HOME arrow CULT MOVIE arrow Cittadino dello spazio (1955)
Sabato 21 Settembre 2019
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
godzilla_2_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
la_llorona_728x120_top.jpeg
Cittadino dello spazio (1955) PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 4
ScarsoOttimo 
Scritto da Maurizio Carità   
sabato 13 gennaio 2007
Cittadino dello spazio
This island Earth
USA: 1955. Regia di: Joseph Newmann Genere: Fantascienza Durata: 86'
Interpreti: J. Morrow, F. Domergue, R. Reason
Recensione di: Maurizio Carità

Cittadino dello spazioDi ritorno da una conferenza sull'energia atomica, lo scienziato Cal Meacham viene salvato da un fascio di luce verde che sostiene in quota l'aereo su cui viaggia, in avaria. Più tardi, raggiunto il laboratorio, sfoglia un misterioso catalogo di componenti elettronici che offre elementi dalle caratteristiche straordinariamente avanzate. Basandosi esclusivamente sulle immagini e i progetti di massima raffigurati sul catalogo e utilizzando gli strani componenti inviati dalla ditta misteriosa, Meacham costruisce un 'interocitore', una sorta di visore a forma di piramide rovesciata. Il volto che vi appare si congratula per il superamento della prova, distrugge il visore e comunica allo scienziato che il mattino seguente un aereo atterrerà davanti al laboratorio per condurlo al suo nuovo incarico. Spinto dalla curiosità scientifica, Meacham sale sull'aereo che lo porta in Georgia, dove si unisce a un gruppo di eminenti scienziati impegnati in un progetto di ricerca impiegando strumenti avanzatissimi. Ben presto scopre che i suoi 'esaminatori' sono in realtà alieni incaricati di trovare un mezzo per salvare il loro pianeta dalla distruzione. Metaluna, questo il nome del loro mondo, è infatti prossimo a soccombere sotto gli attacchi di un nemico implacabile.
Meacham e una giovane collega tentano di fuggire a bordo di un aereo, ma vengono trasferiti su un'astronave guidata da Exeter, lo scienziato responsabile della missione sulla Terra. L'astronave fa ritorno a una Metaluna devastata dai bombardamenti e ormai destinata a soccombere. Gli scienziati vengono portati al cospetto del Monitore, la massima autorità del pianeta, il quale ordina di sottoporli a lobotomia. I terrestri fuggono verso l'astronave che li ha portati sul pianeta ma vengono contrastati da un mutante, una sorta di uomo-insetto dal cervello ipersviluppato. Exeter interviene per aiutarli e sconfigge la creatura, ma esce gravemente ferito dallo scontro. L'astronave decolla subito prima che gli scudi difensivi di Metaluna cedano del tutto e il pianeta venga annientato. Tornati sulla Terra, gli scienziati terrestri si salvano a bordo dell'aereo, mentre un Exeter ormai solo nella fredda immensità dell'universo precipita la nave e se stesso nelle acque del Pacifico.
Per la prima volta una pellicola di fantascienza presenta un alieno visto non sotto una luce di santità o di malvagità, ma come un essere umano che, perduti il proprio mondo e la propria cultura, si batte per la salvaguardia dei propri ideali.
Exeter è un uomo di scienza che antepone il progresso dello spirito a quello tecnologico, consapevole dell'inestimabile valore della vita nell'universo e per questo addolorato di fronte allo spreco causato dalle guerre. "Un pianeta morto" dice, davanti allo spettacolo della trasformazione di Metaluna in una supernova, "eppure servirà ancora ad uno scopo utile, spero... Un sole che riscalderà la superficie di un altro mondo, dando luce a chi ne ha bisogno..."
Dal punto di vista della realizzazione, Cittadino dello spazio segna un traguardo importante per la storia del genere: girato in technicolor con abbondanza di mezzi e investimenti, il film offre ai nostri sensi la prima raffigurazione realistica di una guerra interplanetaria in un periodo in cui gli studi cinematografici preferivano evitare l'argomento, considerato troppo dispendioso e difficile da realizzare.
La figura del mutante, una delle più originali ed efficaci dell'epoca, non era prevista nella sceneggiatura iniziale: fu espressamente richiesta dalla casa di produzione che, investita una somma assai ingente, voleva assicurarsi l'interesse del pubblico con un mostro da esibire sui manifesti.
Segnaliamo ancora la presenza di Jack Arnold, chiamato dalla Universal a ridirigere alcune sequenze ambientate su Metaluna, giudicate piatte e monotone.
 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere