HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Commedia1 arrow Tutto tutto niente niente
Martedì 2 Marzo 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Tutto tutto niente niente PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 30
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
lunedì 17 dicembre 2012

Titolo: Tutto tutto niente niente
Titolo originale: Tutto tutto niente niente
Italia: 2012. Regia di: Giulio Manfredonia Genere: Commedia Durata: 90'
Interpreti: Antonio Albanese, Paolo Villaggio, Fabrizio Bentivoglio, Nicola Rignanese, Lunetta Savino, Lorenza Indovina, Bob Messini, Vito, Teco Celio, Luigi Maria Burruano
Sito web ufficiale: www.tuttotuttonienteniente.it
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 13/12/2012
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Satireggiante
Scarica il Pressbook del film
Tutto tutto niente niente su Facebook

tuttotuttonienteniente_leggero.pngIl nuovo film con Antonio Albanese mette in scena la vecchia volpe Cetto La Qualunque, affiancato da Frengo e dalla new entry Olfo. Prodotto dalla Fandango e Leo, in collaborazione con Rai Cinema, il film è diretto da Giulio Manfredonia e sceneggiato da Albanese e Piero Guerrera, che stavolta triplicano gli sforzi, dando spazio a tre personaggi usciti fuori dall’immaginazione e dall’osservazione (del reale) di Albanese.
Cetto, Frengo e Olfo finiscono in carcere per motivi differenti, ma illegali. Il sottosegretario al servizio del Presidente del Consiglio suggerisce di liberarli e farli entrare nel parlamento per manovrarli a loro piacimento. Peccato che i tre siano difficili da contenere, utilizzando la nuova posizione per scopi strettamente personali.

Quello tratteggiato da Albanese e Manfredonia è un ritratto esagerato, fatto di eccessi e di iper-realtà nella forma, ma nella sostanza ritroviamo comportamenti e azioni che rispecchiano l’Italia: tanto quella di ieri, dove si chiudevano tutti e due gli occhi e non si voleva sapere, quanto quella di oggi, in cui ogni cosa viene fatta alla luce del giorno o quasi e si continua a rimanere fermi.

La scelta delle scenografie, delle ambientazioni, dei costumi, degli oggetti presenti in scena, lo stesso look dei personaggi è irreale, rappresenta il mondo in cui Albanese ha pensato di far muovere i suoi personaggi. Ed è proprio il lavoro fatto sul movimento che lo ha maggiormente interessato per esprimere la comicità del film.
Il luogo dove si fa politica “doveva essere un’astrazione, una stilizzazione della nostra idea dei Palazzi della Politica” spiega Manfredonia “cercando di fare più delle caricature che delle ricostruzioni”. In determinate situazioni è proprio l’eccesso a risultare ridondante e la comicità tanto costruita non riesce a strappare la risata.

Tuttavia l’intento di fare satira è centrale e centrato, la sceneggiatura - scritta un anno e mezzo fa - ha dei riferimenti al periodo storico che sta vivendo l’Italia, ma non voleva appoggiarsi a fatti di cronaca. “Si parla di politica come specchio della nostra società (…) quelli tratteggiati sono dei personaggi ridicoli negativi, mi sono impegnato a rappresentare queste mostruosità per far pensare. Questo è il mio modo per denunciare determinati comportamenti, come la deriva razzista o la considerazione della donna, sollevando anche dei piccoli dubbi sulla religione. Sono convinto che rendere ridicoli certi comportamenti sia il modo migliore per denunciarli” rivela Antonio Albanese alla conferenza stampa romana per l’uscita del film. Cetto, Frengo e Olfo sono delle maschere, tutti gli attori hanno puntato sull’esaltazione della recitazione: da Fabrizio Bentivoglio (sottosegretario) a Lorenza Indovino (mamma di Frengo).

Questi danno vita a un mondo parallelo fatto di individui abbietti, che vivono di sotterfugi e pregiudizi, come Olfo la rappresentazione estrema del razzismo, il sottosegretario e Cetto che manipolano e si servono della giustizia a loro piacimento e così molti altri. Quelli rappresentati sono individui e comportamenti che si ritrovano nella realtà di tutti i giorni - ci siedono accanto e a volte siamo proprio noi - “ sono tre visioni di come siamo noi rispetto a determinati argomenti, tre mondi, tre parti d’Italia” aggiunge Albanese.
“Tutto tutto niente niente” denuncia e fotografa magnificamente il periodo storico italiano di oggi e forse meglio di altri tocca le corde giuste, facendolo in maniera chiara e diretta nonostante sia sopra le righe, per spingere a pensare e comprendere che continuando così non si arriva a niente di buono.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere