HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia1 arrow L'incredibile casa in fondo al mare
Domenica 28 Febbraio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
L'incredibile casa in fondo al mare PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 37
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
giovedì 30 gennaio 2014

Titolo: L'incredibile casa in fondo al mare
Titolo originale: Hello Down There
USA: 1969. Regia di: Jack Arnold, Ricou Browning Genere: Commedia Durata: 98'
Interpreti: Janet Leigh, Tony Randall, Jim Backus, Roddy McDowall, Ken Berry, Richard Dreyfuss, Kay Cole, Bruce Gordon, Merv Griffin, Pat Henning, Bud Hoey, Andy Jarrell, Lora Kaye, Henny Backus, Jay Laskay, Harvey Lembeck, Frank Logan, Charles Martin, Lee Meredith, Charlotte Rae, Frank Schuller, Arnold Stang, Gary Tigerman, Lou Wagner
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 1970
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Moderno

lincredibile_casa_in_fondo_al_mare.jpeg“L’incredibile casa in fondo al mare” (Hello Down There, 1969) è fruibile sul portale dei collezionisti di cinema www.dvdstore.it  ed è uno dei molteplici film in promozione della Golem Video
Con “Ricerche diaboliche” Jack Arnold chiude in senso stretto col fanta-horror, che tanto successo gli ha regalato negli anni ’50-’60, cimentandosi con numerosi altri generi: il western (La pallottola senza nome), la commedia romantica (Uno scapolo in paradiso), quella musicale (L’incredibile casa in fondo al mare), senza tralasciare il dramma (Gli impetuosi).
La sua carriera si arricchisce notevolmente, dedicandosi anche a diverse serie Tv, con le quali la conclude nel 1984. In questa pellicola sono presenti alcuni elementi del genere fantascientifico, tipici del cinema di Arnold: la dedizione scientifica e le nuove tecnologie.

Fred Miller è uno scienziato, che ha costruito il primo prototipo di casa subacquea.
Il suo capo non è convinto che l’idea funzioni, bisognerebbe che una famiglia ci abitasse per un mese e ne dimostrasse la vivibilità. Fred suggerisce di farci vivere la propria. Convincere la moglie Vivian e i ragazzi sarà il primo ostacolo.
Quella che lo scienziato e i suoi familiari si apprestano a vivere sarà una bella avventura non priva di problemi. La ragione per cui il protagonista inventa questa casa, che avvia la storia, rappresenta la tematica fondante: salvaguardare l’imminente sovrappopolazione terrestre.
Siamo nel 1969 e Arnold dimostra ancora una volta quanto sia avanti coi tempi. La sceneggiatura mette in evidenza tre sottotrame che si sviluppano parallelamente a quella principale, scritte da quattro sceneggiatori. Arnold fa del suo meglio per tenere le redini di tutte, mettendoci del suo.
L’invenzione della casa in fondo al mare, le apparecchiature innovative di cui è dotata, l’ideazione di una macchina che - dragando la sabbia dei fondali - trovi l’oro sono funzionali e catturano l’attenzione, disponendo lo spettatore in uno stato d’animo di attesa. In questa commedia musicale ci sono molti spunti comici, che tuttavia non sono valorizzati appieno, perdono di efficacia nel momento in cui si sottrae loro il tempo dovuto.
Le vicende a cui Jack Arnold dà vita a volte sono risolte troppo repentinamente, senza lasciare il tempo di viverle.

Lo spettatore, però, rimane conquistato dalla simpatia della foca e della coppia di delfini, i nuovi amici della famiglia Miller, che in più di un’occasione rubano la scena agli attori umani. Le canzoni sono immediatamente orecchiabili e rimangono impresse, unico neo forse è che vengono ripetute fin troppe volte nell’arco narrativo, considerando che sono tre.
La casa è innovativa e colorata, come pure i costumi dei personaggi, Vivian per esempio indossa un vestiario dai colori spesso accesi, che contribuiscono a conferire calore e solarità alla storia. Inoltre la regia delle riprese subacquee di Ricou Browing è efficace. Tony Randall e Janet Leigh sono in sintonia nelle vesti di marito e moglie.

L’attrice è conosciuta per aver interpretato Marion Crane in Psyco (1960) di Alfred Hitchcock e oltre 80 film tra cinema e Tv. Tra gli interpreti si riconosce un giovane Richard Dreyfuss, che da lì a pochi anni avrebbe ricevuto plausi per “American Graffiti” (1973) di George Lucas, “Lo squalo” (1975) e “Incontri ravvicinati del terzo tipo” (1977), entrambi di Steven Spielberg.
“L’incredibile casa in fondo al mare” rimane un film piacevole, che mette di buon umore e se si fossero curati alcuni aspetti sarebbe stato proprio incredibile – come il titolo italiano sottolinea. È un film che i collezionisti e gli appassionati di Arnold non dovrebbero lasciarsi sfuggire.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere