Sabato 26 Maggio 2018
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
Recensioni Blu Ray
the_midnight_man_160x600.jpeg
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Il circolo Pickwick News
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Il premio PDF Stampa E-mail
Scritto da Ciro Andreotti   
venerdì 20 aprile 2018

Titolo: Il premio
Titolo originale: Il premio
Italia 2017 Regia di: Alessandro Gassman Genere: Commedia Durata: 100'
Interpreti: Alessandro Gassman, Rocco Papaleo, Gigi Proietti, Anna Foglietta, Matilda De Angelis, Marco Zitelli
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 06/12/2017
Voto: 5,5
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Rimandato...
Scarica il Pressbook del film
Il premio su Facebook

il_premio.jpgLo scrittore Giovanni Passamonte deve recarsi a Stoccolma per ritirare il premio Nobel, ad accompagnarlo in Svezia ci sono il suo fido segretario Rinaldo, da poco infortunatosi alla schiena, e i suoi due figli: Oreste, personal trainer con un passato da atleta, e Lucrezia che segue il viaggio per il suo blog. Giovanni odia viaggiare in aereo e per questo a bordo di un auto guidata da Oreste i cinque raggiungeranno la Svezia non prima di una serie di fermate proposte dallo stesso scrittore.

Gassman per il suo ‘Premio’ si regala un Proietti che tanto gli ricorda il padre, del quale l’attore romano era molto amico e sodale. Oggi a quasi 77 anni il Giovanni Passamonte di Proietti dona al Mandrake degli anni ’70 una seconda giovinezza artistica e soprattutto cinematografica, perché il film di Gassman consente a Proietti di portare sul grande schermo un personaggio che ha le stigmate del grande teatro d’autore, in perenne bilico fra dramma e commedia.
Un personaggio oltre ogni buon senso e oltre la vita di ciascuno dei suoi numerosi figli nati da differenti donne e altrettanti matrimoni. Proietti ruba la scena agli altri attori relegando lo stesso regista a ruolo di macchietta palestrata che sin troppo bene gli si addice anche ai fini della trama.

La pellicola scritta con la collaborazione di Massimiliano Bruno e dell’abile sceneggiatore Walter Lupo risulta però un gioiello a metà. A metà perchè esattamente sul guado fra caso cinematografico - difficile vedere altrove un cinismo così perfettamente mirato come quello dello scrittore disilluso perfino dal Nobel - ma equidistante anche dalla commedia e con un finale scontato e buonista che rovina una trama che avrebbe l’imprimatur per essere originale ma che a fine corsa si può dire che non funzioni.
L’idea del road - movie e dei personaggi, che perfettamente collimano con i rispettivi interpreti, al solito abilissimo Rocco Papaleo e altrettanto si può dire di Anna Foglietta, non è quindi sufficiente per salvare la terza prova da regista di un Gassman coraggioso anche per aver cercato di trattare in maniera originale il tema del rapporto fra generazioni diverse.

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere