HOME arrow Cult Movie arrow A 30 Milioni di chilometri dalla terra (1957) DVD
Giovedì 14 Dicembre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
A 30 Milioni di chilometri dalla terra (1957) DVD PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 16
ScarsoOttimo 
Scritto da Maurizio Carità   
domenica 11 febbraio 2007

A 30 Milioni di chilometri dalla terra DVD
20 Million Miles to Earth
USA: 1957. Regia di: Nathan Juran Genere: Fantascienza Durata: 82'
Interpreti: William Hopper, Frank Puglia, Joan Taylor, Thomas Browne Henry, John Zaremba, Tito Vuolo, Brad Braverman, George Khoury, Don Orlando
Recensione di: Maurizio Carità

atrentamilioni.jpgDi ritorno sulla Terra, la prima spedizione sul pianeta Venere precipita al largo delle coste italiane. L'unico sopravvissuto, il colonnello Calder, viene salvato da un gruppo di pescatori. A un superiore domanda se sia stato ritrovato un contenitore in cui custodiva una forma di vita venusiana. Purtroppo le ricerche danno esito negativo. Un ragazzo trova il contenitore sulla spiaggia lo apre: ne esce una sostanza gelatinosa, che il giovane porta a uno zoologo. Dalla strana sostanza nasce un minuscolo venusiano, che chiamano Ymir. Il professore lo rinchiude in una gabbia, ma il giorno dopo l'alieno è cresciuto a dismisura. Fuggito dalla gabbia, il mostro viene catturato e portato in un laboratorio dello zoo... di Roma. Riuscito a liberarsi anche qui, l'Ymir semina il panico nella capitale, uccide un elefante e, intrappolato in cima al Colosseo, viene abbattuto dall'esercito.
La figura dell'alieno, una via di mezzo fra un umanoide e un sauro, è una fra le più originali presentate sullo schermo sino ad allora, animata dalla perizia di un grande artigiano come Ray Harryhausen. Il film nasce da un'idea di Harryhausen che già nel 1952, dopo Il risveglio del dinosauro, aveva pensato di portare sullo schermo. Il progetto, allora abbandonato per motivi economici, andò in porto quando Harryhausen e Charles H. Schneer decisero di produrlo insieme. Il basso budget che la Columbia fu disposta a fornire costrinse i produttori a girare in Messico e in studio, con l'ausilio di materiale di repertorio, gli esterni previsti in Italia: ne risultò un'ambientazione completamente inventata, con una Sicilia rigogliosa attraversata da fiumi e cascate. Protagonista assoluto del film è l'Ymir che la stop motion di Harryhausen rende straordinariamente vivo, dotato, si direbbe, di personalità.
Alcune scene come quelle del violento ammaraggio della navicella, della creatura appena nata che muove i primi passi sul tavolo e rimane abbagliata dalla luce improvvisamente accesa, o del combattimento con l'elefante (che verrà replicato con un altro mostro nella Vendetta di Gwangi) rimangono giustamente famose.
Il nome Ymir appartiene alla mitologia nordica: Ymir è il gigante primordiale ucciso da Odino che ne utilizza il corpo per creare l'universo.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere