HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia arrow Bad Teacher: una cattiva maestra
Domenica 20 Ottobre 2019
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
godzilla_2_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
la_llorona_728x120_top.jpeg
Bad Teacher: una cattiva maestra PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 54
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
martedì 23 agosto 2011

Bad Teacher: una cattiva maestra
Titolo originale: Bad Teacher
USA: 2011. Regia di: Jake Kasdan Genere: Commedia Durata: 90'
Interpreti: Cameron Diaz, Justin Timberlake, Jason Segel, John Michael Higgins, Lucy Punch, Molly Shannon, Eric Stonestreet, Noah Munck, Kathryn Newton, Jillian Armenante, Kaitlyn Dever, Shane McRae, Aja Bair, Matthew J. Evans, Adrian Kali Turner, Jennifer Holloway
Sito web ufficiale: www.areyouabadteacher.com
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 31/08/2011
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Dissacrante
Scarica il Pressbook del film
Bad Teacher: una cattiva maestra su Facebook
Mi piaceCondividi questo articolo su Facebook

Bad Teacher: una cattiva maestraCameron Diaz è la Cattiva Maestra del titolo, una commedia dallo humour dissacrante, che porta in superficie l’altra faccia dell’insegnamento, quello dei maestri che non sanno e non vogliono dare il buon esempio e che fanno questo lavoro irresponsabilmente, solo per percepire una stipendio sicuro, senza comprendere quanto sia importante il ruolo che stanno ricoprendo in una società in cui i modelli di comportamento vengono sempre meno.

Elisabeth Halsey si ritira dalla scuola in cui insegna, entusiasta della sua promettente nuova vita col fidanzato benestante. L’uomo però, scoperte le spese folli che ha fatto e compreso la sua vera natura, la lascia. Elisabeth torna così ad insegnare nella medesima scuola, dovendo stare a contatto con colleghi e alunni dai quali era intenzionata a stare lontana.
La sua condotta è riprovevole (fuma marijuana, beve e fa vedere film durante le sue ore) e la collega Amy cercherà in tutti i modi di metterla in cattiva luce col preside.
Entrambe hanno un interesse comune: attirare l’attenzione del bel supplente di matematica.

Il film è diretto da Jake Kasdan, su una sceneggiatura scritta da Lee Eisenberg e Gene Stupnitsky. Kasdan è regista, sceneggiatore e produttore cinematografico, ha seguito le orme del padre Lawrence, affermato sceneggiatore e regista. L’intento del regista è stato quello di trattare un tema serio e sempre attuale con il linguaggio scanzonato e sopra le righe della commedia, mostrando un’insegnante superficiale, incentrata su se stessa, la quale si rende conto di come spesso le donne siano attratte dalla persona sbagliata, mentre quella degna di nota magari è proprio un’insegnante di ginnastica. Sicuramente non è la migliore delle maestre, ma riesce a dare buoni consigli sull’altro sesso ad un suo alunno impacciato e insicuro, dimostrandosi una figura non totalmente negativa.

Una sequenza che attrarrà in particolar modo il pubblico maschile è il siparietto che si svolge all’autolavaggio (per raccogliere fondi per la scuola), con una Cameron Diaz in shorts attillati, che gioca con l’acqua e la schiuma, mentre un’auto della polizia ne tampona una davanti a sé. Il sarcasmo e i doppi sensi non mancano, la protagonista è sboccata, un’arrivista egoista e mediocre. Kasdan vuole dissacrare il ruolo dell’insegnante, di come lo si vedeva fino a ieri (un passato non così lontano, eppure distante anni luce dal presente).

In “Bad Teacher” troviamo il “buon educatore” solo nei titoli di testa, con toni nostalgici: quei maestri a cui si portava la mela e a cui gli alunni volevano bene, i maestri di vita, oggi sostituiti da internet e dai social network. In principio la figura del maestro era autoritaria, riverita e rispettata dagli alunni e dai loro familiari, ciò che diceva il maestro si teneva in gran conto, oggi è tutta un’altra storia.
Nel film la mela non viene donata da nessun alunno, ma è un espediente per neutralizzare la rivale da parte di Elisabeth.
Tra gli attori protagonisti c’è Justin Timberlake (il supplente di matematica), il 2011 lo vede impegnato in altre due pellicole, oltre a questa. “Friend with Benefits” di Will Gluck, uscito nelle sale americane il 22 luglio, sta riscuotendo dei buoni risultati al box office ed è, in uscita in autunno, “In Time” di Andrew Niccol.

In coppia Diaz/Timberlake mostrano una certa alchimia, data anche dalla loro conoscenza pregressa, riuscendo a incanalare bene gli stati d’animo dei rispettivi personaggi.
L’attrice, d'altronde, ha una vasta esperienza cimentandosi spesso in commedie ricche di brio.
“Bad Teacher” è un film sicuramente dissacrante, che non vuole impartire alcuna lezione, ma intrattenere lo spettatore per un’ora e mezza e chissà farlo pensare su quanto si sia trasformata la società in pochi decenni.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere