Sabato 24 Ottobre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Getting Any? PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 6
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
martedì 17 gennaio 2012

Getting Any?
Titolo originale: Minnâ-yatteruka!
Giappone: 1994. Regia di: Takeshi Kitano Genere: Commedia Durata: 108'
Interpreti: Iizuka Minoru, Moeko Ezawa, Akiji Kobayashi, Tetsuya Yuuki, Terajima Susumu, Takeshi Kitano
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: Inedito
Voto: 6
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Farsesco
Scarica il Pressbook del film
Getting Any? su Facebook
Mi piaceCondividi questo articolo su Facebook

Poster Getting Any“Getting Any?” racconta le vicissitudini di Asao, un ragazzo che ha solo una cosa in mente: trovare il modo di fare sesso con una donna.
Si lascia consigliare da ciò che vede alla televisione, pensando che sia una cosa semplice.
Prima si mette alla ricerca di una bella auto, che attiri le ragazze, poi diventa attore, si unisce a un clan yakuza e si affida ad uno scienziato per diventare invisibile e godersela indisturbato.
Ogni tentativo finisce per naufragare miseramente.

Si comprende meglio la natura di questo film, se si conosce anche solo un poco la figura di Takeshi Kitano e le sue mille sfaccettature. Se poi si è anche letto il suo libro ‘Asakusa Kid’ (edito in Italia da Mondadori) si nota come la sua verve comica arrivi da lontano: da un periodo in cui Kitano è semplicemente Takeshi, un cabarettista che inizia a farsi conoscere al ‘Français’, un locale di strip-tease nel quartiere di Asakusa (Tokyo).

È il 1973, Takeshi ha venticinque anni, inizia così la sua straordinaria e variegata avventura che dura tutt’oggi. “Getting Any?” segna un cambio di registro rispetto alle storie raccontate precedentemente. È un film comico, fatto di slapstick e situazioni demenziali, atte a far ridere lo spettatore. L’intento di Kitano, come lui stesso ha spiegato, è stato quello di far ridere, soprattutto il giovane uomo giapponese, che spesso si trova ad essere impacciato con le donne e agisce in modo sconclusionato, e non satireggiare la società giapponese. Se quella di Kitano non vuole essere una satira della cultura giapponese, certamente fa dell’ironia su alcuni comportamenti (portati all’eccesso) del ragazzo giapponese sfigato e imbranato, che non sa corteggiare né affascinare una donna. Inoltre prende in giro vari generi cinematografici del suo paese: i film yakuza, i film romantici, quelli in costume e di fantascienza con i mostri, ironizzando così anche su se stesso.

Il film è costituito da una serie ininterrotta di gag con un filo conduttore esile, ma che tiene abbastanza bene per la sua durata (108 minuti). Nella pellicola si possono trovare riferimenti a diversi film, ma anche alla musica internazionale.
Nella sequenza in cui due bande yakuza si affrontano salta subito agli occhi l’affinità col video musicale di Michael Jackson ‘Beat it’, sia nell’orchestrazione della scena che nelle movenze degli attori. È un passaggio che farà divertire per il modo in cui il regista ha tratteggiato i personaggi.
Takeshi Kitano è un artista poliedrico, come ce ne sono pochi. Nella televisione giapponese è molto attivo e ha acquisito una notorietà che supera quella cinematografica (soprattutto nei primi anni lavorativi).
È regista, sceneggiatore, attore, montatore, scrittore, pittore, presentatore e autore televisivo, con una quantità inesauribile di inventiva, che lo ha reso negli anni un personaggio unico e inimitabile. Ai suoi film conferisce una personale impronta cinematografica, che lo identifica, ma allo stesso tempo è riuscito a reinventarsi, alternando generi e racconti diversi, che danno modo di apprezzarlo per altri aspetti messi in campo.

Dopo due film yakuza (“Violent Cop” e “Boiling Point”) e due film drammatici e pieni di poesia (“Silenzio sul Mare” e “Sonatine”), “Getting Any?” è qualcosa che sorprende, ma ci fa conoscere la fantasiosa personalità di un mattatore, che ritroveremo in futuro con “Takeshi’s” e “Glory to the Filmmaker”.
“Getting Any?” potrà piacere o meno a seconda del tipo di sensibilità comica di chi lo vedrà: ci sarà chi non lo troverà per nulla divertente e chi si sganascerà per alcune trovate. I film di Kitano si amano o si odiano, sicuramente non passano inosservati sia per ciò che racconta sia per come dà voce ai suoi personaggi, più complicati di quanto sembrano, mai comuni.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere