Giovedì 19 Maggio 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
Truman - Un vero amico è per sempre PDF Stampa E-mail
Scritto da Domenico Astuti   
martedì 26 aprile 2016

Titolo: Truman - Un vero amico è per sempre
Titolo originale: Truman
Spagna, Argentina 2015 Regia di: Cesc Gay Genere: Commedia Durata: 108'
Interpreti: Ricardo Darín, Javier Cámara, Dolores Fonzi, Eduard Fernández, Troilo, Alex Brendemühl, Pedro Casablanc, José Luis Gómez, Javier Gutiérrez, Elvira Mínguez
Sito web ufficiale: www.trumanfilm.com
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 21/04/2016
Voto: 7
Recensione di: Domenico Astuti
L'aggettivo ideale: Credibile
Scarica il Pressbook del film
Truman - Un vero amico è per sempre su Facebook

truman_leggero.pngSono in circolazione nelle nostre sale alcuni piccoli e piacevoli film scritti bene, interpretati da attori in alcuni casi eccellenti, diretti con bravura ma purtroppo senza alcuna intenzione innovativa sia formale che narrativa. Non alludiamo certo al cinema italiano che si aggira tra cellulari e messaggini, film pomposi di serie B e zalonate pazzesche. Alludiamo a film come Les souvenirs di Rouve, La comune di Vinteberg, La corte di Vincent, Legend di Elgeland, Il condominio dei cuori infranti di Banchetrit, tanto per citarne solo alcuni.
Tra questi c’è certamente Truman, un film elegante, gentile, leggero e veloce, sul più classico dei temi, la vita senza di me. Sono tutti film che lasciano lo spettatore soddisfatto, ma che non aggiungono proprio nulla al Cinema e forse anche al patrimonio culturale dello spettatore. Quando terminano, si esce dalla sala silenti o con poche parole da dire che non sono certo fondamentali.
Sono tutti film che lasciano un che di insoluto, forse di occasione perduta ma non si sa precisamente perché; probabilmente perché l’analisi dei temi affrontati in questi film sono importanti, necessari e tenuti dalla cultura di oggi, lontani dal nostro sentire, temi come il momento prima della morte, l’abbandono anche sentimentale, l’amicizia che non chiede nulla in cambio, il rapporto nonna-nipote e madre e figli, la violenza vissuta da due gemelli, e nel momento in cui si sceglie di affrontarli bisognerebbe essere più coraggiosi, andare fino i fondo, forse essere un po’ meno godibili e un po’ più ‘ sgradevoli ‘.
Forse perché intendiamo ostinatamente il Cinema come arte e non come piacevole intrattenimento.

Truman è un buon film, che non ricade nei trabocchetti del come eravamo, del tempo perduto, delle possibili riconciliazioni con gli errori del passato o peggio ancora buttarla sul pianto del patetico-poetico; la narrazione è tenuta bene in bilico tra dramma esistenziale e commedia, senza manipolarci con quei sentimenti che portano facilmente alle lacrime, e poi la bravura degli attori ( eccellenti sia il divo argentino Ricardo Darin, visto in tanti buoni film latinoamericani, sia Javier Camara un attore della scuderia di Almodovar ) rende il film onesto, sincero, credibile e privo di sovrastrutture esistenziali e intellettuali.
Il regista cinquantenne Cesc Gay ( nessuno dei suoi sei film precedenti è giunto in Italia ) riesce a rendere tutto credibile, autentico e quindi crea una forte empatia nello spettatore. Realizzando un film di grande successo in Spagna, al punto da ottenere ben 5 premi Goya come miglior film, miglior sceneggiatura, miglior regia e migliori attore protagonista e cooprotagonista.

Tomas e Julian sono stati due grandi amici molto tempo fa, hanno condiviso anche una casa assieme e si son voluti un gran bene nonostante fossero due caratteri assai differenti. Il primo, un uomo riservato, serio, affidabile; il secondo, un bravo attore argentino, poco affidabile che vive spesso ai limiti. Adesso vanno verso i sessant’anni, Tomas vive in Canada, ha una moglie, due figli adolescenti e lavora nella robotica, Julian è rimasto a Madrid, continua a recitare con successo, ma purtroppo ha un tumore in fase terminale che non vuole più curare.
Tomas, forse ha qualche dubbio, ma decide di tornare per quattro giorni a Madrid per trascorrerli con Julian… per fortuna entrambi non vogliono recitare un addio, trascorrono i pochi giorni tra ristoranti, passeggiate, locali e ciò che è necessario per una persona che sta per andar via.
Quella più importante per Julian è a chi affidare il suo vecchio cane Truman e quindi cercano una nuova famiglia, ma trovano il tempo anche per andare a trovare il figlio ormai ventenne di Julian che vive ad Amsterdam.
E naturalmente i quattro giorno volano come per lo spettatore che diventa un po’ un amico immaginario che cammina paralleli a loro.

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere