Mercoledì 28 Ottobre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
A est del Paradiso PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 5
ScarsoOttimo 
Scritto da Roberto Fedeli   
martedì 21 luglio 2009

A est del Paradiso
Titolo originale: East of paradise
Francia: 2005. Regia di: Lech Kowalski Genere: Documentario Durata: 100'
Interpreti: Maria Werla Kowalski (Nel ruolo di se stessa)
Sito web:
Nelle sale dal:
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Roberto Fedeli

locandina_non_disponibile_leggero.jpgLech Kowalski continua a tingere di crudo realismo il clima underground del cinema indipendente americano,grazie al terzo tassello della sua trilogia polacca: “L’arte di sopravvivere”. “A est del paradiso” vive della confluenza tra l’esperienza individuale del proprio autore e la summa dei suoi lavori precedenti.
La pellicola vive di due ineguali momenti, palesati per mezzo di altrettanti registri narrativi e formali.

La prima parte della pellicola consta della presenza di un’intervista mascherata, costruita su una sobrietà atmosferica, dolcemente spezzata dal ritmo dei sospiri.
Lo struggente racconto di Maria sulla deportazione dalla Polonia, viene modulato attraverso opposizioni timbriche; le parole della donna scorrono ora in modo ritmato, ora pigramente, ora appaiono ironiche, ora drammatiche.
Assistiamo ad una teatralità sopita dall’empatia, che affonda le radici nel toccante ricordo del gulag siberiano. Kowalski parte dalla colossale sofferenza materna, per dipingere il fluire della propria vita in una New York underground di fine anni settanta.
All’inversione del punto di vista, corrisponde il mutamento del registro formale e narrativo. Irrompe nel tessuto filmico l’autorità della musica ed una soffocante presenza della voice over.
I frammenti delle vecchie opere saturano lo schermo come schegge impazzite. Il tour dei Sex Pistols e la quotidianità dell’eroinomane Gringo, affrescano il ritratto di un’epoca ormai passata.
Il regista non arretra nemmeno di fronte al cadavere dell’uomo: un’amorfa salma introdotta da un mero zoom nell’oltretomba.

L’opera non si esime dal presentarsi quale documentario metalinguistico, nella scena in cui la madre filma e fotografa il figlio Kowalski. Il tentativo di ripresa dei poveri, reso vano dall’intervento dei poliziotti, prosegue il discorso sul volto del potere, intrapreso dal racconto di Maria sulle guardie che si presentarono dinanzi al suo uscio, per cambiarle l’esistenza. “Il volto del potere è triste e provocatorio come il volto della povertà”.     

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere