HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia1 arrow Come un gatto in tangenziale
Lunedì 19 Novembre 2018
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
jurassic_world_il_regno_distrutto_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prossimamente
Come un gatto in tangenziale PDF Stampa E-mail
Scritto da Ciro Andreotti   
lunedì 02 luglio 2018

Titolo: Come un gatto in tangenziale
Titolo originale: Come un gatto in tangenziale
Italia 2017 Regia di: Riccardo Milani Genere: Commedia Durata: 100'
Interpreti: Antonio Albanese, Paola Cortellesi, Sonia Bergamasco, Luca Angeletti, Claudio Amendola, Alice Maselli, Simone de Bianchi
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 28/12/2017
Voto: 7
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Delicato...
Scarica il Pressbook del film
Come un gatto in tangenziale su Facebook

come_un_gatto_in_tangenziale.jpg“Quanto potrà durare un gatto se abbandonato in tangenziale?” Da questo semplice assioma prende il via la pellicola di Riccardo Milani che per la seconda volta dirige il duo Cortellesi – Albanese a nemmeno un anno distanza dalla commedia Mamma o Papà?, se in quel caso era il mondo delle coppie in crisi a essere preso in esame, questa volta i due dovranno scontrarsi con le proprie certezze nei confronti del mondo altrui.

Da un lato c’è Monica, nata e cresciuta a Bastogi, periferia della capitale fra le più degradate, con un lavoro da cuoca nella mensa di un ricovero, una coppia di sorelle gemelle che vive con lei e con il vizio di rubare tutto quello che capita loro a tiro e un marito da tre anni in prigione per tentato omicidio.
Dall’altro lato Giovanni è un radical chic, divorziato, che abita in un palazzo del centro di Roma e che da sempre instilla il concetto di eguaglianza nella testa di sua figlia Agnese e che da membro di una think tank cerca anche di ottenere dei finanziamenti dal parlamento europeo per il recupero delle periferie della penisola.

I due si scontreranno quando Alessio, figlio di Monica, e Agnese inizieranno a frequentarsi, il che creerà un grande subbuglio nelle rispettive convinzioni dei loro genitori: l’uno aperto, a meno che non sia coinvolta la figlia, e l’altra certa dell’auto determinismo nel quale da sempre versa la sua vita.
I personaggi di Albanese e della Cortellesi sono stereotipati e al tempo stesso specchio di un Italia che non risulta essere parodia di se stessa, e se da un lato la pellicola tratta le evidenti difficoltà alla gestione del mondo degli adolescenti, da parte di quello dei genitori, dall’altro riguarda il difficile tema dell’accoglienza, scadendo in alcuni stereotipi ma al tempo stesso facendosi assistere da un ritmo incalzante, privo di pause, con spunti di riflessione nei confronti della teorica disponibilità a chi è differente da noi, anche se residente nella nostra città e quindi senza che ci si debba spostare a migliaia di chilometri di distanza. Una commedia delicata, e un film fra i migliori di questa stagione, capace di fare sorridere delle nostre granitiche certezze e da vedere se amate le periferie (degradate) della capitale.

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere