HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia1 arrow Brittany non si ferma più
Giovedì 12 Dicembre 2019
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
halloween_banner_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
the_field_guide_to_evil_banner.jpeg
Brittany non si ferma più PDF Stampa E-mail
Scritto da Ciro Andreotti   
mercoledì 27 novembre 2019

Brittany non si ferma più (Brittany run the Marathon) USA 2019 Regia di: Paul Downs Colaizzo Genere: Commedia Durata: 108' Cast: Jillian Bell, Michaela Watkins, Micah Stock, Utkarsh Ambudkar, Alice Lee, Lil Rel Howery.
Nelle sale dal:
15/11/2019
Recensione di: Ciro Andreotti Voto: 6
L'aggettivo ideale: Sensibile...

Da una storia vera, debitamente romanzata, il regista esordiente Paul Colaizzo, con anni di sceneggiatura teatrale sulle spalle abrittany_non_si_ferma_pi.jpg dirigere musical di successo a Broadway, decide per la prima volta di mettersi in gioco narrando la storia della sua ex compagna di stanza, una ragazza particolarmente spensierata e con la battuta sempre pronta ma che alla soglia dei 30 anni, in preda a una crisi da Adderall si rivolge a un medico troppo zelante che invece di prescriverle il farmaco la metterà sul chi va là riguardo uno stato di salute che potrebbe velocemente degenerare nel caso la nostra protagonista non la smetta di bere drink e non inizi a prendersi maggiormente cura di un corpo con troppi chili in eccesso.

La catarsi di Brittany, impersonata dall’attrice di tv - serial Jillian Bell, inizia con una presa di coscienza che, è bene dirlo, più volte abbiamo incontrato lungo il nostro percorso di fruitori.
Se nel caso della sua omologa anglosassone Bridget Jones, il cambio di lavoro e le difficoltà di accettarsi erano all’ordine del giorno, ma la vera presa di coscienza non arrivava veramente mai, per Brittany Forgler la sola risposta possibile è sia guardarsi allo specchio, cercando di cambiare uno stile di vita autodistruttivo, ma anche iniziare a volersi più bene cercando di frequentare persone più giuste per la propria indole.

La maratona di New York alla quale dopo un lungo anno di allenamenti la giovane Brittany vorrebbe partecipare, diventa quindi sia il simbolo di tutti gli sforzi che si devono compiere per riuscire a raggiungere i propri obiettivi e al tempo stesso anche il fine principale di una catarsi che si compie all’interno di un corpo, che si snellisce e modella, ma che con il passare del tempo pare non abbandonare quelle iniziali fragilità della protagonista.

Pellicola presentata al Sundance 2019 e dal mese di Agosto disponibile sia al cinema che sulla piattaforma Video di Amazon. Da vedere se vi piacciono le storie a lieto fine ma con molte difficoltà personali d’attraversare.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere