HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia arrow Maschi contro femmine
Domenica 2 Ottobre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Maschi contro femmine PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 27
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
mercoledì 27 ottobre 2010

Maschi contro femmine
Titolo originale: Maschi contro femmine
Italia: 2010. Regia di: Fausto Brizzi Genere: Commedia Durata: 113'
Interpreti: Paola Cortellesi, Fabio De Luigi, Sarah Felberbaum, Chiara Francini, Lucia Ocone, Francesco Pannofino, Alessandro Preziosi, Paolo Ruffini, Carla Signoris, Nicolas Vaporidis, Giorgia Wurth, Claudio Bisio, Nancy Brilli, Giuseppe Cederna, Luciana Littizzetto, Emilio Solfrizzi, Luca Calvani, Metis Di Meo
Sito web ufficiale: www.01distribution.it/maschicontrofemmine
Sito web italiano: 
Nelle sale dal: 29/10/2010
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Garbato
Scarica il Pressbook del film
Maschi contro femmine su Facebook

Maschi contro FemmineIl regista e sceneggiatore Fausto Brizzi è giunto al suo quarto film, che vede per la prima volta un avvicendamento col suo quinto, in post produzione, dal titolo Femmine contro Maschi.
I due film sono stati girati in contemporanea, anche se, precisa il regista, sono due racconti totalmente indipendenti l’uno dall’altro. Si può benissimo vedere il primo senza il secondo e viceversa, ma “se si vedono entrambi si gode il doppio” ha affermato.

Il film è composto da più storie in cui i personaggi si intrecciano, mostrando relazioni in comune. Walter e Monica hanno appena avuto un bambino che, come spesso capita, assorbe tutte le energie e le attenzioni della mamma. I rapporti intimi ne risentono e Walter, fedele convinto, spinto dagli amici e dal modo in cui Eva Castelli, pallavolista professionista, gli sta addosso, cede alla tentazione.
Poi ci sono i singolar tenzone tra Chiara e Diego, i due migliori amici, Marta e Andrea, che competono per una donna e Nicoletta che, scoperto il tradimento di suo marito con una ventenne, entra in crisi di mezza età. Questo film è stato scritto per dimostrare, se ancora ce ne fosse bisogno, che i pensieri, le idee, i comportamenti e i punti di vista di uomini e donne sono fondamentalmente diversi e che non se ne può venire a capo. In questo primo film sono stati catturati gli atteggiamenti negativi dei maschi, visti con gli occhi delle femmine.

Nel successivo accade l’esatto contrario, per creare un quadro completo di un mondo complesso, in cui, però, non si può fare a meno di entrare, per entrambi i. Il tema principale è l’incompatibilità tra i due sessi, che esiste realmente nella vita di tutti i giorni, come anche l’incomunicabilità e il non riuscire ad aprirsi realmente e profondamente l’uno all’altro, senza muri e vergogna. L’intento di Brizzi è stato quello di mettere a nudo i difetti degli uni e delle altre, senza dare giudizi e facendolo attraverso il linguaggio che gli è più congeniale, quello della commedia.
Ha ingaggiato fior fiori di attori che riescono a mescolare bene la comicità e una vena di tristezza come Carla Signoris, che nel ruolo di Nicoletta regala una performance calibrata, conferendole dignità e grazia. Per ogni storia affrontata c’è una tematica che emerge. Alcune eternamente attuali come il tradimento, altre di cui si parla meno, sia nella realtà del vivere quotidiano che al cinema.

Brizzi ha catturato nella maniera più rispettosa, i sentimenti di una donna quando dopo una certa età non si sente più apprezzata, come donna dotata di fascino. Nicoletta si sente brutta, insicura, decadente, invecchiata, una persona da rottamare e certo molti di coloro che la circondano non le sono d’aiuto, come un marito che la tradisce con una ventenne e un’amica che le consiglia di risolvere tutti i suoi problemi con la chirurgia plastica.
Un’altra tematica tutta al femminile riguarda Monica (Lucia Ocone). Questa è una neomamma, che affronta lo stress di una gravidanza e poi del periodo immediatamente successivo e in questo il marito non l’aiuta, pensando soprattutto al suo bisogno primario e non alla condizione mentale della moglie, che vede tutti i suoi ritmi sia fisici che psicologici entrare in tilt.
Questi sono solo due esempi di come spesso, uomini e donne, non esprimano le proprie paure e frustrazioni e tengano tutto dentro, non tenendo partecipe il partner che, in questo caso essendo un uomo, proprio non ci arriva (e alcuni non ci arrivano neanche se glielo si spiega). Due mondi, due universi paralleli che a volte si incrociano, quando l’amore fa capolino, per esempio.

Per quanto riguarda la canzone dei titoli di testa, Maschi contro Femmine, è stata scritta da Francesco Baccini.
Al regista piace molto il suo lavoro e gli ha chiesto di scrivere una canzone, per un film di cui Baccini non ha voluto leggere la sceneggiatura. Si è lasciato guidare solamente dal titolo.
Una bella citazione, con cui il film si apre, è una frase pronunciata da Massimo Troisi nel film “Pensavo fosse amore invece era un calesse”. Per Brizzi è la più adatta a descrivere il tema del film, dando subito una dichiarazione di intenti.
Maschi contro Femmine è una commedia divertente, garbata, mai volgare, ironica e riflessiva e Brizzi ancora una volta dimostra di saper coniugare bene l’ilarità alla riflessione.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere