Giovedì 25 Febbraio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Les souvenirs PDF Stampa E-mail
Scritto da Domenico Astuti   
lunedì 18 aprile 2016

Titolo: Les souvenirs
Titolo originale: Les souvenirs
Francia 2014 Regia di: Jean-Paul Rouve Genere: Commedia Durata: 96'
Interpreti: Michel Blanc, Annie Cordy, Mathieu Spinosi, Chantal Lauby, William Lebghil, Flore Bonaventura, Audrey Lamy, Jean-Paul Rouve, Jacques Boudet, Xavier Briere
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 14/04/2016
Voto: 6
Recensione di: Domenico Astuti
L'aggettivo ideale: Delicato
Scarica il Pressbook del film
Les souvenirs su Facebook

lessouvenirs_leggero.pngLes souvenirs sono naturalmente i ricordi non certo i regalini come intendiamo noi in Italia, in questo caso sono di una signora anziana ( Annie Cordy ) che ha perduto il marito proprio all’inizio del film e in modo minimale e semplicissimo fa la sua ricerca del tempo perduto come è d’abitudine nella cultura francese. Alla fine ritrova questo tempo che le serve per chiudere serenamente con la vita.
Un film però che più minimale non si può, tenero e affabile, come sono anche tutti i personaggi che ruotano intorno alla signora. Tre figli maschi, anonimi se non insignificanti, quasi all’età della pensione, un nipote gentile e rassicurante, una nuora simpatica ma che non sopporta un marito stanco e noioso ( un eccellente Michel Blanc ).

Un film in cui non succede niente di eclatante, dove nessuno eccede in cinismo, ma dove avvengono comunque fatti ‘ forti ‘ come rinchiudere una madre anziana in una casa di riposo, vendere quasi subito l’appartamento alla sua insaputa e con l’anziana donna che prima della fine scappa dalla casa per raggiungere la Normandia alla ricerca della sua infanzia interrotta dalla guerra. Un film che si dipana tra un presente anonimo e un passato senza grandi dolori, una storia ben delineata anche grazie al romanzo da cui è tratto, L’eroe quotidiano di David Foenkinos che è anche lo sceneggiatore.
Si potrebbe dire che lo scopo del film è quello di rendere significative e delicate le vite modeste, oscure, delle persone che non fanno certo la storia; dalla nonna che ricorda quei personaggi del Cinema americano indipendente degli Anni Settanta ( sul genere Harry e Tonto o Vivere alla grande ), al figlio, modesto funzionario postale che va in pensione ed è assillato da nevrosi e sensi di colpa, al nipote Romain ( Mathieu Spinosi ) che attraverso un viaggio alla ricerca della nonna scomparsa troverà uno strano maestro di vita in un benzinaio sull’autostrada, troverà l’amore, anche il rapporto reale con la nonna e la voglia di scrivere un romanzo.

Romain è un giovane che ha ventitré anni, vive già per conto suo, lavora di notte come portiere d’albergo ed è alla ricerca di un futuro e dell’amore. Giunge in ritardo al cimitero al funerale del nonno perché ha sbagliato luogo. Tra un padre che sembra confuso e frustrato, una madre stanca di un marito oramai noioso e insignificante e una nonna un po’ svagata e sola dopo la morte del marito, Romain si destreggia sempre gentile e disponibile. La nonna ben presto viene portata in una casa per anziani in cui non vorrebbe stare, ma senza lamentarsi reagisce mangiando niente, standosene da sola in camera e innaffiando le piante; vuole riconciliarsi con i suoi ricordi e un pomeriggio scappa dalla casa di riposo e sparisce.
Panico generale in famiglia, ma Romain riceve una cartolina dalla nonna e decide di andare a cercarla in Normandia, nel paesino di Étretat, dove la donna ha vissuto fino a quando durante la guerra è dovuta venire via con i genitori a Parigi. Il viaggio alla ricerca della nonna è per Romain un viaggio di formazione, quasi un debutto alla vita e lo sprona alla fine a scrivere un romanzo. Ma la fuga dell’anziana signora serve a scuotere dal torpore esistenziale anche i figli e la nuora.
E quando il nipote ritrova la nonna in un albergo vicino al mare, inizia una piccola ricerca del tempo perduto e Madeleine ritrova per una giornata la sua vita passata ritornando nella scuola elementare in cui andava un tempo, si siede tra i banchi con i nuovi alunni, mangia con loro alla mensa e permette involontariamente a Romain di incontrare l’amore che cercava, nella dolce maestrina Louise ( Flore Bonaventura ) la ragazza dei suoi sogni.
A questo punto per l’anziana signora è tempo di lasciare questo mondo…

Jean-Paul Rouve è un attore e sceneggiatore quasi cinquantenne, ha recitato spesso in televisione ed ha partecipato ad alcuni film. Ha iniziato a dirigere film nel 2007 con Nessuna arma, né l’odio né violenza, un film biografico su Albert Spaggiari, un paramilitare fascista italofrancese famoso per una rapina avvenuta a Nizza.

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere