HOME arrow Recensioni film arrow Commedia1 arrow Ritorno al Marigold Hotel
Sabato 16 Dicembre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Ritorno al Marigold Hotel PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 31
ScarsoOttimo 
Scritto da Domenico Astuti   
mercoledì 06 maggio 2015

Titolo: Ritorno al Marigold Hotel
Titolo originale: Ritorno al Marigold Hotel
USA, Regno Unito 2015 Regia di: John Madden Genere: Commedia Durata: 122'
Interpreti: Bill Nighy, Maggie Smith, Richard Gere, Judi Dench, Dev Patel, David Strathairn, Penelope Wilton, Celia Imrie, Tamsin Greig, Tina Desai, Diana Hardcastle, Ronald Pickup
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 30/04/2015
Voto: 6
Recensione di: Domenico Astuti
L'aggettivo ideale: Superficiale
Scarica il Pressbook del film
Ritorno al Marigold Hotel su Facebook

ritornoalmarigoldhotel_leggero.pngNegli Anni Sessanta il cinema italiano di serie B ha prodotto una buona quantità di film leggeri e vacanzieri di gusto popolare e di grande successo al botteghino.
Film come “ Vacanze a Ischia “, “ Brevi amori a Palma di Maiorca “, “ Vacanze d’inverno “. Storie che ruotavano intorno ad un albergo di lusso e ai tentativi piccolo borghesi e goffi di giovani senza soldi che cercavano la ricca ereditiera per sistemarsi o la figlia del commendatore. Storie fantasiose, scritte con garbo, per gusti semplici.

Questo film, “ Ritorno al Maringold Hotel “, con le debite differenze, potrebbe ascriversi a questo genere di film. Certo lo humor inglese nobilita questa pellicola, i giovani in costume da bagno vengono sostituiti da signore e signore sulla ottantina vestiti all’indiana e il cast è stratosferico ( le premio Oscar Judi Dench e Maggie Smith, i Golden Globe Bill Nighy, Richard Gere, l’attore indiano Dev Patel famoso per il film The Millionaire e una serie di bravissimi attori di teatro ) e il tutto lo rende un prodotto internazionale fatto con eleganza, ma per il resto, l’approccio superficiale e paternalista-semi colonialista nei confronti degli indiani ( che risultano un misto di involontari saggi e grulli a gogò ) non lo rendono difforme da quella visione turistica-sentimentale che potrebbe dare fastidio o annoiare allo spettatore meno incolto.

Nella luce splendente di un’India irreale, non c’è una goccia di sudore, nemmeno un po’ di polvere, figuriamoci la povertà e le fogne a cielo aperto, il tutto sembra un depliant turistico per il Rajastan. Insomma una favola che gira intorno a degli ottantenni che cercano ancora l’amore e pensano che la vita sia davanti e non alle spalle.
Ritorno al Marigold Hotel è il proseguimento del film del 2012 Marigold Hotel che si basava sul romanzo Mio suocero, il gin e il succo di mango di Deborah Moggach; anche questo è scritto dallo sceneggiatore inglese Ol Parker e diretto con professionalità quasi televisiva da John Madden.
Ed è il proseguimento naturale dell’altro e quasi una copia per certi versi, nel primo i sette anziani inglesi giungono in un nuovo resort non ancora ultimato a Jaipur, hanno tutti un grande desiderio di cambiare la loro vita e vogliono ricominciare, ma si trovano coinvolti dalle stravaganze del giovane e ingenuo proprietario Sonny Kapoor ( i lavori di ristrutturazione sono in stallo, i servizi come l'acqua, l'elettricità e il telefono sono a dir poco difettosi ), e in più sono disorientati da un'India fatta di contrasti...

In questo sequel il giovane Sonny accompagnato dalla sua consigliera Muriel Donnelly ( Maggie Smith ) vanno negli Stati Uniti per cercare dei fondi per aprire un secondo Marigold Hotel. Il manager della società americana sembra interessato e manderà qualcuno a verificare.
Rientrati in India, il giovane Sonny rimane in attesa dell'ispettore che arriverà in incognito e nei giorni successivi giungono due nuovi clienti, una giovane donna e un signore che dice di essere uno scrittore: chi dei due è in incognito ? Sonny è un indiano simpatico, eccessivo nei sorrisi e nelle moine e sta per sposarsi con la bellissima fidanzata; ma è innervosito dall’arrivo dell’ispettore, dalla possibilità di comprare il nuovo Hotel da ristrutturare e soprattutto dai preparativi del matrimonio ed è nervosissimo a causa di un giovane rivale americano troppo interessato ai suoi affari e, a lui sembra, anche alla sua fidanzata.
La sua anziana amica Muriel, che sembra non avere ancora molto da vivere, cerca di aiutarlo ma con poco esito, e intorno a tutto questo si sviluppano gli amori e i nuovi lavori che gli anziani ospiti continuano a cercare.
E nella lunga festa di matrimonio sembra che tutti trovino le opportunità che stavano cercando.

Trailer



 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere