Martedì 20 Novembre 2018
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
jurassic_world_il_regno_distrutto_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prossimamente
Alex & Emma PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 18
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
giovedì 11 dicembre 2014

Titolo: Alex & Emma
Titolo originale: Alex & Emma
USA: 2003. Regia di: Rob Reiner Genere: Commedia Durata: 96'
Interpreti: Luke Wilson, Kate Hudson, Sophie Marceau, David Paymer, Rip Taylor, Chino XL, Lobo Sebastian, Rob Reiner, Paul Willson, Alexander Wauthier, Leili Kramer, Gigi Bermingham, Jordan Lund, François Giroday, Robert Costanzo
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 2003
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Potenziale
Scarica il Pressbook del film
Alex & Emma su Facebook

alex__emma_leggero.png“Alex & Emma” viene riedito in Dvd Mustang Entertainment, distribuito dalla Cecchi Gori Home Video. Film del 2003 vede nelle vesti del protagonista maschile Luke Wilson e in quelle femminili Kate Hudson diretti da Rob Reiner, il quale ricopre anche il ruolo del capo del protagonista. Alex Sheldon ha il blocco dello scrittore, ma ha anche un debito di centomila dollari da saldare entro 30 giorni.
Solo trenta giorni per avere un’idea, metterla su carta e consegnare l’opera al suo editore, prima che dei brutti ceffi si presentino alla sua porta per riscuotere il dovuto. Per la trascrizione del suo romanzo si affida ad Emma, stenografa professionista, che inizialmente non lo vede di buon occhio.

La storia raccontata da Alex nel libro lo avvicina ad Emma, più di quanto potesse immaginare, ma… La pellicola è ispirata a quanto accaduto nella realtà allo scrittore Fedor Michajlovic Dostoevskij, che ha dovuto scrivere “Il giocatore” in soli 30 giorni, a causa di debiti da estinguere. Durante questo lasso di tempo si innamora della giovane stenografa a cui lo detta. Quella tratteggiata nel film è una storia nella storia ed è nell’alternanza tra le due che il pubblico impara a conoscere i due protagonisti e a incuriosirsi per cosa accadrà loro.

Punto di forza del film è la simpatia di Kate Hudson e Luke Wilson, che sanno essere complici e passarsi la palla al momento opportuno. Ciò che manca, invece, è lo sprint e l’arguzia di altre commedie strepitose di Rob Reiner. Come dimenticare lo strepitoso “Harry ti presento Sally” (1989), ma anche “Sacco a pelo a tre piazze” (!985) – con un giovane John Cusack – “Stand by Me – Ricordo di un’estate” (1986), “Codice d’onore” (1992) e diverse altre. Rob Reiner è uno dei grandi registi di Hollywood, che vanta collaborazioni preziose con Jack Nicholson e Morgan Freeman in “Non è mai troppo tardi”, Kathy Bates in “Misery non deve morire”, Bruce Willis e Michelle Pfeiffer in “Storia di noi due” o Michael Douglas e Diane Keaton nell’ultima commedia “Mai così vicini”. In “Alex & Emma” Reiner esibisce delle autocitazioni.
Una salta subito agli occhi quando si fa la conoscenza di Emma, che spiega ad Alex la sua abitudine nel dare una scorsa al finale di un libro per capire se vale la pena leggerlo. Stessa abitudine di Harry in “Harry ti presento Sally”, con una motivazione ben diversa però. Inoltre il nome Sheldon sembra essere molto caro al regista, che lo utilizza prima in “Harry ti presento Sally” nella sequenza in cui Sally parla del suo ex (Sheldon appunto), poi chiama Paul Sheldon il protagonista di “Misery non deve morire”. Se sia un’iniziativa scaramantica o meno, di certo è una coincidenza curiosa.

L’idea che sta alla base del film è accattivante e Reiner esprime in maniera credibile come potrebbe lavorare l’immaginazione di uno scrittore. Sono alcune gag e situazioni della storia nella storia a mancare di mordente e a non strappare un sorriso quando dovrebbero. Il profilarsi della storia tra Alex ed Emma, invece, funziona e lo spettatore ne rimane intenerito e incuriosito.
Il talento di Reiner è far emergere poco a poco i sentimenti e le emozioni dei suoi personaggi in maniera inattaccabile.
Ne sono un esempio Harry e Sally, il tenente Daniel Kaffie e il colonnello Nathan Jessep, e Alex ed Emma non fanno eccezione.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Tito e gli alieni
Perfetti sconosciuti
Il sacrificio del cervo sacro
Orecchie
Searching
Una vita spericolata
E' nata una stella
La terra dell'abbastanza
Dante va alla guerra
BlacKkKlansman
The Infiltrator
La profezia dell'armadillo
Sulla mia pelle
Gotti – Il Primo Padrino
Il tuttofare
The End? L'inferno è fuori
Ride
Io sono tempesta
Io c'è
Stronger, io sono più forte
Schegge di paura
Broadway Danny Rose
Il giovane Karl Marx
Come un gatto in tangenziale
La truffa del secolo
La truffa dei Logan
Monitor
Dogman
Un sogno chiamato Florida
Ippocrate
End of Justice - Nessuno è innocente
Ogni maledetta domenica
Paterno
Made in Italy
Rimetti a noi i nostri debiti
Abracadabra
Benvenuto in Germania
Avengers: Infinity War
I segreti di Wind River
Molly's Game
Il premio
Tonya
Strange Days
Omicidio al Cairo
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere