Martedì 11 Agosto 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
crawl_banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
jumanji2-728x140.png
Febbre da cavallo PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 6
ScarsoOttimo 
Scritto da Ciro Andreotti   
martedì 15 luglio 2014

Titolo: Febbre da cavallo
Titolo originale: Febbre da cavallo
Italia: 1976. Regia di: Steno Genere: Commedia Durata: 100'
Interpreti: Enrico Montesano, Luigi Proietti, Catherine Spaak, Mario Carotenuto, Adolfo Celi, Fernando Cerulli, Nerina Montagnani, Ennio Antonelli, Gigi Ballista, Marina Confalone, Luciano Bonanni, Renzo Ozzano, Francesco De Rosa, Nikki Gentile, Maria Teresa Albani, Giuseppe Castellano, Aristide Caporale, Gianfranco Cardinali, Pietro Zardini, Elena Magoia, Fulvio Pellegrino, Valentino Simeoni, Marialuisa Traversi
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 1976
Voto: 9
Trailer
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Attuale
Scarica il Pressbook del film
Febbre da cavallo su Facebook

febbre_da_cavallo_leggero.pngA Roma si aggirano alcuni appassionati di corse di cavalli: Bruno Fioretti detto ‘Mandrake’, attore semi disoccupato e perennemente fidanzato con la barista Gabriella; Armando Pellicci, detto ‘Er Pomata’, disoccupato perennemente braccato dai debitori; il guarda macchine abusivo Felice e l’avvocato De Marchis, proprietario di una scuderia di cavalli.
Tutti quanti fanno ruotare la loro esistenza attorno alle scommesse ippiche.

Difficile non avere in mente ‘il motivetto’ che da sempre accompagna Febbre da Cavallo e inciso per l’occasione da Vince Tempera. Difficile anche non avere presente le migliori scene di una delle pellicole comiche mai prodotte in Italia, divenuta un vero fenomeno di costume, degne del Rocky Horror Picture show, a causa della ripetuta visione nei cineclub della capitale e ben al di la dell’uscita nelle sale datata 1976.

Gli stessi attori, Proietti e Montesano per primi, si accorsero di trovarsi di fronte a qualche cosa di più di un film comico, ma bensì ad un vero fenomeno di costume, quando fermati per la strada all’uno domandavano di sfoderare il sorriso ‘maggico’ di Mandrake e all’altro una delle battute del film.
La pellicola costruita con mezzi di fortuna, facile accorgersi di cambi repentini e inspiegabili di scena e costume, va però oltre a una comicità fatta di colpi di scena, di macchiette, di scherzi mai volgari o sopra le righe.
Il film regge infatti la propria struttura su un architrave non così banale come la si può immaginare, difatti stiamo parlando di un’analessi perfettamente orchestrata in chiave comica e che parte quindi dalla fine, costringendo nel corso di un processo per truffa a riavvolgere la trama da parte di un terzetto di attori che di li in poi, soprattutto Proietti e Montesano seppero ricostruire la comicità della penisola.
Un film ancora attuale, che si fa vedere e rivedere, che fa ridere e sorridere ora come quasi quarant’anni fa, che ebbe un seguito nel 2002 grazie all’inventiva dei fratelli Vanzina, figli di Steno e che seppero dare un degno erede a questa prima pellicola e ora .. vai col tango….

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere