Domenica 2 Ottobre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Motel Woodstock PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 6
ScarsoOttimo 
Scritto da Domenico Astuti   
domenica 29 novembre 2009

Motel Woodstock
Titolo originale: Taking Woodstock
USA: 2009  Regia di: Ang Lee  Genere: Commedia  Durata: 121'
Interpreti:Demetri Martin, Dan Fogler, Henry Goodman, Jonathan Groff, Eugene Levy, Jeffrey Dean Morgan, Imelda Staunton, Paul Dano, Kelli Garner, Mamie Gummer, Emile Hirsch, Liev Schreiber.
Sito web: www.filminfocus.com
Nelle sale dal: 09/10/2009
Voto: 6
Trailer
Recensione di: Domenico Astuti
L'aggettivo ideale: Sincero

Motel WoodstockTratto dal libro Taking Woodstock: A True Story di Elliot Tiber e Tom Monte.
Racconta la storia autobiografica di Elliot, un giovane arredatore del Greenwich Village che torna nel modesto motel di famiglia, l’El Monaco, per l’estate per aiutare i suoi anzianotti genitori a salvare l’alberghetto dal fallimento.
Il ragazzo tra un colloquio con la banca e una riunione con i paesani scopre che nel paese vicino le autorità hanno vietato lo svolgimento di un grosso raduno musicale.
Elliot allora contatta il produttore del festival Michael Lang che giunge lì, trova un enorme prato e si trasferisce subito nel motel di famiglia con tutta l’organizzazione: neanche il tempo di mettere le basi e un fiume di persone si mette in viaggio per raggiungere il campo dove è stato annunciato il Woodstock Festival.
Una serie di coincidenze involontarie rende possibile quello che a quarant’anni di distanza è ancora considerato l’evento musicale e sociale più importante della storia contemporanea.
Il film intelligentemente racconta il ‘dietro le quinte’ della vita, dei sogni e le aspirazioni di una generazione focalizzandolo sulle persone e le loro storie e non sul festival vero e proprio, “sentito” in fuori campo grazie alle note di una parte della colonna sonora originale.

Il film è arrivato in Italia in sordina, senza grande pubblicità giacché negli Stati Uniti è stato un flop mostruoso, ha incassato solo 7.460.204, praticamente niente.
Mentre la critica si è divisa e chi lo ha stroncato ha detto che i problemi “seri” come l’omosessualità, il reducismo dal Vietnam, i razzisti e la famiglia ebrea del protagonista sono stati affrontati dallo sceneggiatore e dal regista in modo superficiale, quasi offensivo.
Io più modestamente, venendo pure dalla visione di altri film della nostra storia passata (Il grande Sogno, Baaria…) ho apprezzato una storia mai retorica o nostalgica, un affresco di una generazione piuttosto sincero e vero (anche se c’è molta ‘cultura’ del sesso, droga e rock e roll).
Una storia costruita bene, credibile e piacevole da vedere anche se la psicologia del protagonista resta criptica e non risolta. C’è un’ottima regia che ci fa calare in quei tempi così lontani, una ricostruzione (scenografia, costumi e fotografia) degni di un film da oscar.

Andate a vederlo foss’anche solo per riflettere sui nostri tempi e sulle nostre fobie.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere