HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia arrow La fidanzata di papà
Venerdì 18 Settembre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
La fidanzata di papà PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Marzia Gandolfi   
venerdì 21 novembre 2008

La fidanzata di papà
Titolo originale: La fidanzata di papà
Italia: 2008. Regia di: Enrico Oldoini Genere: Commedia Durata: 100'
Interpreti: Massimo Boldi, Simona Ventura, Nino Frassica, Enzo Salvi, Biagio Izzo, Elisabetta Canalis, Natalia Bush, Loredana De Nardis, Martina Pinto, Bruno Arena, Martina Pinto, Max Cavallari, Bruno Arena, Kourtney Brown, Davide Silvestri
Sito web: www.medusa.it/fdp
Nelle sale dal: 14/11/2008
Voto: 4
Trailer
Recensione di: Marzia Gandolfi

lafidanzatadipapa_leggero.jpegBarbara e Matteo sono italiani innamorati a Miami, dove gestiscono un ristorante e aspettano un bambino. Alla vigilia del lieto evento piombano nelle loro vite i rispettivi e ingombranti genitori, ansiosi di diventare nonni e di accogliere il nipotino.
Massimo, padre di Matteo, gestisce un albergo a Cortina, vive nel ricordo della moglie perduta e ama in segreto la Luminosa direttrice dell'"Ancora".
Angela, madre di Barbara, vive a New York, è proprietaria di una catena di ristoranti e felicemente separata da un marito siciliano. I preparativi fervono quando all'aeroporto Barbara è colta da doglie e condotta in ospedale per dare alla luce il suo bambino nero. Matteo avvilito e persuaso del tradimento di Barbara, scappa con una ex fiamma.
Ci penserà mamma Angela a svelare l'arcano e la sua one night stand con Mr. Obama.
Coppia ricomposta, nozze celebrate, figli maschi e neri. Nascosto com'è tra marchi, brand, sponsor in bella evidenza con bellone e veline, si cerca con fatica uno straccio di film.
Enrico Oldoini, tornato all'attività natalizia e vacanziera dopo quindici anni di inoperosità, sviluppa un'idea di Massimo Boldi e produce una commedia greve di stanza a Miami.
L'assenza di buon gusto e di buon senso è tale che è anche inutile criminalizzare.
La fidanzata di papà è piuttosto un oggetto perfetto per indagare l'attuale assetto mediale italiano.
È arduo rinvenire nel film di Oldoini qualcosa che non si sia visto la sera prima sul piccolo schermo in una ricerca disperata di effimere strizzate d'occhio all'attualità catodica: mezze figure dimesse dalla tv e rottamate dai reality show, conduttrici e inviate di programmi sportivi (e musicali) disadattate e adattate al cinema.

C'è l'Isola e il Fattore x, Quelli che il calcio e quelli di Mai dire martedì, Colorado e Zelig, Carabinieri e Ris, Don Matteo e Cicloni in famiglia. A mancare è il cinema.
Il cinema, nella vacanza prenatal ed esotica della famiglia Bondi/Boldi, proprio non c'è e il passaggio in sala è un atto dovuto prima della più appropriata ricollocazione dentro l'arena televisiva.
Lo spettatore assiste allora a fruste risorse mimiche, a equivoci verbali e a frizzi e lazzi già ampiamente visti e rodati, quasi un album di famiglia: dai veterani Boldi e Frassica, ai classici Salvi, Izzo e Fichi d'India fino ad arrivare a nuove figure comiche prontamente metabolizzate, come la zelighiana siciliana Teresa Mannino.

Ma nel barile c'è ancora da scavare e allora si esibiscono con sussiego citazioni, da A qualcuno piace caldo a Tootsie, effetti speciali antidiluviani (i trasparenti di New York dietro la scrivania della Ventura) e un immaginario obsoleto alla ricerca di un racconto che non proceda per mero accostamento.
L'esibizione di un'insensatezza così vertiginosa trova il suo clou nella rivelazione della Ventura, amante dell'incarnazione americana del nuovo sogno americano.
Cercare la satira di costume e qualche buona risata è semplicemente inutile.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere