HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia arrow Little Miss Sunshine
Venerdì 18 Settembre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Little Miss Sunshine PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 5
ScarsoOttimo 
Scritto da Ciro Andreotti   
giovedì 15 ottobre 2009

Little Miss Sunshine
Titolo originale: Little Miss Sunshine
USA: 2006 Regia di: Valerie  Faris e Jonathan  Dayton Genere: Commedia Durata: 101'
Interpreti: Greg Kinnear, Toni Collette, Steve Carell, Paul Dano, Alan Arkin, Abigail Breslin, Mary Lynn Rajskub, Marc Turtletaub, Jill Talley, Brenda Canela, Julio Oscar Mechoso, Chuck Loring, Justin Shilton, Gordon Thomson, Steven Christopher Parker, Bryan Cranston
Sito web:
Nelle sale dal: 22/09/2006
Voto: 8
Trailer
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Sottovalutato

little_miss_sunshine_leggero.jpgGli Hoover sono una famiglia decisamente sui generis.
Richard, il padre, un motivatore autore di: “La teoria dei nove passi” un manuale che spiega come raggiungere il successo. Manuale che ancora attende di essere pubblicato.
Sua moglie Sheryl e il fratello di Sheryl: Frank, docente universitario, esperto di Marcel Proust e appena uscito dall’ospedale per un tentato suicidio.
Dwayne, il figlio maggiore, desideroso di intraprendere la carriera di pilota di aerei e muto fino a quando il suo desiderio non si avvererà.
Il nonno, il padre di Richard, cultore del sesso e delle sostanze stupefacenti e per questo espulso dalla casa di riposo nella quale risiedeva; e per finire Olive, la figlia minore, che desidera partecipare alle finali di bellezza di “Little Miss Sunshine” Miss California per bambini…

Spingere un furgone Volkswagen può spiegare molto di più in merito alla collaborazione fra consanguinei rispetto a mille finali strappalacrime. Questo è il sunto del film diretto da Faris e Dayton che tre anni or sono passò inosservato, o quasi, nelle sale cinematografiche ma che a distanza di tempo fa ridere riflettere, emozionare e pensare ora esattamente come allora.
Un road movie in chiave tragicomica come solamente i primi Aldo, Giovanni e Giacomo erano stati in grado di rappresentare. Qua però non si ride a crepapelle ma si sorride.
Si riflette per i dialoghi ai limiti del parossismo. Si arriva alla fine della pellicola non senza qualche groppo alla gola, non senza aver pensato che tutto si stesse per sfaldare, non senza aver creduto che i vari personaggi se ne sarebbero andati ognuno per la loro direzione.
Alla fine si giunge a destinazione, la sede delle finali di “Little Miss Sunshine”, assieme a ognuno dei protagonisti.
La catarsi è pressoché completa, la famiglia non è certamente fra le più unite e non è nemmeno sinonimo di una perfezione che non può neppure sognare di sfiorare.
Ma spingere quel furgone per farlo procedere lungo le freeway diviene sinonimo di collaborazione.
Ognuno sacrifica un po’ di se per giungere a destinazione, per non infrangere il piccolo sogno dell’altrettanto piccola Olive, e poco importa se il sogno si può frantumare come un bicchiere di cristallo.
Un cast ben assortito ove nessuno svetta. Una trama priva di sbavature e una sceneggiatura che di rado avevamo visto così solida e potente.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere