HOME arrow Cult Movie arrow Il magnifico scherzo
Martedì 17 Ottobre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Il magnifico scherzo PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 8
ScarsoOttimo 
Scritto da Fabio de Angelis   
domenica 18 marzo 2007

Il magnifico scherzo
Monkey Business
USA: 1952. Regia di: Howard Hawks Genere: Fantascienza Durata: 97'
Interpreti: Cary Grant, Ginger Rogers, Charles Coburn, Marilyn Monroe, Hugh Marlowe, Henri Letondal, Robert Cornthwaite, Larry Keating, Douglas Spencer, Esther Dale, George Winslow, Emmett Lynn, Kathleen Freeman, Jerry Sheldon, Harry Carey Jr.
Recensione di: Fabio de Angelis

ilmagnificoscherzo.jpgLa formula per l'elisir della giovinezza, invano ricercata per anni dall'austero dottor Barnaby Fulton (Cary Grant), viene scoperta casualmente da una scimmia, cavia di laboratorio, che, non vista, mescola varie misture chimiche nel distributore dell'acqua potabile. L'ignaro scienziato e sua moglie Edwina (Ginger Rogers) sono i primi a subirne le conseguenze: l'acqua miracolosa risveglia in loro la dimenticata energia e i focosi sentimenti dell'adolescenza e li spinge ad organizzare una seconda luna di miele causando equivoci di ogni genere, infantili litigi e grave scandalo tra gli ospiti dell'albergo nel quale si sono rifugiati. La situazione non migliora neppure al ritorno, poiché l'acqua, diluita nel caffé, fa regredire Fulton all'età di 10 anni. Mentre Edwina, smaltiti gli effetti dell'elisir, scambia un bambino per il marito e, disperata, chiede aiuto agli altri scienziati affinché trovino l'antidoto per farlo tornare adulto, lui gioca agli indiani divertendosi a torturare l'avvocato di famiglia (Hugh Marlowe). La confusione è ormai generale: vittime della pozione, anche la polizia, sopraggiunta nel frattempo, l'anziano professor Oliver Oxley (Charles Coburn) e tutto il personale del laboratorio si abbandonano a scherzi di ogni genere prendendo di mira la bella ma svampita segretaria Lois Laurel (Marilyn Monroe) la quale, per il basso quoziente di intelligenza, è l'unica ad essere immune allo straordinario filtro... Il quinto film di Cary Grant con Howard Hawks non fu accolto calorosamente dalla critica americana. Come ricorda Geoffrey Wansell nella biografia dedicata all'attore (edita in Italia da Gremese Editore) le recensioni possono riassumersi nel giudizio del New York Times, secondo il quale "... Se i giovani sono così insignificanti come viene rappresentato qui, forse è proprio un bene che nessuno abbia inventato qualcosa per rispedire noi vecchi indietro negli anni ..."
La critica francese, al contrario, seguendo le opinioni di Jacques Rivette e di Eric Rohmer, ha intessuto lodi sperticate su questa commedia scritta da sceneggiatori di valore e interpretata da un cast in gran forma, insistendo sull'amara metafora filosofica dell'impossibile tentazione della gioventù che sovverte la ragione e capovolge le più consolidate convenzioni borghesi. Si tratta, senza dubbio, di una chiave di lettura interessante ma eccessivamente problematica che rischia di apparire estranea allo stile di Howard Hawks, regista dichiaratamente nemico di ogni forma di intellettualismo che concepiva il cinema come azione e avventura. Sfrondato dalle interpretazioni psicoanalitiche o strutturalistiche, è più pertinente vedere nel Magnifico scherzo una brillante variazione della costante situazione narrativa hawksiana incentrata sulle imprevedibili reazioni di un gruppo di persone catapultato all'improvviso in una situazione inconsueta, di pericolo o più semplicemente imbarazzante. Lo spunto fantascientifico che fa scattare l'intreccio (l'invenzione casuale) è un espediente largamente sfruttato fin dal cinema delle origini: Hawks se ne serve in maniera personalissima per sviluppare una commedia degli equivoci, nella quale l'elemento surreale dello sdoppiamento di personalità è giocato sul piano dell'apparenza, sfruttando la nota stridente del contrasto tra il bizzarro comportamento che si impadronisce dei protagonisti ed il loro normale aspetto fisico di persone mature.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere