HOME arrow Recensioni film arrow Commedia1 arrow Benvenuto a bordo
Domenica 22 Ottobre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Benvenuto a bordo PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 20
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
martedì 12 giugno 2012

Titolo: Benvenuto a bordo
Titolo originale: Bienvenue à bord
Francia: 2011. Regia di: Eric Lavaine Genere: Commedia Durata: 90'
Interpreti: Franck Dubosc, Valérie Lemercier, Gérard Darmon, Luisa Ranieri, Lionnel Astier, Elisa Servier, Philippe Lellouche, Jean-Michel Lahmi, Guilaine Londez, Shirley Bousquet
Sito web ufficiale: www.bienvenueabord-lefilm.com
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 15/06/2012
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Esuberante
Scarica il Pressbook del film
Benvenuto a bordo su Facebook
Mi piace

bienvenueabord_leggero.pngAmbientato nel vacanziero mondo delle crociere, “Benvenuto a Bordo” è diretto dal regista Éric Lavaine, occupatosi della sceneggiatura insieme a Hector Cabello Reyes e girato su una vera nave da crociera con tanto di passeggeri.
Le riprese, durate sei settimane, sono state effettuate una parte mentre i passeggeri erano a terra a visitare il posto, un’altra recintando delle aree piuttosto ampie della nave.
Infine le sequenze all’interno delle cabine sono state girate in studio a causa della scomodità e del poco spazio delle medesime.

“Benvenuti a Bordo” è un film corale.
Tutto inizia quando Rémy si presenta ad un colloquio per un posto di animatore su una nave da crociera. Non ha alcun titolo e non sembra adatto, ma Isabel, la responsabile delle risorse umane, lo assume per indispettire il suo capo, che l’ha appena mollata e licenziata al contempo.
Rémy sarà una bella gatta da pelare per qualche persona sulla nave, ma si dimostrerà migliore di quanto molti pensano.
Ambientare un film su una nave da crociera, per Lavaine, è stata un’occasione per mostrare a chi non ne avesse idea un mondo variopinto, in cui la gente si diverte, si estranea dalla vita che fa tutti i giorni e, spesso, si gode situazioni che non vivrebbe in altro modo.
È stato anche un sistema perfetto per sviluppare più storie parallelamente, senza che ci sia un protagonista unico, anche se in effetti Rémy è l’artefice delle varie storie.
Grazie alla sua presenza e alle sue azioni queste nascono, si sviluppano e poi prendono il largo singolarmente.

È una commedia nella quale si mescola romanticismo e comicità. Rémy si innamora della capitana (Luisa Ranieri), ma ogni suo approccio galante finisce inesorabilmente in caciara. L’uomo sembra attirare su di sé le circostanze più strampalate a causa anche della sua genuinità e particolarità di pensiero.
Le persone intorno a lui pensano che sia un po’ tonto e l’uomo è consapevole di ciò, ma possiede un animo buono e questo arriva allo spettatore che ne apprezza le qualità. In qualche occasione i personaggi danno l’impressione di voler strappare la risata del pubblico in maniera forzata, un po’ come fa un comico con un pezzo di cabaret che non fa ridere.
Ciò non toglie che metta allegria e che funzioni per l’umanità dei personaggi: Rémy potrà assomigliare a un clown, ma tolto il trucco per qualche secondo si può scorgere la sua anima. Altro personaggio che conquista la risata è Richard, il direttore della crociera. La serietà con cui risponde alle provocazioni di Rémy e le battute connesse sono originali e ilari.

Per non parlare del modo in cui si rivolge ai passeggeri. In mezzo al nutrito cast di attori comici compare Luisa Ranieri, che ricopre un ruolo primario, riuscendo a far sua questa donna con un incarico importate e madre single, che si occupa del suo adorato figlio. In “Benvenuto a Bordo” Éric Lavaine affronta diverse tematiche, quella che intenerisce di più è senz’altro il trauma dell’abbandono, subito dal figlio della capitana e il suo astenersi dal parlare.
Questo film ha tanti buoni elementi e con qualche accortezza sarebbe stato perfetto.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere