HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia arrow Amore & altri rimedi
Domenica 20 Ottobre 2019
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
godzilla_2_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
la_llorona_728x120_top.jpeg
Amore & altri rimedi PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 12
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
lunedì 21 febbraio 2011

Amore & altri rimedi
Titolo originale: Love and Other Drugs
U.S.A: 2010. Regia di: Edward Zwick Genere: Commedia Durata: 112'
Interpreti: Jake Gyllenhaal, Anne Hathaway, Katheryn Winnick, Judy Greer, Hank Azaria, Oliver Platt, Gabriel Macht, Jaimie Alexander, Megan Ferguson, Natalie Gold, George Segal
Sito web ufficiale: www.loveandotherdrugsthemovie.com
Sito web italiano: www..movies.yahoo.com/speciali/amore-e-altri-rimedi
Nelle sale dal: 18/02/2011
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Inatteso
Scarica il Pressbook del film
Amore & altri rimedi su Facebook

Amore & altri rimediDopo essersi immerso in storie sempre diverse l’una dall’altra, impegnandosi in drammi epici come “L’ultimo Samurai” (2003), “Blood Diamond” e “Defiance” (2009), il regista Edward Zwick torna alla commedia romantica, il suo primo amore.
Il suo debutto alla regia cinematografica avviene, infatti, con “A proposito della notte scorsa” (1986), con due giovanissimi Demi Moore e Rob Lowe, una storia d’amore tutt’altro che scontata, che mostra le paure e le insicurezze che si possono avere quando si cerca di lasciarsi andare all’altro.

In “Amore e altri rimedi” si racconta la storia di Jamie e Maggie, due spiriti affini le cui vite si incrociano per caso. Jamie è la pecora nera della famiglia, l’unico che non abbia avuto successo nel campo lavorativo e dopo essere stato licenziato per l’ennesima volta, accetta di diventare un informatore farmaceutico. Grazie al suo fascino e al suo innato successo con le donne riesce ad avvicinarsi al Dott. Stan Knight e rifilargli i suoi prodotti.
Durante una di queste visite conosce Maggie, una giovane e bellissima donna affetta dal morbo di Parkinson al primo stadio. Jamie rimane affascinato dalla sua vitalità. I due finiscono a letto insieme, ma lei non vuole legami. Sembra tutto perfetto fino a quando l’amore non fa capolino e per Jamie e Maggie sarà tutta un’altra storia.

“Amore e altri rimedi” è uno di quei film in cui sembra di aver capito che direzione stia prendendo la storia per poi virare improvvisamente nei toni e nelle aspettative, lasciando lo spettatore volutamente disorientato. Inizialmente è una commedia brillante, fatta di una serie infinita di battute che trascinano lo spettatore nell’ilarità più sincera.
Il personaggio di Jamie delineato dal regista è un simpatico dongiovanni, con la dote innata di evitare qualsiasi legame affettivo. Fin da subito si rimane affascinati dal suo carattere così dinamico, Jamie catalizza l’attenzione su di sé, unico protagonista fino a quando non conosce Maggie.
Da questo incontro il dramma fa la sua apparizione, Zwick mostra una storia d’amore sofferta, intima e intensa, in cui i due protagonisti mettono a nudo il proprio io.
Ciò in cui hanno sempre evitato di addentrarsi, li spaventa e li coglie impreparati, ma l’amore è spesso proprio ciò che non ti aspetti. Maggie è una giovane artista, che a causa del suo male non può più lavorare come prima.
Non accetta la sua nuova condizione, non vuole aiuto, ma soprattutto non vuole innamorarsi per vedere poi il suo uomo andare via da lei, preferisce abbandonare prima di essere abbandonata, preferisce negarsi l’amore, non avendo fiducia nell’altro.
Jamie si dimostra diverso, eppure Maggie si tira indietro prima che possa essere lui a farlo.
Un primo passo verso l’accettazione e il conforto avviene quando ascolta le storie di altri malati come lei. Il regista affronta questa tematica con tatto, senza pietismo, mostrando l’ironia che si può tirar fuori da una situazione tutt’altro che facile.

I due attori Jake Gyllenhaal e Anne Hathaway fanno trasparire l’affetto autentico dei loro personaggi.
La loro intesa si percepisce,dovuta anche al fatto che hanno già lavorato insieme ne “I segreti di Brokeback Mountain” di Ang Lee (vincitore del Leone d’oro a Venezia 2005, oltre a numerosi altri premi). Jake Gyllenhaal mostra di avere un senso dell’umorismo spiccato, oltre a mostrarsi affascinante, romantico e seducente come il suo personaggio gli richiedeva di essere.
Il film è un insieme di più elementi che vede profilarsi, oltre al romanticismo e alla comicità, una satira sociale.
Lo sfondo su cui si sviluppa la storia è l’ambiente degli informatori farmaceutici e di come sul finire degli anni Novanta, per la prima volta in America, i farmaci trovano spazio pubblicitario in TV e sui giornali, cambiando radicalmente il rapporto con il consumatore. Il farmaco di cui Zwick parla nel film è il Viagra e ciò che la sua diffusione sul mercato ha portato, con un impennata di vendite senza precedenti, oltre che un comportamento sociale mai registrato.
“Amore e altri rimedi” è basato sul libro “Hard Sell: The Evolution of a Viagra Salesman” scritto da Jamie Reidy. Regista e produttori hanno trovato la tematica molto interessante per trarne un film arricchito di creazioni dei tre sceneggiatori, tra i quali figura lo stesso Zwick. È un film che porta lo spettatore a provare un registro emotivo variegato e inatteso.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere