HOME arrow ARTICOLI CINEMA: arrow Cinema e Cinema arrow Takashi Miike e il suo cinema
Venerdì 7 Ottobre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Takashi Miike e il suo cinema PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesca Caruso   
venerdì 24 giugno 2011

Takashi Miike e il suo cinema

Takashi MiikeTakashi Miike torna nuovamente alla ribalta in Italia con il suo ultimo straordinario lavoro: “13 assassini” che, presentato in Concorso alla 67esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, rappresenta il suo ottantaduesimo film (compresi quelli girati per la TV). “13 assassini” appartiene al genere jidaigeki (film storico di samurai) ed è il remake del film del 1963 di Eiichi Kudo, realizzato con il preciso intento di non snaturarlo, nel rispetto dell’originale, diversamente dal solito.

Takashi Miike ha iniziato la sua carriera in televisione rimanendoci per dieci anni e diventando, col tempo, aiuto regista. Nel 1987 diventa terzo assistente alla regia de Il mezzano(Zegen), diretto dal maestro Shōhei Imamura, entrando così nel mondo del cinema. Miike lavora nuovamente con Imamura in Pioggia nera(Kuroi ame, 1989), che segna il suo debutto in veste di attore. Il suo passaggio dietro la macchina da presa avviene nel 1991, dirigendo il film d’azione Eyecatch Junction, destinato al V-Cinema (ovvero all’home video), senza passare per la sala. Sempre in quell’anno Miike sostituisce il regista Toshihiko Yahagi nella direzione di Lady Hunter, che è considerato il suo vero esordio. Da allora in poi il cineasta inizia a realizzare film a un ritmo davvero notevole: cinque/sei all’anno, soffermandosi maggiormente sul genere yakuza.


Takashi MiikeTra il 1999 e il 2000 il cineasta si è fatto conoscere a livello mondiale (grazie a film quali: la trilogia di Dead or Alive e Audition, che ha vinto diversi premi in festival europei) come autore dissacrante, visionario, estremo e provocatorio, oltre che originale nel raccontare tanto i suoi personaggi quanto le storie. Molti sono gli aspetti presenti nei suoi film che lo rendono tale, il primo che colpisce l’attenzione è la violenza che li pervade, e a seguire si nota l’afflizione del corpo in tutte le sue forme: dalla tortura alla mutilazione del medesimo, dallo stupro allo zampillio di sangue che fuoriesce in quantità copiose.
Quelle di Miike possono essere delle immagini disturbanti, irritanti, ma sotto la superficie si cela un intero universo di individui pulsanti, soli al mondo, disturbati, che si sentono dei falliti, dei perdenti, con un vuoto emozionale che deve essere colmato e quando la normalità della vita non basta, si rivolgono altrove, cercando quel qualcosa che li faccia sentire vivi.
La violenza fisica nei film di Miike raffigura le anime ferite dei personaggi che descrive, che sono stati a loro volta devastati, passandone di tutti i colori.


Nei suoi film c’è il ribaltamento ironico dal drammatico al comico, portando l’eccesso a diventare fumettistico e quindi dichiaratamente di finzione. Miike vuole che lo spettatore partecipi attivamente a ciò che sta guardando, giocando con lui.
Altro aspetto è lo sradicamento di un individuo dalla sua terra d’origine. Nei suoi lavori sono presenti giapponesi che ritornano in patria dopo una lunga assenza o individui di diverse nazionalità che non vivono nella loro patria e che si sentono permanentemente degli estranei.
Il cinema di Takashi Miike lo si può definire un cinema a 360° per la quasi totalità dei generi in cui il cineasta si è cimentato: l’horror, i film yakuza, il western, la fantascienza, il fantasy, il cinema d’azione, il musical, il jidaigeki (film storico di samurai), dissacrandoli quasi sempre.
Li ha stravolti, reinventandoli, creando uno spazio espressivo libero da regole e restringimenti, in cui poter mostrare la sua vena artistica.
Miike è un artista ricco di talento, che come pochi riesce a scandagliare l’animo umano fin dentro le sue viscere e a mostrare la devastazione interore a cui può essere sottoposto un individuo con una forza lacerante, ma necessaria ad attivare lo sguardo.

Scheda dvd:
13 assassini
Titolo originale: Jusan-nin no shikaku
Giappone, Gran Bretagna: 2010
Regia di: Miike Takashi
Durata: 125'
Interpreti: Koji Yakusho, Takayuki Yamada, Yusuke Iseya, Goro Inagaki, Masachika Ichimura, Mikijiro Hira, Hiroki Matsukata, Ikki Sawamura, Arata Furuta, Tsuyoshi Ihara, Masataka Kubota, Sousuke Takaoka
Contenuti DVD: Trailer cinematografico; Audio:Italiano Dolby Digital 5.1, Giapponese Dolby Digital 5.1; Sottotitoli: Italiano

Francesca Caruso

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere