HOME arrow Recensioni film arrow Commedia1 arrow Il medico di campagna
Sabato 29 Aprile 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Il labirinto degli spiriti Novità
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Il gatto venuto dal cielo
Un weekend da sogno
Il futon
Pioggia sul viso
Una storia crudele
Tokyo Noir
La signora di Wildfell Hall
Giulia 1300 e altri miracoli
Una più uno
Prossimamente
Il medico di campagna PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesca Caruso   
lunedì 19 dicembre 2016

Titolo: Il medico di campagna
Titolo originale: Médecin de campagne
Francia 2016 Regia di: Thomas Lilti Genere: Commedia Durata: 102'
Interpreti: François Cluzet, Marianne Denicourt, Christophe Odent, Patrick Descamps, Guy Faucher, Margaux Fabre, Julien Lucas, Yohann Goetzmann, Josée Laprun, Philippe Bertin, Géraldine Schitter, Isabelle Sadoyan, Félix Moati, Michel Charrel, Lismène Joseph, Merwan Baghdadi
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 22/12/2016
Voto: 7
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Coraggioso
Scarica il Pressbook del film
Il medico di campagna su Facebook

il_medico_di_campagna_leggero.pngFrançois Cluzet è il medico di campagna nel film di Thomas Lilti, un medico sul quale poter contare in ogni momento, che ci tiene ai propri pazienti, dimostrando di avere un’umanità fuori dal comune nel suo ambiente lavorativo. Jean-Pierre scopre di essere malato e deve iniziare un ciclo di chemio.
Il suo collega gli suggerisce di diminuire la mole di lavoro e prendere un assistente che lo aiuti con i pazienti. A Jean-Pierre questa soluzione non piace, lui vuole continuare ad occuparsi dei suoi pazienti da solo come ha sempre fatto.
Un giorno bussa alla sua porta Nathalie, una dottoressa che esercita da poco, dopo essere stata per dieci anni un’infermiera. L’uomo la mette alla prova e le insegna molto su come bisogna ascoltare i pazienti. Riuscirà Nathalie ad adattarsi? E Jean-Pierre a fare un passo indietro? Prima di lavorare nel mondo di celluloide, Thomas Lilti ha esercitato la professione medica, facendo anche delle sostituzioni in ambiente rurale. Lavorare lì lo ha aiutato a crescere come medico e come uomo.

“Dal punto di vista di uno sceneggiatore, la figura del medico di campagna è in assoluto tra le più romanzesche” sostiene Lilti. Soggetto tratto da esperienza diretta, il cineasta tratteggia egregiamente questo medico di campagna, di grande esperienza e grande umanità.
È l’amico di tutti, ascoltato e stimato, ama il suo lavoro e vuol bene ai suoi pazienti, i quali si fidano di lui e quando arriva la nuova dottoressa, c’è chi inizialmente le chiude la porta in faccia. Bravi gli attori. È particolarmente toccante la sequenza in cui Jean-Pierre fa uscire di nascosto un paziente ospedalizzato, a cui ha promesso di far stare nel suo letto tra le mura di casa.

Guy Faucer nei panni di Monsieur Sorlin esprime pienamente un essere indifeso, debole e rassegnato, “abbandonato” in un letto d’ospedale. Quando lo si guarda negli occhi non si può provare che tenerezza e nasce il desiderio di aiutarlo nel mantenere intatta la propria dignità di uomo. François Cluzet dimostra ancora una volta la sua bravura. Lo spettro emotivo di Jean-Pierre si legge sul suo volto. In qualsiasi ruolo si addentri l’attore riesce abilmente a far emergere le caratteristiche e la profondità del suo personaggio. Lo ha fatto in “Quasi amici” (2011), in “In solitario” (2013) o in “Un incontro” (2014) e lo fa in questa pellicola.

La sua interpretazione porta lo spettatore ad affezionarsi a questa figura e a questo paesino di campagna. In fondo tutti vorremmo un medico con un siffatto comportamento, ovunque ci si trovi. “Quello che mi stava a cuore facendo questo film era rendere omaggio a un mestiere di cui ho compreso a fondo l'importanza quando da giovane medico facevo delle sostituzioni in Normandia o nelle Cevenne. In quelle occasioni ho avuto modo di frequentare donne e uomini eccezionali”.
È un film che riscalda il cuore e ci fa ritrovare dei valori, che stanno via via scomparendo, eppure quando li si vede trasposti sullo schermo, li vorremmo vivi e vegeti. L’umanità, la compassione, la comprensione, l’ascolto, l’incoraggiamento e la rassicurazione sono valori e sentimenti incommensurabili.

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere