HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia arrow Lo stravagante mondo di Greenberg
Venerdì 18 Settembre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Lo stravagante mondo di Greenberg PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 50
ScarsoOttimo 
Scritto da Marco Aresu   
martedì 15 marzo 2011

Lo stravagante mondo di Greenberg
Titolo originale: Greenberg
USA: 2010. Regia di: Noah Baumbach Genere: Commedia Durata: 106'
Interpreti: Ben Stiller, Greta Gerwig, Rhys Ifans, Jennifer Jason Leigh, Brie Larson, Juno Temple, Chris Messina, Dave Franco, Mark Duplass, Max Hoffman, Chris Coy, Trent Gill, Zoe Di Stefano, Sydney Rouviere, Karen Strong, Nick Nordella, Koby Rouviere, Jessica Mills, Samuel Thacker, Phoebe James, Trace Webb, Celeste Pechous
Sito web ufficiale: www.filminfocus.com/focusfeatures/film/greenberg
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 08/04/2011
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Marco Aresu
L'aggettivo ideale: Amaro
Scarica il Pressbook del film
Lo stravagante mondo di Greenberg su Facebook

Lo stravagante mondo di GreenbergRoger Greenberg (Ben Stiller) è un quarantenne con una carriera musicale fallita alle spalle che fa il falegname a New York. Appena uscito da un ospedale psichiatrico, per via di un esaurimento nervoso, si reca a Los Angeles per controllare la villa del fratello Phillip (Chris Messina), partito con moglie e figli per un lungo viaggio in Vietnam.
Roger durante il suo soggiorno a L.A. non ha intenzione di fare nulla, se non scrivere lunghe lettere di protesta ad aziende che gli hanno fatto un torto (da American Airlines a Starbucks) e costruire una cuccia per il cane. Almeno finché non conosce Florence (Greta Gerwig), giovane assistente personale presso la famiglia Greenberg.

“Lo stravagante mondo di Greenberg” è una commedia drammatica di Noah Baumbach (“Il calamaro e la balena”) che racconta uno spaccato di vita di un “outsider” in una Los Angeles fuori dai riflettori.
Un ritratto più amaro che ironico di un personaggio alla deriva, un’anima in lotta col mondo, con la sua vita. Roger alla soglia dei 40 non è riuscito a maturare, a lasciarsi dietro il suo passato (ha fatto sciogliere la sua band poco prima di firmare un contratto discografico). Non riesce più a relazionarsi coi suoi coetanei, ne con Ivan (Rhys Ifans) il suo migliore amico, ne con Beth (Jennifer Jason Leigh), la sua ex: loro sono andati avanti, si sono costruiti una vita. L’unica persona capace di provare interesse e farsi coinvolgere da lui è Florence, una ragazza di 25 anni che fatica a trovare il suo posto nel mondo: conduce una vita insignificante e da un futuro incerto scandita da incontri occasionali e serate in cui canta in piccoli pub.

Nonostante ci sia una sorta di storia d’amore tra due anime gemelle, Baumbach si concentra sul personaggio Roger Greenberg, usa gli elementi (e la verbosità) della commedia indipendente americana per definirlo; scandisce la storia con le sue reazioni, i suoi sfoghi contro il mondo e le persone che lo circondano. Roger è una persona che ferisce gli altri, certo affascinante ma egoista. Proprio Florence gli confesserà in una delle tante conversazioni questa sua cattiveria :“Hurt peolpe hurt peolpe”. Non c’è una conclusione definitiva, tutto rimane in sospeso, ma ci sono i presupposti per un cambiamento.

Ben Stiller, onnipresente e ingombrante, dimostra la sua abilità nel definire un personaggio perfettamente immaturo e arrogante senza uscire dai sui schemi: un idiota che non genera risate. Greta Gerwig abituata al “mumblecore” bilancia la scena con il suo personaggio low-profile goffo ma ottimista. Il tutto è scandito da una colonna sonora che tra vecchio e nuovo definisce situazioni e personaggi.

 

Commenti  

 
-1 #1 ALDO 2011-04-25 14:07
Nella mia vita non ho mai visto un film così cretino ed insignificante! Il peggior film di Ben Stiller
Citazione
 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere