HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia arrow Lady Henderson presenta
Venerdì 18 Settembre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Lady Henderson presenta PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Emanuela Martini   
domenica 21 gennaio 2007

Lady Henderson presenta
Gran Bretagna: 2005. Regia di: Stephen Frears Genere: Commedia Durata: 103'
Interpreti: Christopher Guest, Bob Hoskins, Kelly Reilly, Will Young, Judi Dench
Recensione di: Emanuela Martini

lady_henderson_presenta.jpgA Londra nel 1937, una gran dama in gramaglie assiste al funerale del marito, alto funzionario brittanico in India. La signora, da sola, si ritira su una barca in mezzo a un laghetto per piangere in solitudine; sfogato il dolore, torna a casa per accudire gli ospiti della veglia funebre. E qui, con un'amica medita sui passatempi preferiti delle vedove altolocate: ricamo? beneficenza? gioielli? amanti? Poco portata per tutte queste attività, Laura Henderson finisce per comprare un teatro in disuso, assume un direttore, e rifonda il Windmill Theatre, il "cugino" povero del parigino Moulin Rouge, che come questo trionferà con il music-hall arricchito di ragazze nude. Tableaux vi-vants, immobili sulla scena in pose "artistiche", per venire incontro alla morale corrente, più pruriginosa e bigotta, d'Oltremanica. Ispirato alla storia vera di Mrs. Henderson e di Vivian Van Damm (il suo direttore) e del Windmill, che fu l'ultimo teatro londinese a chiudere i battenti sotto i bombardamenti tedeschi, Lady Henderson presenta è il bell'omaggio di Stephen Frears al cinema inglese che più gli piace, le commedie anni '40 e '50 della Ealing (che produsse un delizioso film sul music-hall, Champagne diari di Cavalcanti) e il documentarismo anni '30 (che viene citato con appropriata intensità attraverso i materiali di repertorio che descrivono i blitz nazisti su Londra, gli incendi, le distruzioni, tratti dalle opere di Humphrey Jennings, soprattutto da Fires Were Started. Autore di A Personal History of British Cinema (il corrispettivo inglese del lavoro di Scorsese sul cinema americano), in quel documentario Frears rivendicava la superiorità del cinema britannico piccolo e battagliero (appunto Ealing, documentarismo e Free Cinema) su quello più internazionale; una linea che per altro l'autore non ha mai smentito, ritornando sempre, tra un film hollywoodiano e l'altro, alla "presa diretta" di commedie irlandesi come TheSnappere The Van o di ruvidi drammi urbani come Piccoli affari sporchi. Qui, sorretto da due interpreti straordinari come Judi Dench (impagabile eccentrica) e Bob Hoskins e dalla sceneggiatura affilata di Martin Sherman, riesce a restituire il sapore di un'epoca, del suo cinema e dei suo spirito, fatto di solidarietà collettiva e di quotidiana inventiva, di grandi dolori ed enorme, disillusa autoironia. Dove però l'illusione della scena (e dello schermo) scaldava ancora il cuore.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere