Ed Harris e Bryan Cranston erano originariamente nel film, ma entrambi hano abbandonato a causa di impegni sopraggiunti.

Damon Lindelof e Drew Goddard hanno riscritto la sceneggiatura nel mezzo delle riprese per creare un intero nuovo terzo atto.

Brad Pitt era più incuriosito dagli aspetti geopolitici del libro e la sua casa di produzione Plan B insieme con la Paramount hanno speso 1 milione di dollari per i diritti cinematografici. Tuttavia ben presto divenne chiaro che gran parte della "geopolitica" a cui Pitt era interessato avrebbe dovuto essere eliminata se volevano che la storia approdasse sullo schermo. Inoltre la società di produzione di Pitt non aveva mai preso un progetto di queste dimensioni, il loro più grande film fino a quel momento era stato l'adattamento Mangia Prega Ama.

Nel libro il "Paziente zero" si trovava in origine in Cina e non in Corea del Sud come si vede nel film.

Durante le riprese aggiuntive il regista Marc Forster e Brad Pitt non si parlavano, i due comunicavano solo attraverso un intermediario.

Il finale originale del film era molto diverso e vedeva Gerry  prima arruolato in una squadra anti-zombie russa prima di fuggire di nuovo negli Stati Uniti.

Brad Pitt ha scelto personalmente Marc Foster per la regia.

Molte delle scene girate a Budapest, tra cui una battaglia su larga scala con gli zombie nella Piazza Rossa di Mosca, sono state eliminate dal montaggio finale, al fine di limitare al minimo indispensabile le sfumature politiche del film e orientare la pellicola verso un formato da blockbuster estivo di più larga fruizione.

Marc Forster ha descritto il film come un thriller cospirativo anni '70 sul genere di Tutti Gli uomini del presidente. Lo sceneggiatore J. Michael Straczynski tuttavia ha scelto The Bourne Identity come un paragone più adeguato.

La detonazione nucleare che Brad Pitt osserva dal velivolo dopo la partenza dalla Corea del Sud è un filmato di repertorio di Crossroads Baker, un test nucleare sottomarino condotto dagli Stati Uniti sull'atollo di Bikini nel mese di luglio 1946.

In origine il film aveva un finale diverso: l'aereo atterra a Mosca, piuttosto che schiantarsi in Galles. Gerry viene arruolato nell'esercito russo. Un periodo non quantificato di tempo trascorre e vediamo Gerry combattere gli zombie. Nel frattempo ci si rende conto che gli zombie non sono immuni al freddo. Il film si conclude con Gerry che torna negli Stati Uniti e diventa il leader di un nuovo "D-Day" contro i morti viventi con un'invasione sulla costa dell'Oregon. Il finale utilizzato ha reso invece il film meno brutale e si è concluso con un barlume di speranza.

Matthew Fox aveva un ruolo più importante nel film. Era un personaggio di supporto che alla fine sarebbe diventato l'antagonista (umano) per World War Z 2. Purtroppo a causa delle continue riscritture e delle modifiche il suo ruolo nel montaggio finale è stato ridotto a sole 5 battute di dialogo.

La riscrittura finale di 60 pagine ha fatto lievitare il budget di 20 milioni di dollari.

La Paramount dopo aver visto la produzione andare fuori controllo a Malta, ha ordinato un ridimensionamento del budget, costringendo la produzione a scartare un certo numero di scene. I membri della produzione hanno criticato il terzo atto definendolo una sorta di "Rambo vs Zombies" in cui era andato perduto il dramma incentrato sui personaggi.

Il film costato 190 milioni di dollari ne ha incassati worldwide circa 540.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere