HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia arrow La banda dei Babbi Natale
Venerdì 18 Settembre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
La banda dei Babbi Natale PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 22
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
lunedì 20 dicembre 2010

La banda dei Babbi Natale
Titolo originale: La banda dei Babbi Natale
Italia: 2010. Regia di: Paolo Genovese Genere: Commedia Durata: 100'
Interpreti: Aldo, Giovanni, Giacomo, Angela Finocchiaro, Sara D'Amario, Silvana Fallisi, Lucia Ocone, Antonia Liskova, Giorgio Colangeli, Giovanni Esposito, Massimo Popolizio, Cochi Ponzoni, Remo Remotti, Mara Maionchi
Sito web ufficiale: www.labandadeibabbinatale.libero.it
Sito web italiano: 
Nelle sale dal: 17/12/2010
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Divertente
Scarica il Pressbook del film
La banda dei Babbi Natale su Facebook

La banda dei Babbi NataleMedusa Film produce ancora una volta il nuovo film di Aldo, Giovanni, Giacomo, questo sodalizio dura da 16 anni ed è dovuto al grande e reciproco rispetto, al confronto e alla capacità di lasciare il trio a briglia sciolta, al fine di perseguire il proprio estro e spontaneità artistica.

Dopo anni passati a scrivere sceneggiature insieme a Luca Miniero, con il quale ha condiviso la regia dei film precedenti, è arrivato anche per Paolo Genovese il momento di cimentarsi nel portare sullo schermo una sceneggiatura scritta da altri, rivestendo il ruolo unico di regista. Genovese ha gradito molto l’opportunità di lavorare con Aldo, Giovanni e Giacomo, che stima e apprezza da sempre.
Con questa commedia natalizia, il trio mette in scena una storia comicamente perfida, originale e inattaccabile, hanno fatto un lavoro certosino e artigianale, seguendo tutte le fasi della sua realizzazione. Il risultato è decisamente buono.

La sera della Vigilia di Natale, Aldo, Giovanni e Giacomo, vestiti da Babbi Natale, vengono arrestati e portati al commissariato di polizia. L’ispettore Irene Bestetti è pronta con le sue buste della spesa a tornare a casa dalla sua famiglia, ma l’improvvisa sostituzione del collega di turno, manda all’aria i suoi piani. Irritata e messa di fronte ai tre presunti criminali, la serata va per le lunghe, tra premesse e racconti i tre malandrini parleranno delle loro vite e di cosa li abbia condotti a vestirsi così.
Il film è divertente e irriverente, i dialoghi hanno un ritmo incalzante, riuscendo a palesare una non tanto sottile cattiveria sempre nel pieno rispetto di ciò di cui si sta parlando. C’è una forte e costante ironia sugli animali, l’intento del trio voleva essere giocoso, un modo per far scaturire la risata proprio dalla contraddizione della figura di Giovanni, che fa il veterinario e quindi dovrebbe amare gli animali, invece capita che li prenda a calci o li butti in aria.

Tutte le scelte apportate nella realizzazione del film hanno contribuito alla sua riuscita, dalla scelta dei flashback per raccontare le storie individuali e d’insieme, alla colonna sonora, composta da musiche originali create sulle immagini per ottenere l’atmosfera di cui si aveva bisogno. Le melodie dei brani sono poste tra le pause dei dialoghi per rendere l’atmosfera più avvolgente. Inoltre ad ogni personaggio del trio e in alcune particolari sequenze si è dato un tema musicale personale, che si ripropone, facendo in modo così che allo spettatore risulti familiare e identificativo.
La tenuta delle musiche è alta e bassa a seconda delle situazioni in cui i personaggi si trovano, per accentuare le immagini o per dare risalto ai dialoghi. Il lavoro meticoloso che si è fatto sulla colonna sonora ha voluto seguire un po’ il fare delle commedie americane e generare un effetto diverso dal solito. Le canzoni di Mina completano il quadro musicale.

Per quanto riguarda gli attori, Angela Finocchiaro è stata strepitosa nel rendere la sua Irene Bestetti, ispettore dal polso semi duro, madre di famiglia e persona dall’animo gentile e comprensivo, si, ma non troppo.
Mette in scena una figura che si fa rispettare, nonostante l’essere donna, senza perdere la propria maternità.
Cochi Ponzoni fa una breve apparizione nel ruolo di Terlizzi, un paziente di Giacomo, molto spiritosa. Mara Maionchi, che veste i panni della suocera di Giovanni, è irascibile e violenta nei diverbi proprio come suole essere a X Factor. Tutti da Lucia Ocone a Giorgio Colangeli sono riusciti a creare un atmosfera calda e familiare proprio come dovrebbe essere il Natale.
È un film da vedere insieme alla famiglia o agli amici, l’atmosfera natalizia di cui il film profuma si sente molto, soprattutto nelle sequenze finali. Ci si ride e ci si scherza su anche una volta usciti dal cinema.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere