HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia arrow Giù al nord - Bienvenue chez les ch'tis
Domenica 28 Novembre 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Giù al nord - Bienvenue chez les ch'tis PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 6
ScarsoOttimo 
Scritto da Andrea Banfi   
giovedì 30 ottobre 2008

Giù al nord - Bienvenue chez les ch'tis
Titolo originale: Bienvenue chez les ch'tis
Francia: 2008. Regia di: Dany Boon Genere: Commedia Durata: 106'
Interpreti: Kad Merad, Dany Boon, Michel Galabru, Line Renaud, Zoé Félix, Philippe Duquesne, Lorenzo Ausilia-Foret, Anne Marivin, Guy Lecluyse
Sito web: www.chtinn.com
Nelle sale dal: 31/10/2008
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Andrea Banfi

gialnord_leggero.jpegIn Francia è stato un successo imprevisto e travolgente ed ora è pronto a sbarcare in Italia a breve. Sto parlando di “Giù al Nord”, nuova pellicola dei cugini francesi che, con il sorriso parla di luoghi “comuni” legati ai luoghi geografici (il freddo del nord e il calore del sud, li avete già sentiti?) e di rapporti umani e affetti in relazione ai luoghi che si sentono “propri”. Un film dai molteplici aspetti che riserva non poche sorprese.
Storia di raccomandazione mal riuscita, racconta le disavventure di un dipendente delle poste che vorrebbe lavorare in Costa Azzurra, ambitissima meta tanto desiderata da una moglie che già si immagina sulle spiagge del sud, ma per una malcelata deficienza fisica (una banale stretta di mano lo allontana dalla carrozzina, ma d’altronde si sa: i disabili hanno la precedenza) ottiene il Nord, alternativa nemmeno troppo valida al licenziamento. E così è, tutto cambia: due anni al freddo, in una terra inospitale. Dove ci si va piano, allontanandosi adagio da casa.
La Francia spezzata in due, dai luoghi comuni, dalle aspettative, dal clima e dal cibo e non ultima dalla lingua. Difficile la trasposizione linguistica che contrappone gli accenti e i modi di dire, in italiano si rinuncia volentieri alla fatica del leggere i sottotitoli e si passa ad un semplicista doppiaggio che rende paradossali e divertenti i francesi del nord. Troppo sarebbe d’altronde pretendere un sofisticato paragone linguistico. 
Ma il viaggio è un’ottima occasione per scoprirsi e scoprire, così come il film è un ottimo momento per ridere. Perché si ride, di una lingua strana, di fraintendimenti ed insistite ostinazioni, di dolcezze e di paradossi.
Il nord non è così freddo, inospitale e dedito all’alcool anche se si dimostra prontissimo, all’occorrenza, a sfoderare tutti i luoghi comuni di cui è vittima, per farsi caricatura di se stesso per piacere e accontentare la mogliettina sudista in visita. Il nord da cui si torna ora lenti, malinconici, con una lacrima.
Il film perde in Italia quello che è il senso per cui è nato: parlare ai francesi, di loro, ma guadagna uno spunto interessante su di noi, su come siamo e come ci vediamo tra polentoni e terroni.
Ma regala un momento di rilassatezza, dove i rapporti umani si rinsaldano al freddo del clima e al calore umano dell’amicizia. Vincono i valori dell’ascolto, del dialogo oltre alla cruda esigenza di chi, per lavoro, deve obbedire e spostarsi. 
Si attende versione italiana della commedia d’oltralpe, siamo curiosi di vedere come reagiranno gli italiani nel vedere i paradossi riproposti e se, gli altri da fuori, rideranno.
A me già l’idea sorride, giù al nord.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere