HOME arrow Recensioni film arrow Commedia1 arrow Paradiso amaro
Domenica 22 Ottobre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Paradiso amaro PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Ciro Andreotti   
giovedì 01 marzo 2012

Paradiso amaro
Titolo originale: The Descendants
USA: 2011. Regia di: Alexander Payne Genere: Commedia Durata: 110'
Interpreti: George Clooney, Shailene Woodley, Amara Miller, Nick Krause, Patricia Hastie, Grace A. Cruz, Kim Gennaula, Karen Kuioka Hironaga, Carmen Kaichi, Kaui Hart Hemmings, Beau Bridges, Matt Corboy
Sito web ufficiale: www.foxsearchlight.com/thedescendants
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 17/02/2012
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Buonista
Scarica il Pressbook del film
Paradiso amaro su Facebook
Mi piaceCondividi questo articolo su Facebook

paradisoamaro_leggero.pngAlle Isole Hawaii risiede la famiglia dell’avvocato Matt King.
L’uomo, assorbito del tutto dal proprio lavoro, è sia padre di due ragazze rispettivamente di dieci e diciassette anni, che sposato con Elizabeth.
A seguito di un incidente in barca la moglie di Matt cadrà in coma, l’evento lo costringerà a dover ricostruire un rapporto con le figlie e al tempo stesso accorgersi che il suo matrimonio, ormai pieno di incomprensioni, stava scivolando a sua insaputa verso il divorzio.
Nel medesimo periodo, e per ragioni fiscali, Matt dovrà gestire la cessione di molti ettari di terreno di proprietà della sua famiglia da ormai molte generazioni.

Il pluricandidato agli Oscar “The Descendants”, questo il titolo della nuova pellicola di Alexander Payne, colpisce nel segno riuscendo a descrivere perfettamente gli affetti e le incomprensioni che in si vengono a creare in seno a una famiglia di agiati possidenti terrieri delle isole Hawaii. Lo stesso Payne aveva già narrato una decina di anni or sono il disgregarsi dei rapporti affettivi con la pellicola: “A proposito di Schmidt” (2002); in quell’occasione era la crisi dell’uomo di mezz’età, che precipitava nel vuoto della vita post lavorativa, che variava le consuetudini di un Jack Nicholson oltretutto spiazzato da un matrimonio del tutto inatteso da parte della figlia.
Qui invece sono le scelte di un avvocato di successo, interpretato da un George Clooney che per una volta non s’abbandona a facili ammiccamenti verso la macchina da presa ma che predilige un approccio ben più intimista, al quale il destino riserva una virata improvvisa che lo costringerà a dover rivedere le proprie priorità.

La pellicola procede lenta verso un finale la cui chiave di lettura è si troppo buonista, complice le alleanze fra membri della medesima stirpe, “i discendenti” di cui sopra, che devono spartirsi molti ettari di terreno tramandati da svariate generazioni, ma che altrettanto velocemente si convinceranno per una scelta sin troppo ragionevole e non troppo scontata.
Una pellicola quindi che descrive la ricostruzione dei rapporti affettivi, fra Matt e le due figlie ribelli e poco inclini al dialogo e fra l’uomo e i propri cugini, con le medesime sobrietà e facilità con la quale si può ordinare un cuba libre presso un bar di Waikiki.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere