HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia arrow Tamara Drewe - Tradimenti all'inglese
Lunedì 6 Dicembre 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Tamara Drewe - Tradimenti all'inglese PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Domenico Astuti   
martedì 15 febbraio 2011

Tamara Drewe - Tradimenti all'inglese
Titolo originale: Tamara Drewe
Gran Bretagna: 2010. Regia di: Stephen Frears Genere: Commedia Durata: 111'
Interpreti: Gemma Arterton, Roger Allam, Bill Camp, Dominic Cooper, Luke Evans, Tamsin Greig, Charlotte Christie, Jessica Barden, John Bett, Josephine Taylor, Bronagh Gallagher, Pippa Haywood, Natasha Alderslade, Jon Plimmer, Joel Fry, Zahra Ahmadi
Sito web ufficiale: www.sonyclassics.com/tamaradrewe
Sito web italiano: 
Nelle sale dal: 05/01/2011
Voto: 7,5
Trailer
Recensione di: Domenico Astuti
L'aggettivo ideale: Perfetto
Scarica il Pressbook del film
Tamara Drewe - Tradimenti all'inglese su Facebook

Tamara Drewe - Tradimenti all'ingleseCi sono dei grandi registi che realizzano dei film riuscitissimi, che hanno cervello e cuore, tecnica e creatività, che non ne sbagliano uno, eppure non vengono ritenuti da critica e pubblico dei maestri del cinema a tutto tondo. Forse il motivo più evidente è che non hanno realizzato almeno un capolavoro.

Uno di questi autori è l’inglese, quasi settantenne, Stephen Frears che ha realizzato più di venti film senza contare i suoi lavori televisivi. Il suo primo film è stato “ Sequestro pericoloso “ del 1972, un ottimo debutto noir con molte citazioni del genere e con un grande Albert Finney ( Eddie è un modesto animatore di un night di Liverpool, decide di arrotondare facendo l’investigatore privato.
Dovrà indagare su uno morto in circostanze misteriose – Potete vederlo in Dvd ); ma né il pubblico né la critica si accorgono di questo film.
Ci vorranno ben sette anni per realizzare “ Bloody Kids “ ( Due piccoli adolescenti proletari passano una notte a combinare guai e si conclude in una sanguinosa rissa, uno finirà in ospedale, l'altro in fuga ) ma anche questo film non verrà notato o segnalato; qualche riscontro lo avrà con il bel film successivo “ Vendetta “ del 1984, ( Due killer ritrovano un loro complice che li ha traditi, in Spagna.
Lo prendono e con lui attraversano in auto la Spagna e la Francia per portarlo a Parigi, ma sono braccati dalla polizia ). Nel 1985 giunge al fine il successo sia di critica che di pubblico con il film “ My Beautiful Laundrette “ ( Una relazione omosessuale e interrazziale sullo sfondo di una lavanderia a gettone della periferia londinese ) con Daniel Day-Lewis e Gordon Warnecke.

Del 1988 è “ Le relazioni pericolose “ con un cast importante e perfetto composto da John Malkovich, Glenn Close, Michelle Pfeiffer e una giovanissima Uma Thurman ( Nella Francia di fine '700, un po' per gioco un po' per vendetta, la marchesa di Merteuil macchina col visconte di Valmont un complicato intrigo di seduzione ). Ottenuto il successo internazionale gira successivamente “ Rischiose abitudini “, nomination all'Oscar come migliore regista nel 1991, “ Eroe per caso “. “ Due sulla strada “, il poco visto e compreso western “ Hi-Lo Country “, “ Alta fedeltà “, “ Piccoli affari sporchi “ “ Lady Henderson presenta “, del 2006 è “ The Queen “ con Helen Mirren, e dopo “ Cheri “ del 2009 dal romanzo di Colette, ecco “ Tamara Drewe “.
In un paesino del Dorset c’è una specie di agriturismo ( dal nome originale “ Via dalla pazza folla “ – titolo di un romanzo del grande scrittore inglese Thomas Hardy, ma anche un film del compianto John Schlesinger ) per aspiranti scrittori o per scrittori di tanta cultura ma poco successo; all’inizio ce ne sono quattro, due uomini e due donne, che osservando il sereno paesaggio, scrivono saggi o romanzi, poi cenano assieme e discutono di letteratura.

La casa è gestita dalla signora Beth che oltre a pensare a tutto fa da assistente e segretaria al marito il famoso romanziere Nicholas Hardiment, un uomo metodico, saccente, forse noioso e pronto a tradire la moglie appena possibile.
La vita del paesino di campagna è noiosa un po’ per tutti ma soprattutto per due insignificanti ma simpatiche ragazzine, Casey e Jody, rese insofferenti dal tran tran e dall’interesse per i musicisti rock. In questo paesino così tranquillo torna dopo parecchi anni Tamara Drewe, una splendida ragazza poco convenzionale e molto sola che vuole vendere la casa di famiglia dopo la morte della madre: scrive una rubrica per un quotidiano, ha un nuovo naso e un paio di gambe che risveglierebbero un defunto.
Ben presto parecchi uomini si danno da fare con lei, l'ex fidanzatino Andy, ora tuttofare presso l’agriturismo, lo scrittore di noir Hardiment e anche la rockstar Ben Sergeant, che è venuto a fare un concerto da quelle parti e si intrattiene un po’ di giorni per stare con Tam. Ma la relazione tra Ben e Tam provoca un’invidia estrema nell’ adolescente Casey che con l’amica inizia a muovere le fila a volte comiche e a volte drammatiche delle vite dei protagonisti anche grazie al fatto che riesce a entrare nella mail di Tam. Le vite dei protagonisti si intrecciano, si confondono, si complicano per poi concludersi nel migliore dei modi possibili, quasi per tutti.

Un film brillante, ironico, molto british, che ci ricorda nello stile e nel ritmo il Woody Allen della maturità e anche il Robert Altman di “ La fortuna di Cookie “ e de “ Il dottor T. e le donne “. Una commedia intelligente, che ironizza con tipico umorismo inglese sulle piccolezze umane di un certo tipo di scrittori e della media borghesia e sulle debolezze degli esseri umani più in
generale. Una sceneggiatura ( basata sull'omonima striscia a fumetti di Posy Simmonds, pubblicata nel 2005 sul quotidiano The Guardian, tratta a sua volta dal romanzo “ Via dalla pazza folla “ ) scritta dalla brava Moira Buffini ( dal nome italiano ma dai genitori irlandesi ) senza smagliature e con dialoghi brevi e perfetti, un montaggio ottimo e essenziale, una regia perfetta al servizio della storia che ci conferma la grandezza di questo maestro inglese che anche in questo caso però non sfiora il capolavoro. Un cast di attori poco glamour ma perfetto e in sintonia con la storia.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere