Lunedì 29 Maggio 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
La passione del dubbio Novità
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Il gatto venuto dal cielo
Un weekend da sogno
Il futon
Pioggia sul viso
Una storia crudele
Tokyo Noir
La signora di Wildfell Hall
Giulia 1300 e altri miracoli
Una più uno
Prossimamente
Le Week-End PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 23
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
venerdì 13 giugno 2014

Titolo: Le Week-End
Titolo originale: Le Week-End
U.S.A.: 2013. Regia di: Roger Michell Genere: Commedia Durata: 93'
Interpreti: Jim Broadbent, Lindsay Duncan, Jeff Goldblum, Olly Alexander, Judith Davis, Xavier De Guillebon, Denis Sebbah, Marie-France Alvarez, Brice Beaugier, Sébastien Siroux, Lee Breton Michelsen, Charlotte Léo
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 12/06/2014
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Sensibile
Scarica il Pressbook del film
Le Week-End su Facebook

leweekend_leggero.png“Le Week-end” segna la terza collaborazione cinematografica tra il regista Roger Michell e lo sceneggiatore e scrittore Hanif Kureishi. La loro è una collaborazione di lunga data iniziata sul set della miniserie televisiva “The Buddha of Suburbia” nel 1993.
Di Michell come non ricordare il grande successo di “Notting Hill” del 1999 o il più recente “Il buongiorno del mattino”. Diviso tra teatro, televisione e cinema, Roger Michell vuole infondere ad ogni suo personaggio la sincerità dei sentimenti, che traspare e arriva allo spettatore.
È interessato a caratterizzare personaggi veri e penetranti.

In “Le Week-end” racconta il viaggio di una coppia di mezza età, che festeggia l’anniversario di matrimonio a Parigi. Nick e Meg trascorrono un intero fine settimana nel concedersi qualche piccolo lusso, lunghe passeggiate per le vie parigine e guardarsi nuovamente negli occhi.
Tra una risata e una litigata i due avranno modo di riscoprirsi ancora una volta, grazie anche all’incontro con un vecchio amico di Nick, Morgan.

Quello raccontato da Michell e Kureishi è un passo di danza - un passo a due - che una coppia di vecchi brontoloni porta avanti fin oltre all’epilogo.
Quelli delineati sono solo due giorni di un’intera vita vissuta e da vivere ancora insieme.
Per Nick e Meg è un week-end decisamente particolare, nel quale si ritrovano a riflettere sul loro futuro.
Ciò che si è voluto mettere in primo piano è “scoprire cosa accade ad una coppia quando i figli vanno via di casa” ha spiegato il regista. Oggi i ragazzi vanno via sempre più tardi e molti genitori dimenticano nel frattempo com’era il rapporto a due, si ha timore e si prova disagio come agli inizi della convivenza.
Non si riconosce più il proprio partner e questo fa venire in mente strane idee, come accade a Meg. La donna pensa di non sentirsi appagata dalla vita che sta conducendo e vorrebbe iniziare a fare dell’altro, a sperimentare qualcosa di nuovo.
Nick è in una situazione psicologica delicata, è fragile e ricerca il conforto e la comprensione di sua moglie. Meg si dimostra fredda, insensibile, provocatrice e antipatica per tutta la prima parte del film.

E quando lo spettatore viene a conoscenza dei retroscena, si dispiace per loro e per la strada intrapresa. Ci sarà chi si riconoscerà nella coppia, chi nelle indecisioni, nelle incertezze, nei tentennamenti e reazioni dei singoli personaggi. Li si compatirà, ci si arrabbierà con loro, di certo provocheranno una reazione tutt’altro che passiva in colui che guarda, dimostrando di essere profondamente veri. L’intento è stato quello di sottolineare che sotto la reciproca irritazione c’è un amore sincero che li tiene uniti dopo tanti anni.

Non ci sono molti film che raccontano di una coppia in là con gli anni, con i dubbi che invadono la mente e l’animo, senza farne una commedia comica (come spesso accade a Hollywood). In questa pellicola regista e sceneggiatore parlano in maniera intima e accorta di un rapporto a due che prosegue il suo cammino, avendo la consapevolezza che nulla è risolto e tutto lo è.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere