HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Documentario arrow Draquila - L'Italia che trema
Mercoledì 5 Agosto 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
crawl_banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
jumanji2-728x140.png
Draquila - L'Italia che trema PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 44
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
giovedì 06 maggio 2010

Draquila - L'Italia che trema
Titolo originale: Draquila - L'Italia che trema
Italia: 2010. Regia di: Sabina Guzzanti Genere: Documentario Durata: 93'
Interpreti:
Sito web: www.draquila-ilfilm.it
Nelle sale dal: 07/05/2010
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Rivelatore
Scarica il Pressbook del film

Draquila - L'Italia che tremaSabina Guzzanti si mette nuovamente dietro la macchina da presa nelle vesti di regista e di intervistatrice, oltre ad aver scritto il soggetto, per raccontare, questa volta, l’altra faccia dell’Aquila.
L’intento è stato quello di focalizzare l’attenzione sul tipo di vita in cui versano numerosi cittadini abruzzesi mesi dopo il terremoto avvenuto la notte tra il 5 e il 6 aprile 2009, che ha devastato un’intera comunità.
L’idea di condurre un’indagine su questa tematica, che la regista ha voluto mettere in campo, realizzando questo documentario, è venuta dopo aver sentito un’altra campana su quanto accade nella cittadina abruzzese.

Guzzanti si è recata sul posto e ha iniziato a intervistare un numero variegato di persone che testimoniano il fatto di vedere la Protezione Civile, quelli del Dipartimento Nazionale, come degli invasori, a cui dover rendere conto su ciò che si fa o dove si va. La regista intervista molte persone che hanno ottenuto la casa, le quali nutrono una profonda gratitudine per il governo, che si è mosso in tempi rapiti. A queste affianca le testimonianze di chi ancora una casa non ce l’ha e vive in albergo e quelle che non volendo andar via dalla loro città, dove hanno il lavoro e una vita, preferirebbero vivere nelle loro case, un po’ malconce ma non a rischio di crollo. Sabina Guzzanti documenta come ci siano parecchie case in cui si potrebbe tornare ad abitare, basterebbe poco per ripristinarle, ma alle quali è vietato l’accesso.
I privati cittadini non sono autorizzati a metterci mano, il centro storico dell’Aquila rimane desolato.

Nel film documentario si mette in luce la testimonianza di un professore che è riuscito a rimanere in casa propria e apportando qualche lavoro di manutenzione, la sua casa ora è abitabile. Non tutti, però, hanno questa fortuna, c’è chi ha visto la propria casa distrutta, rasa al suolo dal terremoto e chi ce l’ha a rischio, la cui struttura può cedere tra una scossa e l’altra.
Poi, dalle interviste a coloro che vivono nelle case nuove, viene fuori che c’è chi si sente un ospite, con il timore di rompere qualcosa o rovinare qualcos’altro, perché nel momento in cui si andrà via, bisognerà lasciare tutto com’era quando l’appartamento è stato consegnato.
C’è poi chi è stato piacevolmente sorpreso dalla quantità di utensili presenti nelle abitazioni, dal panno per i pavimenti ai canovacci per la cucina, a tanti altri che seppur di minore importanza sono stati graditi.

Altro aspetto che la regista ha voluto sottolineare è il dispendio di denaro, utilizzato in più, per spostare l’assetto del G8 all’Aquila.
In ultima analisi sono numerose le persone che esprimono riconoscenza e affetto nei confronti dello Stato, dall’altra parte ce ne sono altrettante che aspettano, e sospettano che il ripristino della normalità, di poter condurre una vita nuovamente serena, sia ancora lontano dal venire. E a queste ultime che Sabina Guzzanti ha voluto dar voce, a quel coro che spesso è inascoltato.
Nel guardare Draquila non si può fare a meno di porsi delle domande e riflettere sull’Italia in cui si vive oggi, indipendentemente da chi stia al governo.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere