HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia arrow La lingua del santo
Venerdì 18 Settembre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
La lingua del santo PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Ciro Andreotti   
venerdì 09 gennaio 2009

La lingua del santo
Titolo originale: La lingua del santo
Italia: 2000. Regia di: Carlo Mazzacurati Genere: Commedia Durata: 110'
Interpreti:Ivano Marescotti, Fabrizio Bentivoglio, Isabella Ferrari, Antonio Albanese, Giulio Brogi
Sito web: 
Nelle sale dal: 22/09/2000
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Ciro Andreotti

lalinguadelsanto_leggero.jpegWlly; un ex rappresentante lasciato dalla moglie; e Antonio, un ex - rugbista sempre senza lavoro, sono due quarant’enni nati e cresciuti a Padova.
Si conoscono di vista e quasi per caso iniziano a derubare i negozi del centro alla ricerca di che vivere. Nel bel mezzo di uno dei loro colpi si ritrovano nella Basilica di S.Antonio con “la Lingua del Santo” in mano e in fuga dalle forze dell’ordine.
Da li in poi il loro unico problema diventerà  intascare quanto più denaro possibile e sistemarsi per sempre.
Qualche anno prima di trovare “La giusta distanza” (id, 2007) Carlo Mazzacurati aveva narrato un’altra storia ambientata nel “suo” nord-est. Una storia fatta, anche in tal caso, di gente umile avvolta però per questa occasione nelle miserie umane.
Una storia narrata per mezzo delle vicende agrodolci di due personaggi; Antonio e Willy, rispettivamente Albanese e Bentivoglio, che perso il lavoro, in un veneto carico di pregiudizi, prediligono una scelta molto strana cioè l’improvvisazione del furto.
Le narrazioni fuori campo di Bentivoglio, che narra come l’amico Antonio non sia mia riuscito a trovare una sistemazione professionale, che descrive la provincia patavina con dovizia e tristezza, come la moglie gli abbia rovinato ulteriormente la vita voltandogli le spalle nel momento del bisogno preferendogli un uomo d’affari ricco ma materialista e antipatico.

Descrivono, nei primi minuti della pellicola, una situazione che nulla farebbe pensare se non a un dramma carico di livore.
Al tempo stesso Mazzacurati aggiunge alle interpretazioni dei due attori  ben più di un semplice tocco di sano umorismo: I furti perpetrati  in ogni tipo di negozio e in ogni modo e maniera, il tutto in cambio di pochi spiccioli. Albanese che calcia le trasformazioni delle partite di rugby per centomila lire a “calcio”.
Tutte situazioni che riescono a strappare qualche cosa di più di un semplice sorriso.
Riescono in quest’impresa aggrappandosi a quel che di meno naturale c’è e cioè l’ironia applicata a un tema sempre attuale, sempre scottante: il decadimento sociale dettato dall’incastro delle situazioni.
Confrontando, difatti,  le due vite di Antronio e di Willy, Mazzacurati crea uno spaccato attuale e reale, in salsa semi seria, di una parte della penisola capace di accoglierti da vincitore come di ghettizzarti al primo errore.

Il tutto senza riuscire più a accettarti sul carro non necessariamente dei vincitori ma nemmeno di coloro per cui la “X” è sempre in agguato. Da vedere non solo per passare due ore circa di “spensierata riflessione” ma anche e soprattutto se siete certi che anche per voi la “X” sia sempre in agguato o quasi …

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere