HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia arrow Perdona e dimentica
Mercoledì 28 Settembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Perdona e dimentica PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 3
ScarsoOttimo 
Scritto da Domenico Astuti   
venerdì 23 luglio 2010

Perdona e dimentica
Titolo originale: Life During Wartime
USA: 2009. Regia di: Todd Solondz Genere: Commedia Durata: 98'
Interpreti: Shirley Henderson, Ciarán Hinds, Allison Janney, Michael Lerner, Chris Marquette, Rich Pecci, Charlotte Rampling, Paul Reubens, Ally Sheedy, Dylan Riley Snyder, Renée Taylor, Michael K. Williams, Gaby Hoffmann, Chane't Johnson, Brian Tester, Emma Hinz, Lydia Echevarria, Meng Ai, Roslyn Ruff, Rebecca Chiles
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 16/04/2010
Voto: 7,5
Trailer
Recensione di: Domenico Astuti
L'aggettivo ideale: Pungente
Scarica il Pressbook del film
Perdona e dimentica su Facebook

Perdona e dimenticaTodd Solondz è un autore del New Jersey divenuto regista di culto un po’ dappertutto, ma non in Italia dove è conosciuto e stimato da una ristretta cerchia di cinefile. In precedenza solo il suo film “ Happiness “ del 1998 è stato distribuito nel nostro Paese in maniera decorosa.
E’ oramai una delle personalità più interessanti del cinema americano e come molti autori è passato prima nei festival internazionali e poi dal grande pubblico.
Il suo cinema è fuori dalle mode, per niente popolare, ultra-cinico e divertente; fatto di personaggi non convenzionali,  estremi anche se della middle class, grotteschi nella loro miseria quotidiana, bigotti e conformisti. E la cifra stilistica del regista si potrebbe collocare tra l’irriverenza di Bunuel e la comicità e l’humor dei fratelli Coen; qualcuno ha scritto “sembra aver lavato i panni un po' in Woody Allen e un po' in Philip Roth “. I suoi film hanno idee molto originali e sono girati in modo realmente indipendente, con attori bravissimi ma non di primo piano e probabilmente questo gli ha lasciato una libertà improponibile nel cinema industriale di oggi. Vincitore del premio come Miglior Sceneggiatura alla 66esima Mostra del Cinema di Venezia, “Perdona e Dimentica” riparte dal bellissimo “ Happiness “.
Le tre sorelle hanno dieci anni di più e le loro famiglie sono vittime di tragedie più o meno terribili come pedofilia, depressione, suicidi, solitudine; famiglie di un'America sempre più terrorizzata dopo l’11 settembre, che esiste ma di cui nessuno vuol parlare.

E tutto il film procede sulla tematica del titolo, perdonare o/e dimenticare: se si dimentica, non si perdona; se si perdona, spesso non si dimentica. La questione del perdono e dei suoi confini attraversa le storie d’amore che si intrecciano viene raccontata con umorismo tipicamente ebraico, in modo spietato ma anche con leggerezza dileggiatoria. Sullo sfondo della luminosa e vacanziera Florida tre sorelle ebree vivono con disperazione le loro vite: Joy ( Shirley Henderson ), vegetariana e emotivamente fragile, è in crisi con suo marito, un uomo gentile e delicato ma anche drogato, depravato e incontinente sessuomane, e lei deve anche fare i conti con le sue allucinazioni, vede il fantasma dell’ex-fidanzato morto  suicida; c’è Trish ( Allison Janney), moglie separata di Bill, con tre figli di cui due piccoli, l’ex marito è in carcere per pedofilia, ma lei ha detto ai suoi ragazzi che il padre è morto, sta cercando di rifarsi una vita andando ad appuntamenti al buio; Helen ( Ally Sheedy ), poetessa nevrotica e poi sceneggiatrice affermata, è vittima del suo stesso successo.

Bill, dopo anni di carcere, esce di prigione, e da solo inizia la sua vita costretto ad affrontare il suo passato in piena solitudine; incontra al bar di un albergo una donna ( Charlotte Rampling ) algida e sola, finiscono a letto senza alcun desiderio e lui, andando via, cerca di rubarle dei soldi dalla borsa. Joy decide di prendersi una "pausa" dal marito e dal New Jersey vola in Florida dove vive la sua famiglia. Sua sorella Trish ha iniziato una nuova relazione con un uomo anziano per lei ma normale e organizza il Bar Mitzvah per i tredici anni del figlio. Figlio fragile che però riesce a far scappare il nuovo compagno della madre paventando che anche lui possa essere pedofilo. In realtà vorrebbe un padre ma non sa come averlo. Nessuna storia si chiude tematicamente, ma nessun intreccio resta aperto. Tra le macerie di tante esistenze, resta solo il caos e la difficoltà di accettare se stessi e gli altri.

Una splendida commedia black, dal crudele umorismo, con tematiche angoscianti anche se stemperate dal ‘ tocco ’ tipicamente ebraico. Qualche concetto filosofico sul dimenticare e perdonare, su cui il piccolo Timmy, ragazzino fin troppo saggio per la sua età, ( torna sempre in questo genere di film il ragazzino saggio ) si trova spesso a riflettere: forse i terroristi dell’11 settembre avevano “le loro buone ragioni ?”.
E ancora: opinioni su Israele, l’America pre-Obama, Bush, Mc Cain, il Vietnam, i rapporti familiari, sono espresse a partire da toni ed atteggiamenti seriosi che sfociano sapientemente in dialoghi surreali ed assurdi.
Regia e fotografia sono rigorose ed eleganti fin dalla prima scena. Tutto il gruppo d’attori è praticamente perfetto come preciso, quasi in maniera maniacale, sono le scenografie la cui precisione nel disegnare scorci urbani, geometrie glaciali e interni definiti al millesimo (poster alle pareti compresi: quadri di Daniel Johnston, locandine dei Neutral Milk Hotel e di I'm not there ) sono i tratti stilistici più forti. La precisione degli oggetti e l'immobilità degli edifici sono le uniche cose solide del mondo.

 

Commenti  

 
0 #1 michela 2010-07-30 10:49
anke questo mi ispira..
Citazione
 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere