Lunedì 6 Dicembre 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Somewhere PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 50
ScarsoOttimo 
Scritto da Stefano Priori   
lunedì 13 settembre 2010

Somewhere
Titolo originale: Somewhere
USA: 2010. Regia di: Sofia Coppola Genere: Commedia Durata: 98'
Interpreti: Benicio Del Toro, Michelle Monaghan, Elle Fanning, Stephen Dorff, Laura Ramsey, Alden Ehrenreich, Robert Schwartzman, Paul Vasquez, Chris Pontius, Laura Chiatti, Becky O'Donohue, Simona Ventura, Susanna Musotto, Nino Frassica
Sito web ufficiale: www.focusfeatures.com/film/somewhere
Sito web italiano: www.mymovies.it/somewhere
Nelle sale dal: 03/09/2010
Voto: 7,5
Trailer 
Recensione di: Stefano Priori
L'aggettivo ideale: Essenziale
Scarica il Pressbook del film
Somewhere su Facebook

Somewhere“Somewhere”, di Sofia Coppola è un film certamente d’alto livello. L’autrice, affronta un tema della società odierna “la noia, e il vuoto esistenziale”, e lo fa rappresentandolo attraverso un divo del cinema.

Jhonny vive solo, in un piccolo appartamento di un hotel di Los Angeles. Il film apre con le immagini di due gemelle bionde che ballano ai bordi del suo letto, la lap dance. Immagini che dichiarano la condizione di una solitudine avanzata, com’è quella del successo. In realtà, quello che accade nello svolgimento del film, non importa, perché è oltremodo retorico.
Il limite del film è nella scelta della rappresentazione scenica, notevolmente scontata, il successo come prototipo e veicolo del film.

Eppure la capacità di delineare la noia del personaggio con la macchina da presa, dettandone i tempi, da parte di Sofia Coppola è davvero di alto livello. L’insistenza della macchina da presa, nell’osare tempi lunghi nelle scene,“per significare” l’immagine, premia “Somewhere” e l’autrice del film. La scena della bottiglia di birra, bevuta a piccoli sorsi, o quella della maschera per gli effetti speciali, dove il protagonista resta solo, respirando a fatica dalle narici, sono fortemente realistiche e intrise di una solitudine come in trasparenza.
La scelta stilistica troppo ovvia dell’autrice, non è limite accettabile dal punto di vista critico, ma è superata dall’uso del ritmo “interiore” dell’immagine. Il rapporto con la figlia Clio, segna un cambiamento decisivo nella relazione affettiva del protagonista, ma appare a tratti forzato. Nei rapporti famigliari privi di identità, spesso i figli sono la punta di un conflitto che sancisce la disfatta dell’intero sistema.

A noi in fondo, basta quel poco che Sofia Coppola ci propone come “significante”, con chiarezza e in modo esplicito, naturale.
Il film esagera nel proporre i “luoghi comuni” attribuibili al successo, Ferrari, belle donne e il fascino irresistibile del divo, mettendo anche i dadi da poker, il massaggiatore, l’elicottero.
Avremmo potuto farne a meno.....ma non importa.
Resta una domanda, che accomuna la nostra vita a quella del protagonista. Come riempire la solitudine, la noia della routine. C’è un misto di dubbia felicità, infelicità, che tocca molto da vicino. Come non avessimo modo di capire più, chi siamo e cosa vogliamo, ciò che la noia determina.
Sofia decide che il suo personaggio, lasci tutto
per cercare qualcosa “Somewhere”, da qualche parte.

Un finale, ideato per concludere il film in qualche modo. Indubbiamente scontato, troppo facile e banale. Il giovane ricco, nel Vangelo chiede a Gesù cosa deve fare, per avere la vita eterna, (la speranza) e Gesù risponde: “Vendi tutto, dallo ai poveri e seguimi”. Il giovane ricco se ne và triste, con molte ricchezze, o povertà, nel cuore.
Risulta troppo facile andare “da qualche parte” nella speranza di poter cambiare la sola esteriorità.
Somewhere, in fondo non esiste, senza una decisione introspettiva, che manca al protagonista. La noia è un dramma che diviene stereotipo, da cui non è cosi facile liberarsi. Buona la fotografia, molto curata negli interni.
Buone le scelte prospettiche della macchina da presa, non sempre di altissimo livello, discutibile l’uso di obiettivi spinti.
Il film di Sofia Coppola ricorda per certi versi, i silenzi di “Professione Reporter” di Michelangelo Antonioni.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere