HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia arrow Ti va di pagare? - Priceless
Lunedì 6 Dicembre 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Ti va di pagare? - Priceless PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 4
ScarsoOttimo 
Scritto da Ilaria Ferri   
domenica 24 giugno 2007

Ti va di pagare? - Priceless
Francia: 2006. Regia di: Pierre Salvadori Genere: Commedia Durata: 104'
Interpreti: Audrey Tautou, Gad Elmaleh, Marie-Christine Adam, Vernon Dobtcheff, Jacques Spiesser, Annelise Hesme, Charlotte Vermeil, Claudine Baschet, Laurent Claret, Jean de Coninck
Sito web: www.tfmdistribution.com/horsdeprix
Voto: 6
Recensione di: Ilaria Ferri

100.jpgNell'albergo dove lavora, Jean (Gad Elmaleh), romantico, squattrinato e tragicomico eroe dei nostri giorni, incontra Ir ne (Audrie Tautou), cinica mantenuta di ricchi signori attempati e si innamora perdutamente di lei.
I due protagonisti si rincorrono da una localit vip all'altra, ospiti di "amici" facoltosi e prodighi, un po' per accendere la scintilla della gelosia nell'altro e un po' per "sbarcare il lunario" da gran signori. Tra gli alberghi lussuosi e le vertiginose scollature della bella Tautou, si compie quest'ennesimo percorso amoroso che vede i poli opposti attrarsi.
Chi ha la giovinezza e il fascino dalla sua, come la stessa Ir ne afferma in una scena, deve sfruttarli all'inverosimile per spremere come limoni gli sciocchi, tiranni e sempre pi soli, ricconi del bel mondo, con tanto di tattiche e studiati modus operandi che la casta dei mantenuti affina con l'esperienza.
Il tutto cercando di accantonare i sentimenti e gli scrupoli, fin quando l'amore non arriva a guastare le feste.
Il nuovo lavoro di Pierre Salvadori, si propone come una commedia a tratti divertente e a tratti vagamente romantica. Sebbene alcune battute e alcune gag siano esilaranti, altre sono decisamente scontate; manca il brio e la leggerezza delle commedie romantiche d'oltreoceano, manca l'alchimia tra i due protagonisti, che a volte sembrano quasi legnosi e artefatti e manca un ritmo decisamente pi vorticoso. Ci sono momenti in cui l'atmosfera si incupisce per lasciare posto a sprazzi di malinconia, come nei bei primi piani di Madeleine (Marie-Christine Adam) la matura ma ancora piacente signora con cui si intrattiene Jean.
Non sia mai detto che non seguire pedissequamente i dettami del genere sia una pecca, anzi spesso ci che fa elevare un film dalla media, ma lo stesso Salvadori afferma di ispirarsi ai grandi classici di Lubitsch, Hawks e altri, ma in questo caso siamo lontani anni luce da commedie come Susanna, e ci troviamo davanti un ibrido che non eccelle in nessun aspetto particolare se non forse nella cura delle location, dei costumi e delle belle musiche. Per chi ama il genere non troverà niente di nuovo o particolarmente seducente, eccettuati i due fascinosi protagonisti e qualche battuta azzeccata.Andando scherzosamente per luoghi comuni, Ir ne fa notare in un momento del film che nei ristoranti italiani siamo troppo indaffarati a non sembrare italiani, che invece questi francesi siano "troppo francesi" quando rivisitano un genere prettamente americano?

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere