Sabato 28 Gennaio 2023
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Kingpin PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Samuele Pasquino   
lunedì 15 febbraio 2010

Kingpin
Titolo originale: Kingpin
USA: 1996 Regia di: Bobby Farrelly, Peter Farrelly Genere: Commedia Durata: 114 '
Interpreti: Woody Harrelson, Randy Quaid, Vanessa Angel, Bill Murray, Chris Elliott, William Jordan, Richard Tyson, Lin Shaye, Zen Gesner, Rob Moran, Will Rothhaar, Mark Charpentier, Brad Faxon
Sito web:
Nelle sale dal: Inedito in dvd
Voto: 6
Trailer
Recensione di: Samuele Pasquino
L'aggettivo ideale: Efficace

kingpinRoy Munson (Woody Harrelson) è un ex campione di bowling caduto in disgrazia dopo che un branco di balordi gli ha maciullato una mano a seguito di un imbroglio.
L’uomo passa anni a vivere di espedienti, fin quando non convince un giovane talento, l’Amish Ishmael (Randy Quaid), a disputare un grande torneo che potrebbe fargli ottenere molti soldi.

I fratelli Farrelly si fanno notare al debutto cinematografico con la commedia demenziale “Scemo e più scemo”, per poi proseguire la loro carriera con questo “Kingpin” di certo meno originale ma più significativo e satirico. Nel film i due registi dimostrano di essere, nella loro ordinarietà, estremamente cinici e arguti nel descrivere una società, quella americana, legata allo spettacolo e ai dollari più che ai valori morali.
Con fastidiosa ma lecita irriverenza delineano personaggi atipici che si fanno carico di dubbi e rimpianti, a cominciare da Roy: egli convive sereno con la sua menomazione ma serba rabbia nei confronti di se stesso, reo di scelte sbagliate che gli sono costate la mano ed insieme una promettente carriera.
Nella commedia gli aspetti toccanti si fanno sentire, tuttavia in egual modo trionfano i momenti esilaranti, resi tali da Ishmael, interpretato da Randy Quaid in versione capellone biondo, e soprattutto Ernie Mccracken, cui dà volto e movenze irresistibili un istrionico Bill Murray. Nella partita finale l’attore offre il meglio di sé e non si risparmia, concedendo balli frenetici e assai pittoreschi nonché battute in realtà improvvisate.
Non pago, Murray prende in mano l’importante sequenza realizzando veramente i tre strikes messi in scena.

L’arroganza, il cinismo e la superbia di Ernie ne fanno un personaggio insopportabile ma essenziale per esaltare la compattezza e la situazione drammatica di Roy. “In Kingpin” molte citazioni cinematografiche in forma di parodia si sprecano: il rapporto sessuale che coinvolge Roy e l’affittacamere ricorda “Il laureato” del 1967 con Dustin Hoffman, la costruzione del villaggio Amish richiama “Witness il testimone” del 1985, e ancor più eclatante risulta il richiamo a “Proposta indecente” del 1993 nella scena dove Roy immagina il ricco giocatore proporre una notte d’amore per un milione di dollari a Ishmael.
Il lavoro dei Farrelly è un discreto gioco comico, comunque gradevole ed efficace.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere