Lunedì 18 Giugno 2018
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
the_midnight_man_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Il circolo Pickwick News
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Donne in attesa PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 13
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
martedì 25 dicembre 2012

Titolo: Donne in attesa
Titolo originale: Kvinnors Väntan
Svezia: 1952. Regia di: Ingmar Bergman Genere: Commedia Durata: 80'
Interpreti: Carl Ström, Gerd Andersson, Björn Bjelfvenstam, Maj Britt Nilsson, Jarl Kulle, Birger Malmsten, Gunnar Björnstrand, Eva Dahlbeck, Anita Björk, Karl-Arne Holmsten, Aino Taube, Håkan Westergren
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 1953
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Confessante
Scarica il Pressbook del film
Donne in attesa su Facebook

donne_in_attesa_leggero.png“Donne in attesa” (Kvinnors väntan, 1952), film successivo a “Un’estate d’amore”, affronta l’amore maturo in quattro coppie sposate, mostrando come si è evoluto il sentimento fresco e passionale della giovinezza.
Il film appartiene alla Bergman Collection, una nuova e più ricca edizione, distribuita in Dvd da Bim e 01 Distribution. Tra i contenuti speciali c’è il film “Eva”: la scrittura della sceneggiatura è stata affidata a Bergman, con la regia di Gustaf Molander. Annette, Rakel, Marta e Karin sono in attesa dei loro quattro mariti, tutti fratelli, in una casa in riva al lago.
Annette inizia a raccontare le sue pene coniugali e così una dopo l’altra si confessano, raccontando le verità nascoste del proprio matrimonio. Ad ascoltare le storie c’è Maj, sorella minore di Marta, in attesa del suo fidanzato.

“Donne in attesa” è strutturato a partire dalla riflessione di Annette sul presente per poi estendersi nell’evocazione del passato delle altre donne. Bergman rende questo passaggio attraverso l’uso del flash-back, che nelle sue mani, diviene un segno stilistico, che caratterizza i suoi lavori. In questo – come in diversi altri suoi film – Bergman mette in luce il punto di vista femminile come tante volte ha fatto in maniera diversa e più incisiva il regista Zhang Yimou, che ha messo in primo piano quanto carattere e forza di volontà possa avere la donna rispetto all’uomo. Le donne di Bergman sono decisioniste, freddamente sincere e in grado di cavarsela in ogni circostanza.
In “Donne in attesa” ci si accorge di un’inversione narrativa rispetto alla classica commedia, partendo dal dramma più completo si arriva, per fasi, al racconto sereno e scherzoso di Karin. Il tradimento che nella confessione di Rakel è tale da produrre un’aggressività verbale, in quella di Karin diviene qualcosa di leggero, sul quale poter giocare.
Quella che inizia tutt’altro che come una commedia lo diviene per gradi, lasciando anche una lezione e un auspicio, da cogliere nelle parole di Maj, che chiede a Henrik una prospettiva di vita di coppia diversa (da quelle ascoltate) e senza compromessi. La presenza degli specchi, utilizzati in abbondanza e in quasi tutti gli ambienti, è rivelatrice.

A Bergman piace che i suoi personaggi si specchino per mostrare così, anche materialmente, i loro egoismi. Sono tutte figure narcisiste che - in un modo o nell’altro - pensano prima a se stesse, nonostante la vita in comune che vivono col partner. Sembrano quasi non rendersi conto di quali saranno le conseguenze delle loro azioni o ne rifiutano il pensiero per godere di un momento di estasi, di felicità, che un attimo dopo diventa da disprezzare, vacuo ed evanescente.
L’ambientazione estiva diviene metafora delle stagioni della vita – tema ricorrente nell’opera di Bergman – palesata nell’epilogo quando uno dei personaggi dice di lasciare che i due giovani innamorati si godano l’estate, perché poi verrà l’inverno con le sue delusioni. Al centro di tutto, di ogni aspetto e tematica trattata dall’autore, c’è l’amore, che i personaggi bergmaniani rincorrono, desiderano, generando gelosie, tradimenti, provocazioni.
Ognuno di loro fa il necessario per raggiungere lo scopo.
“Donne in attesa” è un film in cui dal dramma si passa alla commedia con una studiata elaborazione.
Le storie raccontate non possiedono la medesima forza, tuttavia il lavoro fatto da Bergman rende stimolante la visione del film.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere