Martedì 11 Agosto 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
crawl_banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
jumanji2-728x140.png
Totò d'Arabia PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 16
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
venerdì 04 ottobre 2013

Titolo: Totò d'Arabia
Titolo originale: Totò de Arabia
Spagna: 1965. Regia di: Alfonso Balcazar Granda Genere: Commedia Durata: 88'
Interpreti: Georges Rigaud, Fernando Sancho, Totò, Nieves Navarro, Mario Castellani, Frank Oliveras, Victor Israel, Luigi Pavese, José Luis López Vázquez, Luis Cuenca, Monika Kolpek, Gustavo Re
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 1961
Voto: 6
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Parodistico

tot_darabia_leggero.png“Totò d’Arabia” è il film del 1965 in cui il principe della risata viene diretto dal regista e sceneggiatore spagnolo José Antonio De La Loma. Oggi è riedito in Dvd Mustang Entertainment, distribuito dalla Cecchi Gori Home Video.
Segue le vicende di un domestico italiano che, lavorando presso i servizi segreti britannici, riesce a farsi nominare agente 00Ø8 grazie ad alcuni espedienti da lui attuati. Gli viene affidata una missione delicata in Arabia, dove si dovrà incontrare con lo sceicco Ali El Buzur, ma per arrivarci dovrà sgominare gli avversari internazionali, intenzionati a farlo fuori con ogni mezzo

La pellicola è una parodia dell’agente segreto 007 e di “Lawrence d’Arabia”. In comune con quest’ultimo c’è il lungo viaggio che l’agente segreto e il suo accompagnatore fanno nel deserto, oltre naturalmente all’ambientazione medio orientale di buona parte del film. Per il resto è a tutti gli effetti un film sulle spie.
Peccato che De La Loma non abbia saputo dare respiro ad una sceneggiatura potenzialmente molto interessante e divertente.
Produzione italo-spagnola messa in piedi più per sfruttare il successo al botteghino che Totò continua ad avere anno dopo anno, che per regalare un’altra gemma del grande artista. La stessa sceneggiatura sembra essere stata scritta di fretta, accorpando situazioni e gag datate.

Il ritmo si mantiene costante, anche se si notano dei momenti morti che precedono le situazioni più eclatanti. Il film ha il suo pregio nelle qualità indiscusse di Antonio De Curtis, che seppur visibilmente un po’ affaticato e muovendosi nella quasi completa cecità, riesce in più di un’occasione a strappare la risata. Una delle sequenze più belle e che rimane impressa è quella del bagno turco. Molti dei memorabili film di Totò si rifanno ad altrettanti grandi film o personaggi, parodiandoli, come “I due orfanelli” (1947), che prende spunto da “Le due orfanelle”(1942) di Carmine Gallone, remake dell’originale del 1921 di David Wark Griffith, oppure “Totò, Peppino e la dolce vita” (1961), che mette in parodia “La dolce vita” (1960) di Federico Fellini e numerosi altri.

A differenza dei film sopracitati “Totò d’Arabia” risulta essere una parodia poco incisiva. In questo film Totò sembra dare fondo a tutte le sue energie per regalare al suo pubblico ancora una volta se stesso e la sua arte.
Novantesimo dei 97 film che lo vede protagonista, l’anno successivo con “Uccellacci e Uccellini” di Pier Paolo Pasolini riceve una menzione speciale per la sua interpretazione al Festival di Cannes e vince il Nastro d’Argento, dimostrando quanta forza ci fosse ancora in lui, oltre alle doti drammatiche che molti avevano sottovalutato o credevano non avesse.
“Totò d’Arabia” è un film per collezionisti e per gli estimatori dell’intramontabile maschera del teatro e del cinema italiano.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere